Salute 24 Maggio 2018

Obesità, diabete e malattie metaboliche: arriva la macchina che mappa i grassi ed è made in Italy

Ha una sonda fluorescente che illumina i grassi e ne segue l’elaborazione e l’immagazzinamento. «Una scoperta importante per la ricerca biomedica» così Giuseppe Maulucci, Professore di Fisica alla Facoltà di Medicina dell’Università Cattolica

Una macchina per combattere obesità, diabete e tutte quelle malattie in cui è coinvolto il metabolismo lipidico. Giuseppe Maulucci, Professore di Fisica alla Facoltà di medicina dell’Università Cattolica di Roma, descrive così la sua ‘creatura’: un apparecchio ‘mappa grassi’, realizzato con i collaboratori Marco De Spirito e Flavio di Giacinto, basato su una sonda fluorescente che ‘illumina’ le particelle di grasso. Ma come nasce questa strumentazione e quali le sue applicazioni? Lo abbiamo chiesto al suo inventore.

Professor Maulucci, com’è nato questo macchinario e quali novità introduce nel campo della medicina?

«Ci siamo scontrati nel nostro istituto con un problema rilevante che è quello di capire esattamente cosa succede ai grassi dal momento dell’assorbimento fino al momento dell’immagazzinamento. Durante il nostro studio, ci siamo imbattuti in una sonda fluorescente che ha fatto al caso nostro e abbiamo sviluppato una metodica di analisi che ci consente di monitorare l’assorbimento dei lipidi dal momento dell’assorbimento fino al momento del vero e proprio utilizzo. Questa scoperta è decisamente importante perché ha numerose possibilità applicative anche nel campo della ricerca biomedica».

LEGGI ANCHE: ALIMENTAZIONE QUESTA SCONOSCIUTA: IN INGHILTERRA GAP FORMATIVO CHE PREOCCUPA STUDENTI, MEDICI E PAZIENTI

Per quanto riguarda i farmaci, la macchina mappa grassi può aiutare nelle formulazioni?

«Assolutamente sì, numerosi farmaci hanno come effetto collaterale l’aumento o la perdita di peso; con questo macchinario è possibile studiarne l’assorbimento durante la somministrazione di medicinali. Inoltre la macchina può essere utile nella formulazione di farmaci contro l’obesità, oppure nei casi in cui ci siano dislipidemie per migliorare l’apporto lipidico o altri processi implicati in questo tipo di metabolismo».

La macchina è già applicabile sull’uomo o è ancora in via di sperimentazione?

«Al momento possiamo applicarla su delle biopsie, quindi quello che ha di più questa macchina rispetto alle metodiche tradizionali è che consente di rilevare i depositi lipidici con una risoluzione sub-micrometrica. Dunque, quello che al momento si può fare è prelevare biopsie in diversi organi e quindi analizzare i depositi lipidici localizzati in organi diversi dal tessuto adiposo. Intanto stiamo lavorando per trasferire questo tipo di macchinario ad un’analisi direttamente in vitro, questo è possibile ma richiede qualche altro anno di ricerca».

Questo macchinario in che campo potrà essere sfruttato?

«Sicuramente nel campo dell’endocrinologia, del metabolismo, nella formulazione di diete personalizzate, nel combattere obesità e in tutte quelle malattie in cui è coinvolto il metabolismo lipidico che nel mondo occidentale è messo a dura prova dai nostri stili di vita».

 

SEGUICI ANCHE SU FACEBOOK <— CLICCA QUI

 

Articoli correlati
Psoriasi e stili di vita: la battaglia per una pelle sana inizia a tavola
L’APIAFCO presenta la collana di libri sulla corretta alimentazione per chi soffre di malattie infiammatorie della pelle: otto volumi e oltre 900 pagine di consigli e articoli scientifici con ricette dei migliori chef
Un programma per combattere l’obesità infantile, che colpisce un bambino su dieci
Il professor Bernardo, direttore della Casa Pediatrica del Fatebenefratelli Sacco di Milano: «I primi mille giorni di vita fondamentali per prevenire gravi problemi in età adulta e ridurre costi del Sistema Sanitario Nazionale»
di Federica Bosco
«L’obesità si stabilisce dallo stato di salute, non dal peso». Le nuove linee guida dal Canada
Le diete da sole non funzionano. Ximena Ramos-Salas dell'Obesity Canada invita i medici a non ridurre l'obesità a una questione di peso, favorendo invece l'approccio olistico
Report Passi: adulti italiani sedentari e in sovrappeso, specie over 65
Poca frutta e verdura, niente attività fisica e peso in eccesso: specie al Sud. Gli adulti d'Italia secondo il Report Passi
Medici e giornalisti a scuola di comunicazione sanitaria. Il nuovo master alla Cattolica di Roma
Cicchetti (ALTEMS): «Puntiamo alla formazione di professionisti capaci di diffondere in modo semplice notizie complesse come quelle medico-scientifiche. Durante la pandemia siamo stati tutti vittime di “infodemia”»
di Isabella Faggiano
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

La diffusione del coronavirus in tempo reale nel mondo e in Italia

Al 25 novembre, sono 59.787.369 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 1.409.639 i decessi. Mappa elaborata dalla Johns Hopkins CSSE.   I CASI IN ITALIA Bollettino del 24 novembre...
Voci della Sanità

Manovra 2021, prevista indennità per gli infermieri. Beux (FNO TSRM e PSTRP): «Offesa alle altre professioni sanitarie, si premi il merito»

L’articolo 66 della bozza della Legge di Bilancio prevede una indennità di “specificità infermieristica” in vigore a partire dal primo gennaio 2021. Ma il Presidente del maxi Ordine delle prof...
Salute

Covid-19, Stefano Vella: «Dall’HIV abbiamo imparato che i virus vanno affamati»

Intervista a Stefano Vella dell'Università Cattolica di Roma: «Pandemia dichiarata colpevolmente in ritardo, ci siamo fidati della SARS. Testare tutti è impossibile, dobbiamo raggiungere una copert...
di Tommaso Caldarelli