Salute 27 Aprile 2022 12:02

In arrivo pillola anticoncezionale on demand, si prende prima del sesso

Presto addio a vecchia pillola anticoncezionale. In arrivo un cocktail che si assume poco prima di fare sesso

In arrivo pillola anticoncezionale on demand, si prende prima del sesso

Prendere una pillola ogni giorno potrebbe presto diventare un lontano ricordo del passato per le donne che desiderano evitare una gravidanza indesiderata. Un gruppo di ricercatori della Stanford University in California è vicinissima a una terapia «promettente» on demand, cioè un cocktail di farmaci che potrebbe essere preso appena prima del rapporto sessuale. I ricercatori hanno scoperto che una combinazione della pillola del giorno dopo e di un farmaco per l’artrite può «interrompere l’ovulazione» e compromettere il picco di fertilità.

La nuova pillola è un cocktail che interrompe l’ovulazione

Questo insolito cocktail, somministrato con due compresse, potrebbe rappresentare il «miglior candidato» orale per il controllo delle nascite che si può assumere prima di un rapporto sessuale. Il trattamento funziona interrompendo l’ovulazione, il punto del ciclo mestruale in cui è più probabile che una donna rimanga incinta, che è anche il modo in cui funziona la pillola anticoncezionale. Sia i medici che i pazienti sono «molto interessati» allo sviluppo di un contraccettivo su richiesta. Le attuali pillole contraccettive possono infatti causare effetti collaterali tra cui sbalzi d’umore, nausea, mal di testa e possono aumentare leggermente il rischio di coaguli di sangue e cancro cervicale.

Il cocktail consiste in due farmaci diversi attualmente già in uso

Allo stato attuale, per funzionare le pillole contraccettive devono essere assunte ogni giorno o tre settimane al mese. Le alternative on demand sono al momento solo i preservativi e i diaframmi. Nello studio nove donne di età compresa tra i 18 e i 35 anni hanno ricevuto una dose una tantum di 30 mg di ulipristal acetato e 30 mg di meloxicam durante il picco luteale, i giorni prima dell’ovulazione, quando è più difficile interromperla. L’ulipristal acetato, venduto come EllaOne, blocca o ritarda il rilascio dell’ovocita. Per prevenire la gravidanza la donna deve prenderlo entro cinque giorni dal rapporto sessuale e quindi attualmente il farmaco non viene utilizzato come una normale forma di contraccezione. Meloxicam è un farmaco antinfiammatorio usato per trattare condizioni a lungo termine, inclusa l’artrite reumatoide.

L’azione congiunta dei due farmaci garantisce l’effetto anticoncezionale

Mentre la pillola del giorno dopo interrompe l’ovulazione prima del picco luteale, è stato precedentemente notato che il meloxicam interferisce con l’ovulazione anche dopo l’inizio del picco luteale. Lo studio ha esaminato nove partecipanti, che sono stati monitorati per due cicli mestruali, circa due mesi, per identificare i loro normali schemi di ovulazione e quando si è verificato il loro picco luteale. Al loro terzo ciclo, hanno ricevuto il cocktail di farmaci. Per determinare se l’ovulazione è avvenuta o se è stata interrotta, hanno eseguito ecografie ed esami del sangue per misurare gli ormoni chiave.

I risultati dello studio sono molto «promettenti»

Un farmaco infatti viene considerato un contraccettivo efficace se interrompe l’ovulazione. I risultati, pubblicati sulla rivista BMJ Sexual & Reproductive Health, mostrano che l’ovulazione è stata interrotta in sei donne, mentre otto hanno soddisfatto alcuni criteri per un’ovulazione incompleta. Durante il ciclo in cui le donne assumevano i farmaci, i loro cicli mestruali aumentavano di tre giorni, da 29 a 32, e i loro livelli di progesterone erano più bassi. Un partecipante ha riportato sanguinamento irregolare. I ricercatori hanno affermato che i risultati sono «promettenti» e suggeriscono che la combinazione di farmaci può interrompere l’ovulazione «quando il rischio di concepimento è più alto».

Sono necessari ulteriori studi per valutare meglio la nuova combinazione di farmaci

Questo rende il nuovo cocktail un «candidato promettente per la valutazione come contraccettivo orale pericoitale (al momento del sesso)», hanno detto gli scienziati. Tuttavia, hanno notato che sono necessari ulteriori studi sulle prestazioni della combinazione di farmaci e sugli effetti collaterali che provocano. I risultati suggeriscono anche che l’assunzione di meloxicam insieme all’ulipristal acetato può aumentare l’efficacia della pillola del giorno dopo.

 

Iscriviti alla Newsletter di Sanità Informazione per rimanere sempre aggiornato

Articoli correlati
Il seme? Si trova online. L’allarme dell’andrologo sulla fecondazione ‘fai da te’
“Stiamo assistendo alla diffusione di una nuova pratica: la fecondazione ottenuta con il seme fresco di un donatore spesso contattato in Rete o in appositi gruppi sui social network - spiega il Professor Salvatore Sansalone -. Una zona d'ombra anche dal punto di vista legale in cui nessuno è tutelato e senza la mediazione di una struttura sanitaria esiste un alto margine di rischio"
Contraccezione, Onda: «Italia al 26esimo posto in Europa per accesso agli anticoncezionali, il counseling e l’informazione online»
«La salute sessuale e riproduttiva rappresenta un diritto umano fondamentale che deve essere preservato e tutelato. Di fatto, però, in Italia manca ancora oggi un programma organico e strutturato di educazione all’affettività e alla sessualità» sostiene Francesca Merzagora, Presidente Onda, Osservatorio nazionale sulla salute della donna e di genere. Questa lacuna spiega in parte perché […]
“Testa o croce? Non affidarti al caso”. A Bologna i maxi poster della campagna UAAR sui medici obiettori | FOTO
«Avere un ginecologo di fiducia del quale sono note le opinioni su questi aspetti è fondamentale. La nostra libertà è un bene prezioso, esercitiamola sin dall’inizio e fino alla fine. Non affidiamoci al caso» così l’Unione degli atei e degli agnostici razionalisti (UAAR) avvisa le donne
Contraccezione d’emergenza: il 70% delle donne non ha le idee chiare
Le donne italiane sono consapevoli dell’esistenza della contraccezione d’emergenza (87%), ma solo la metà sa che va assunta il prima possibile dopo il rapporto sessuale non adeguatamente protetto; 7 su 10 non sanno come agisce e solamente meno di una su 10 dichiara che la cosiddetta “pillola dei cinque giorni dopo” garantisce maggiore efficacia rispetto […]
9° Congresso SIC, la contraccezione oggi nelle varie fasi di vita della donna
Firenze ospita il 9° Congresso nazionale della Società Italiana della Contraccezione: dal 26 al 28 ottobre specialisti a confronto per fare il punto su opzioni e scelta in ambito contraccettivo
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 6 luglio, sono 551.283.678 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 6.342.322 i decessi. Ad oggi, oltre 11,77 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla&nbs...
Covid-19, che fare se...?

Quali sono i sintomi della variante Omicron BA.5 e quanto durano?

La variante Omicron BA.5 tende a colpire le vie aeree superiori, causando sintomi lievi, come naso che cola e febbre. I primi dati indicano che i sintomi durano in media 4 giorni
Covid-19, che fare se...?

Negativo con i sintomi, quando posso ripetere il test?

Capita sempre più spesso che una persona con i sintomi del Covid-19 risulti negativa al primo test. Con Omicron sono stati segnalati più casi di positività ritardata. Meglio ripet...