Salute 17 Maggio 2018 11:08

Immunoterapia oncologica, Garassino (Istituto Tumori Milano): «Sfatiamo il mito: in Italia la ricerca è ad altissimi livelli»

«Una frontiera rivoluzionaria che già ha alzato quantità e qualità di vita»: si riferisce alla terapia immunologica Marina Chiara Garassino, Responsabile dell’Oncologia Polmonare della Fondazione IRCCS Istituto Tumori di Milano

Immunoterapia oncologica, Garassino (Istituto Tumori Milano): «Sfatiamo il mito: in Italia la ricerca è ad altissimi livelli»

L’immunoterapia riscuote consensi nel mondo scientifico e tra i pazienti. Questo trattamento, che sfrutta la capacità del sistema immunitario di riconoscere la malattia, è sempre più richiesto e sembrerebbe portare notevoli benefici. Esistono vari campi clinici in cui questa terapia viene applicata; fino ad oggi il campo nel quale ha ottenuto più successi è proprio quello oncologico, in particolare nell’ambito di cancri polmonari.

«L’immunoterapia ha portato aumenti consistenti della quantità di vita dei pazienti ma soprattutto della qualità», spiega ai nostri microfoni Marina Chiara Garassino, Responsabile dell’Oncologia Medica Toraco Polmonare dell’IRCCS Istituto Tumori di Milano intervistata in occasione del Festival delle Scienza Medica di Bologna.

LEGGI ANCHE: TUMORE EPATICO, STUDIO ITALIANO RIVELA: IL MICROBIOTA PREDICE CHI SI PUÒ AMMALARE

«Si tratta di terapie sostanzialmente ben tollerate e sicuramente sopportate meglio della chemioterapia» aggiunge. «Sicuramente siamo all’inizio di una storia perché l’immunoterapia sta cominciando solo adesso a sfoderare le sue prime armi ma attendiamo passi significativi».

LEGGI ANCHE: RACE FOR THE CURE, ROSANNA BANFI: «LA ‘SORELLANZA’ TI SALVA LA VITA. DONNE, DEDICATE DEL TEMPO A VOI STESSE: FATE I CONTROLLI ANNUALI»

L’immunoterapia nasce nei primi anni del XX secolo grazie all’intuizione geniale di Paul Ehrlich, microbiologo tedesco già ideatore della chemioterapia. Ehrlich sostenne la possibilità che alcune molecole, già presenti nell’organismo umano, potessero combattere disfunzioni organiche. Dunque, stimolare l’intervento più ‘massiccio’ delle difese immunitarie naturali poteva essere una buona difesa per il corpo soprattutto contro le cellule cancerogene.

«Una frontiera su cui si lavora da anni – prosegue la Garassino – . Con l’occasione sfatiamo il mito per cui si pensa che in Italia non si fa ricerca. La ricerca in Italia nel campo oncologico è outstanding, siamo al livello delle più importanti istituzioni americane. La ricerca nel nostro Paese è ad altissimo livello ed è connessa a livello internazionale, ne è un esempio calzante l’immunoterapia giunta in Italia a livelli estremamente soddisfacenti».

 

SEGUICI ANCHE SU FACEBOOK <— CLICCA QUI

 

Articoli correlati
Melanoma metastatico, progetto pilota di radiogenomica per valutare risposta a immunoterapia
L’IRCCS San Gallicano vince bando della Ricerca Finalizzata 2019 per “Giovani Ricercatori”. Il finanziamento è a carico del Ministero della Salute e il Principal Investigator è Antonio Guerrisi, medico radiologo dell’ISG
Tumore del polmone, scoperte le mutazioni che causano resistenza all’immunoterapia
Nuovo studio su Annals of Oncology dell’Istituto Nazionale Tumori Regina Elena in collaborazione con il Polo Oncologico Sapienza
Tocilizumab, semaforo verde dall’Aifa per la sperimentazione su larga scala
Intervista al professor Paolo Ascierto (Istituto Pascale di Napoli): «Di 11 pazienti di cui abbiamo i dati, otto hanno avuto un miglioramento. Così combattiamo la tempesta citochinica scatenata dal Coronavirus»
Leucemia, per la prima volta complicanza da immunoterapia risolta con depurazione del sangue
Il ragazzo, in terapia intensiva per gli effetti collaterali dell’immunoterapia con Car-T, è stato trattato con emoperfusione e dimesso dopo soli 15 giorni. Gabriella Bottari (Rianimatore pediatrico Bambino Gesù): «Nuova possibilità per i pazienti»
Tumori, nuove frontiere con immunoterapia. Maio: «Test molecolari essenziali per la pianificazione dei trattamenti»
È quanto si aspetta il professor Michele Maio, direttore del centro di Immuno-Oncologia dell’Azienda Ospedaliera Universitaria di Siena: «Ci saranno sempre più tumori nei quali l’immunoterapia potrà mostrare la propria efficacia»
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 2 agosto, sono 198.335.925 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 4.224.492 i decessi. Ad oggi, oltre 4.11 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla&n...
Covid-19, che fare se...?

Posso bere alcolici prima o dopo il vaccino anti-Covid?

Sbronzarsi nei giorni a cavallo della vaccinazione può compromettere la risposta immunitaria e, dunque, depotenziare gli effetti del vaccino?
Salute

Guida al Green pass, può essere revocato? Serve anche ai ragazzi? Le risposte di Cittadinanzattiva

Chi ne è esentato? E cosa deve fare chi è guarito? Intervista a Isabella Mori, Responsabile del servizio tutela di Cittadinanzattiva