Salute 25 Luglio 2018

Lazio, la proposta M5S sui vaccini: più informazione e ‘quarantena’ per vaccinati. Burioni: «Bugie pericolose»

Tra i firmatari Barillari e Lombardi. Previsti monitoraggi pre e post vaccinazione e un maggiore consenso informato anche sulla “correlazione causale tra vaccini e patologie”. Il virologo: «Gli esami prevaccinali non esistono»

È una proposta di legge regionale destinata a far discutere quella presentata sul tema dei vaccini dal Movimento Cinque Stelle alla Regione Lazio che vede primo firmatario il consigliere Davide Barillari e tra i sottoscrittori anche il capogruppo Roberta Lombardi, già candidata alla presidenza.

La proposta prevede monitoraggi pre e post vaccinazione, il “superamento della pratica vaccinale coercitiva”, la “personalizzazione della pratica vaccinale”, il diritto a ricevere ogni informazione utile al consenso informato, incluse quelle che “dimostrano la correlazione causale tra vaccini e patologie” ma anche campagne informative sulla ‘nutrizione preventiva’ e una quarantena dalla scuola di 4-6 settimane “per il soggetto appena vaccinato”.

In un video su Youtube che accompagna la presentazione del testo, Barillari sottolinea che «non andiamo a intaccare prerogative nazionali sull’obbligo ma vogliamo rendere questa pratica un passaggio molto più responsabile». Al testo si è comunque arrivati dopo un percorso partecipato a cui sono state invitate associazioni spesso portatrici di posizioni ‘scettiche’ quando non apertamente contrarie all’obbligo come Gnol, Auret, Assis, Comilva, Codacons, Corvelva, Sipnei, Rip Lazio, Lov e Moige.

LEGGI ANCHE: OBBLIGO VACCINI: ECCO LE REGIONI PIU’ VIRTUOSE E LE INADEMPIENTI. FAUSTO FRANCIA (SITI): «BUON RISULTATO MA SI PUO’ MIGLIORARE»

Il testo ha già provocato la reazione di chi è si è sempre schierato a favore dell’obbligo vaccinale come il virologo Roberto Burioni che su Facebook ha scritto: «Gli esami prevaccinali non esistono e i bambini vaccinati non sono infettivi. Questi sono i fatti, confermati da solidissime prove scientifiche, il resto sono bugie, bugie pericolose. Se Barillari e la Lombardi (autorevoli esponenti del Movimento 5 Stelle) scrivessero le proposte di legge con qualunque medico serio, e non organizzazioni “free-vax”, non farebbero queste brutte figure».

L’iter vaccinale previsto dalla pdl Barillari è articolato attraverso “uno screening pre-vaccinale completo, continua con una fase informativa e partecipativa a cura del personale del centro vaccinale”, prosegue con “l’acquisizione di un valido consenso informato in forma scritta” e si conclude con “uno screening post-somministrazione” per valutare eventuali reazioni avverse. La pratica vaccinale va insomma “personalizzata” (anche con una anamnesi familiare) per stilare un Quadro clinico vaccinale individuale che porta al rilascio di un nulla osta rilasciato dal medico o dal pediatra non più di 48 prima dell’inoculazione. È prevista inoltre la “riorganizzazione funzionale della rete dei centri vaccinali” con personale “selezionato in base a competenza” e con “figure di supporto per la gestione del percorso di informazione”. Nel testo si specifica che nessuna figura deve essere “in conflitto di interesse con le case farmaceutiche”. Viene poi istituito un Osservatorio regionale sulle vaccinazioni allo scopo, tra l’altro, di redigere relazioni sull’andamento epidemiologico delle malattie; verrà poi aggiornata l’Anagrafe vaccinale regionale. I dati relativi alle segnalazioni di sospette reazioni avverse saranno pubblicati, prevede il testo, sul sito della Regione.

 

 

Articoli correlati
Lazio, D’amato: «Raddoppiati interventi per frattura femore entro 48 ore»
«Sappiamo quanto nel caso specifico della frattura del femore, soprattutto in soggetti in età avanzata, operare con tempestività ed entro le 48 ore – spiega l’assessore alla Sanità e l’Integrazione Sociosanitaria della Regione Lazio, D’Amato - non solo sia un fattore di qualità di assistenza, ma salvi la vita del paziente».
Piano vaccinale, Trizzino (M5S): «Bisogna sensibilizzare popolazione, livello di copertura deve restare alto. Mia battaglia è a difesa della vita»
Il medico e deputato della commissione Affari Sociali: «Le vaccinazioni obbligatorie sono l’unico modo per mantenere un livello di attenzione elevato ed evitare nuove epidemie come quella newyorkese»
di Isabella Faggiano
Ddl aggressioni, Mautone (M5S): «Aumentano dove SSN funziona peggio. Asl e Ospedali siano al fianco dei medici nei contenziosi»
Il medico e senatore Cinque Stelle sottolinea: «Fondamentale migliorare l’assistenza e ridurre le liste d’attesa negli ospedali, che sono i primi fattori di contrasto tra pazienti e operatori sanitari». Il termine per presentare gli emendamenti al disegno di legge scade lunedì 29 aprile alle 12
Epidemia morbillo a New York, parla il direttore dell’Istituto USA malattie infettive: «No ad esenzione vaccini per ragioni ‘filosofiche’»
ESCLUSIVA | Le interviste di Sanità Informazione al NYC Department of Health e al direttore del National Institute for Allergy and Infectious Diseases Anthony Fauci, che dichiara: «Il morbillo è una malattia molto pericolosa. Prima del vaccino causava la morte di 2-3 milioni di persone l’anno in tutto il mondo. Le autorità devono far capire meglio alla popolazione che i vaccini sono sicuri ed efficaci in modo che si sottoponga volontariamente alla profilassi»
Vaccini, Zingaretti: «Proposta di legge nel Lazio per tutelare e garantire accesso scolastico a bambini immunodepressi»
Il Presidente della Regione: «E’ una questione di civiltà. La proposta di Legge passa ora all’esame del Consiglio regionale per l’approvazione definitiva». «Raggiunto risultato straordinario in coperture vaccinali, ora mantenere alta attenzione a tutela della salute dei più piccoli» precisa l'Assessore D’Amato
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Lavoro

Equivalenza titoli, TAR Lazio accoglie ricorso ANEP. L’avvocato Croce (Consulcesi & Partners): «Risultato apre strada anche alle altre figure»

Questo provvedimento impone l’avvio di iniziative dirette a far sì che si proceda all’individuazione dei criteri e delle modalità per il riconoscimento dell’equivalenza dei titoli conseguiti c...
Lavoro

Massofisioterapisti e fisioterapisti: uguali o diversi? La posizione di Beux (TSRM e PSTRP)

Alessandro Beux (TSRM e PSTRP): «Iscrizione solo per quelli che hanno conseguito titolo prima 1999»
Salute

Ecco la verità sugli integratori: business o vera salute? Facciamo chiarezza con Alessandro Mugelli (Presidente Società Italiana Farmacologia)

Cosa c’è dietro al boom inarrestabile e miliardario degli integratori alimentari? «Con uno stile di vita corretto ed un’alimentazione varia e completa non c’è nessun motivo di usare integrato...