Salute 25 Luglio 2018 11:43

Lazio, la proposta M5S sui vaccini: più informazione e ‘quarantena’ per vaccinati. Burioni: «Bugie pericolose»

Tra i firmatari Barillari e Lombardi. Previsti monitoraggi pre e post vaccinazione e un maggiore consenso informato anche sulla “correlazione causale tra vaccini e patologie”. Il virologo: «Gli esami prevaccinali non esistono»

È una proposta di legge regionale destinata a far discutere quella presentata sul tema dei vaccini dal Movimento Cinque Stelle alla Regione Lazio che vede primo firmatario il consigliere Davide Barillari e tra i sottoscrittori anche il capogruppo Roberta Lombardi, già candidata alla presidenza.

La proposta prevede monitoraggi pre e post vaccinazione, il “superamento della pratica vaccinale coercitiva”, la “personalizzazione della pratica vaccinale”, il diritto a ricevere ogni informazione utile al consenso informato, incluse quelle che “dimostrano la correlazione causale tra vaccini e patologie” ma anche campagne informative sulla ‘nutrizione preventiva’ e una quarantena dalla scuola di 4-6 settimane “per il soggetto appena vaccinato”.

In un video su Youtube che accompagna la presentazione del testo, Barillari sottolinea che «non andiamo a intaccare prerogative nazionali sull’obbligo ma vogliamo rendere questa pratica un passaggio molto più responsabile». Al testo si è comunque arrivati dopo un percorso partecipato a cui sono state invitate associazioni spesso portatrici di posizioni ‘scettiche’ quando non apertamente contrarie all’obbligo come Gnol, Auret, Assis, Comilva, Codacons, Corvelva, Sipnei, Rip Lazio, Lov e Moige.

LEGGI ANCHE: OBBLIGO VACCINI: ECCO LE REGIONI PIU’ VIRTUOSE E LE INADEMPIENTI. FAUSTO FRANCIA (SITI): «BUON RISULTATO MA SI PUO’ MIGLIORARE»

Il testo ha già provocato la reazione di chi è si è sempre schierato a favore dell’obbligo vaccinale come il virologo Roberto Burioni che su Facebook ha scritto: «Gli esami prevaccinali non esistono e i bambini vaccinati non sono infettivi. Questi sono i fatti, confermati da solidissime prove scientifiche, il resto sono bugie, bugie pericolose. Se Barillari e la Lombardi (autorevoli esponenti del Movimento 5 Stelle) scrivessero le proposte di legge con qualunque medico serio, e non organizzazioni “free-vax”, non farebbero queste brutte figure».

L’iter vaccinale previsto dalla pdl Barillari è articolato attraverso “uno screening pre-vaccinale completo, continua con una fase informativa e partecipativa a cura del personale del centro vaccinale”, prosegue con “l’acquisizione di un valido consenso informato in forma scritta” e si conclude con “uno screening post-somministrazione” per valutare eventuali reazioni avverse. La pratica vaccinale va insomma “personalizzata” (anche con una anamnesi familiare) per stilare un Quadro clinico vaccinale individuale che porta al rilascio di un nulla osta rilasciato dal medico o dal pediatra non più di 48 prima dell’inoculazione. È prevista inoltre la “riorganizzazione funzionale della rete dei centri vaccinali” con personale “selezionato in base a competenza” e con “figure di supporto per la gestione del percorso di informazione”. Nel testo si specifica che nessuna figura deve essere “in conflitto di interesse con le case farmaceutiche”. Viene poi istituito un Osservatorio regionale sulle vaccinazioni allo scopo, tra l’altro, di redigere relazioni sull’andamento epidemiologico delle malattie; verrà poi aggiornata l’Anagrafe vaccinale regionale. I dati relativi alle segnalazioni di sospette reazioni avverse saranno pubblicati, prevede il testo, sul sito della Regione.

 

 

Articoli correlati
A che punto siamo con i vaccini anti-Covid aggiornati?
I vaccini anti-Covid aggiornati sono attesi per il prossimo autunno. Ma ancora nessuno è stato autorizzato e il «più aggiornato» deve ancora essere sottoposto ai test clinici
Vaiolo delle scimmie: contagiata bambina di 4 anni. Primo caso pediatrico in Germania
La piccola, totalmente asintomatica, vive nel sud-ovest del Paese con due adulti già precedentemente contagiati dal virus. In Italia stimati 599 casi e un’età media di 37 anni. Dopo Roma, da oggi al via le vaccinazioni anche in Emilia-Romagna
Vaccini adattati alle varianti per l’autunno-inverno: accordo tra Ue e Moderna
Moderna sposta dall'estate in corso al prossimo inverno i calendari di consegna dei vaccini agli Stati membri, quando ce ne sarà più bisogno. La commissaria Ue alla Salute Kyriakides: «In autunno ci saranno vaccini adattati alle varianti Covid»
Sono 4.000 i medici non vaccinati contro il Covid. Anelli (FNOMCeO): «Esigua minoranza»
Circa 4.000 medici hanno detto no al vaccino e non possono esercitare la professione. Si tratta di un'esigua minoranza su 468mila professionisti vaccinati
Vaccini Covid «aggiornati» pronti a ottobre, scetticismo su tempistiche
La BioNTech ha annunciato che le consegne dei due vaccini anti-Covid 19 adattati a Omicron sono previste già in ottobre «Sono scettico», ammette Claudio Cricelli, presidente della Società italiana di medicina generale
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 12 agosto, sono 588.479.576 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 6.430.693 i decessi. Ad oggi, oltre 12 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla&...
Salute

Troppi malori improvvisi tra i giovani, uno studio rivela la causa

Alessandro Capucci, professore ordinario di malattie dell’apparato cardiovascolare, spiega come un eccesso di catecolamine circolanti possa determinare un danno cardiaco a volte fatale
Covid-19, che fare se...?

Per quanto tempo si rimane contagiosi?

È la domanda da un milione di dollari, la cui risposta può determinare le scelte sulla futura gestione della pandemia. Tuttavia, non c'è una riposta univoca...