Salute 21 Maggio 2019 10:37

‘Milano taking care’, consigli ed esami per migliorare gli stili di vita. La madrina Susanna Messaggio: «Prevenzione per invecchiare bene»

Nella città meneghina si è svolta la due giorni di esami e consulenze con professionisti della salute. Ruolo fondamentale delle farmacie, Vintani (Federfarma Milano, Monza e Lodi): «Con farmacia dei servizi esami per dare ‘alert’ al paziente». E Doc generici lancia l’avatar Mario per promuovere l’importanza della prevenzione e del monitoraggio della salute con il supporto di nuove tecnologie

di Federica Bosco

La salute prima di tutto. Milano è stata per due giorni la capitale della prevenzione in ambito sanitario con la prima edizione di Milano Taking care che si è svolta sabato 18 e domenica 19 maggio presso il Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia. Due giorni di esami e consulenze, con professionisti della salute che hanno dato consigli su come migliorare il proprio stile di vita. Madrina d’eccezione Susanna Messaggio.

«Abbiamo iniziato dicendo che il nostro trenta per cento, il nostro DNA, non si può buttare, ma il 70 percento che è fatto di relazioni, sport, può essere cambiato. – ha dichiarato la show girl milanese, da sempre in prima linea per il benessere psicofisico – Come? Imparando ad acculturarci, ma soprattutto facendo prevenzione. Informati è meglio».

Sulla stessa lunghezza d’onda l’assessore allo sport, tempo libero e turismo del Comune di Milano Roberta Guaineri che ha aggiunto: «Lo scopo di questi eventi è proprio quello di far capire come sin da giovani è importante affrontare questi temi per arrivare ad invecchiare bene in salute».

Si vive di più, l’età media è aumentata, bisogna vivere bene e questo comporta maggiori costi. Come riuscire a far tornare i conti?. «È necessario che ognuno di noi abbia la consapevolezza che è importante riuscire a vivere il più possibile senza ammalarsi – ha commentato l’assessore del Welfare di Regione Lombardia, Giulio Gallera – avendo una diagnosi tempestiva rispetto all’insorgere di una malattia, riusciremo a mantenere in equilibrio il sistema sanitario, che vuol dire per ognuno avere la possibilità di usufruire dei farmaci innovativi che possano dare risposte straordinarie in termine di salute e dei macchinari che ci possano aiutare. Solo in questo modo riusciremo a curarci tutti in maniera gratuita, come avviene oggi in Italia grazie ad un sistema universalistico come il nostro. Se perderemo questa battaglia il sistema non sarà in grado di gestire l’età media che avanza e il numero di anziani che cresce esponenzialmente».

Per la prevenzione un ruolo fondamentale è svolto dalle farmacie. Un lavoro di accertamenti e di consigli quotidiani che Federfarma ha voluto portare anche a ‘Milano taking care’ con due esami e molte consulenze gratuite per il pubblico presente. «Nel 2009 abbiamo iniziato questo progetto che si chiama la farmacia dei servizi – ha raccontato Paolo Vintani, Vicepresidente Federfarma Milano, Monza e Lodi – proprio in abbinamento con le nuove tecnologie che ci consente di usare la tecno medicina, quindi possiamo fare elettrocardiogrammi, misurazione del colesterolo e della glicemia, piccoli e grandi esami che si possono fare tempestivamente in farmacia. Il che non vuol dire formulare una diagnosi di malattia, ma semplicemente vuole essere un alert per dire al paziente di andare dal medico per un controllo. Oggi abbiamo portato due esami di routine: il progetto Milkar, una piccola apparecchiatura per fare l’elettrocardiogramma, studiata con l’ospedale San Paolo per rilevare una eventuale fibrillazione atriale, evidenziando gli individui a rischio, a cui si consiglia una visita dal medico. La seconda apparecchiatura a disposizione del pubblico si chiama Spegnila e Respira ovvero la riproposta di un progetto triennale per aiutare le persone a smettere di fumare».

Nella due giorni presso il Medical Village di Milano taking care, Doc Generici, main partner dell’evento, ha presentato in anteprima l’avatar Mario per promuovere l’importanza della prevenzione e del monitoraggio della salute con il supporto di nuove tecnologie. Un’occasione unica per favorire la relazione tra medico e paziente, affinché le persone si affidino a figure professionali competenti. «Senza i generici, senza un’alimentazione più sana, esploderebbero le spese del servizio sanitario nazionale – ha ribadito Gualtiero Pasquarelli, Amministratore Delegato di Doc Generici – e ci ritroveremmo in grave difficoltà. L’Avatar Mario che vuole essere la sintesi di un binomio importante tra tecnologia e medicina, rappresenta un paziente virtuale che pone domande a dei professionisti che abbiamo invitato in questa sede e che danno delle risposte sulla diagnostica, sugli stili di vita e sulla prevenzione».

Articoli correlati
Tobia (Federfarma): «Garantire ai cittadini europei equo accesso a farmaci»
Si è tenuto oggi a Roma il simposio annuale PGEU, nell'ambito del quale si è discusso della nuova regolamentazione sui farmaci dell'Unione Europea
Giornata Nazionale del Sollievo: farmacie confermano l’impegno contro il dolore inutile
Di Marco Cossolo, Presidente Federfarma nazionale
di Marco Cossolo, Presidente Federfarma nazionale
Liste d’attesa: SSN investe sugli ambulatori specialistici accreditati per snellirle
Marino (Unindustria Lazio): «L’accordo tra Ministero della Salute e Regioni è quasi concluso. Presto i cittadini avranno un accesso più rapido alle prestazioni. Ora, il Governo offra un ruolo attivo agli ambulatori specialistici privati-accreditati nella realizzazione del PNRR»
Aprile mese della prevenzione dell’ictus, SIN e ISA: «Come riconoscere precocemente i fattori di rischio»
Ci sono fattori di rischio modificabili - legati allo stile di vita - e non modificabili per condizioni patologiche
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 24 giugno, sono 542.130.868 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 6.326.038 i decessi. Ad oggi, oltre 11,63 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla&nb...
Covid-19, che fare se...?

Quali sono i sintomi della variante Omicron BA.5 e quanto durano?

La variante Omicron BA.5 tende a colpire le vie aeree superiori, causando sintomi lievi, come naso che cola e febbre. I primi dati indicano che i sintomi durano in media 4 giorni
Covid-19, che fare se...?

Il vaccino può causare il Long Covid?

Uno studio americano ha segnalato una serie di sintomi legati alla vaccinazione anti-Covid. Ma per gli esperti non si tratta di Long Covid, ma solo di normali effetti collaterali