Salute 31 Maggio 2019 15:07

Milano, il concerto di Finardi all’Istituto Tumori: «Devo tutto a loro, hanno salvato mia moglie»

Il cantautore ha partecipato alla rassegna “Note sul tetto che scotta”. «È dimostrato, anche empiricamente da me stesso, che la musicoterapia è preziosa. Io se ho Bach o Mozart in cuffia uso metà dell’anestesia locale dal dentista», afferma a Sanità Informazione

di Federica Bosco

Ascoltare musica dal vivo in un ambiente sereno per rendere la degenza in ospedale più tollerabile: è questo l’intento della musicoterapia che l’istituto nazionale dei tumori di Milano propone dal 21 maggio al 16 luglio con la quarta edizione della rassegna di musica jazz, pop e rock “Note sul tetto che scotta”. Una musica che cura anima e corpo e che ieri sera ha visto protagonista Eugenio Finardi.

«Prima di tutto devo dire che a questo istituto devo moltissimo, perché anni fa mia moglie è stata salvata; l’hanno seguita con grande affetto e quindi sento un legame stretto personale. Oggi sono qui a restituire, a fare quello che secondo me tutti dovrebbero fare: donare una parte del proprio lavoro, delle proprie capacità, alla città, alla società, al Paese».

LEGGI ANCHE: IL POTERE SIMBOLICO DELLA MUSICA SPIEGATO DALLA MUSICOTERAPEUTA DAMIANI: «EDUCA, PREVIENE, CURA E RISOCIALIZZA»

Quanto per una persona che sta poco bene, l’aiuto della musica è fondamentale?

«È dimostrato, anche empiricamente da me stesso, che la musicoterapia è preziosa. Io se ho Bach o Mozart in cuffia uso metà dell’anestesia locale dal dentista, quindi penso che la musica sia un contatto con l’assoluto, l’universale, le leggi della musica sono le leggi della fisica, ci avvicinano all’assoluto e ci distaccano dal nostro costante relativo».

C’è una canzone a cui è particolarmente affezionato e che vuole dedicare ai pazienti che sono qui ad ascoltarla?

«Sì, ‘Amore diverso’, la canzone con cui chiuderò il concerto».

Articoli correlati
Dal 7 all’11 giugno a Milano il Convegno europeo ISPCAN
Oltre 70 Paesi e 400 contributi con l’obiettivo di promuovere un network internazionale capace di potenziare le strategie di contrasto al maltrattamento e alla violenza su bambine, bambini e adolescenti
La musica che migliora il sonno dei bambini disabili e riduce lo stress dei genitori
La tecnica riabilitativa è stata sviluppata dai ricercatori dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù di Roma. Creati componimenti audio-video personalizzati con suoni a particolari frequenze, musiche originali, la voce della mamma e del bambino stesso, immagini legate a momenti piacevoli, canzoni e ninne nanna familiari
di Isabella Faggiano
Villa Marelli a Milano, modello di integrazione tra medicina ospedaliera e del territorio
Ribera (direttore Servizi territoriali ASST Niguarda): «Entro 72 ore siamo in grado fare la diagnosi e definire la cura del paziente Covid grazie alla collaborazione tra professionisti ospedalieri, medici di medicina generale e infermieri di comunità»
di Federica Bosco
Primi due treni Covid free sulla tratta Milano-Roma: come funziona il servizio di FS e CRI?
Partito lo scorso 16 aprile il treno Covid free ha già conquistato i viaggiatori. Liebschner (CRI): «Così si viaggia in sicurezza e si monitora la salute della popolazione»
di Federica Bosco
Giornata della salute della donna, a Milano c’è un ospedale tutto al femminile
L'ospedale Macedonio Melloni è dedicato alla salute della donna. Realizzato sul modello di Boston, offre percorsi di cura dall’adolescenza alla senescenza. Marisa Errico (direttore medico): «La donna viene presa in carico da un’equipe che la seguirà in un percorso di cura a 360 gradi»
di Federica Bosco
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 17 settembre, sono 227.070.462 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 4.670.479 i decessi. Ad oggi, oltre 5,81 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla&...
Salute

Aumentano i contagi tra i sanitari: 600% in più in un mese, l’84% sono infermieri

La presidente FNOPI Mangiacavalli interpreta i dati dell'ISS. Anche nel Regno Unito gli studi confermano che la protezione dall'infezione si riduce dopo 5 mesi dalla seconda dose per Pfizer e AstraZen...
Salute

Pericarditi e miocarditi dopo il vaccino, Perrone Filardi (SIC): «Casi rari e mai gravi»

Dopo i casi della pallavolista Marcon e del calciatore Obiang colpiti da pericardite e miocardite, la parola al professor Pasquale Perrone Filardi, presidente eletto della Società Italiana di C...
di Federica Bosco