Salute 3 Marzo 2017 18:35

L’udito è un bene prezioso, ecco il decalogo per ascoltare in sicurezza

Migliaia gli adolescenti e i giovani adulti che quotidiniamente corrono il rischio di sviluppare problemi uditivi a causa di uso improprio di dispositivi o esposizioni sbagliate a traumi sonori. In occasione del ‘World Hearing Day’ indetto dall’OMS, ecco alcune regole per proteggere l’udito e prevenire l’ipoacusia

Clacson, cuffie, smartphone, musica nei locali, tanti gli input acustici a cui le nostre orecchie sono sottoposte quotidianamente. L’inquinamento acustico che riempie le nostre giornate, può essere responsabile di disturbi uditivi che se non monitorati possono degenerare in problemi gravi. Proprio per incentivare una buona prevenzione, l’associazione Nonno Ascoltami!, con il patrocinio del Ministero della Salute, ha promosso la campagna di promozione Dica #33 per la Giornata Mondiale dell’Udito indetta dall’Organizzazione Mondiale della Sanità.

L’uovo, simbolo della campagna, è l’icona che rappresenta la fragilità del corpo umano ed evidenzia l’importanza della prevenzione nella diagnosi dei problemi uditivi per evitare danni irreversibili.

In quest’ottica, l’associazione Nonno Ascoltami! ha diffuso un interessante decalogo per proteggere l’udito e ascoltare responsabilmente:

  • Mantenere il volume basso per non superare il 60% dell’intensità massima. Inoltre non superare le otto ore di ascolto al giorno
  • Indossare i tappi per le orecchie in ambienti particolarmente rumorosi, come discoteche, bar, locali notturni
  • Usare i farmaci sotto uno stretto controllo medico, perché anche i medicinali possono influire negativamente sul nostro udito
  • Ridurre l’esposizioni a rumori forti, magari facendo delle pause durante l’ascolto.
  • Controlla i livelli di rumore con specifiche app per smartphone che monitorano i livelli di ascolto sicuri
  • Ai primi segnali di abbassamento dell’udito rivolgersi subito ad uno specialista. La prevenzione è fondamentale
  • Controllare periodicamente l’udito approfittando degli screening uditivi organizzati dalle associazioni
  • Ridurre il consumo di alcol e tabacco
  • Prevenire e curare le otiti con tempestività
  • Ultimo ma non meno importante non utilizzare i bastoncini di cotone per l’igiene dell’orecchio

LA GALLERY DELL’EVENTO

Articoli correlati
Sicurezza alimentare, al via la campagna #EUChooseSafeFood: «Consumatori europei tra i più protetti al mondo»
Il parere del Comitato nazionale sicurezza alimentare più cliccato dai cittadini? La possibilità di contrarre il Covid-19 attraverso il cibo
di Isabella Faggiano
Rt in discesa, ma l’incidenza aumenta ancora. Variante Delta predominante in Italia
L'Rt italiano scende rispetto alla settimana precedente e si staglia a 1.27, incidenza a 73 su 100mila. Ancora in aumento anche i nuovi casi non legati a catene di trasmissione note
La doppia dose di AstraZeneca è meno efficace del mix con altri vaccini?
Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità sarebbe inoltre «plausibile il nesso tra AstraZeneca e casi di trombosi»
Variante Delta, OMS: «Nessun calo significativo della protezione dei vaccini da esiti gravi»
L’Organizzazione Mondiale della Sanità ricorda che è «già previsto che si verifichi una quota di casi anche fra vaccinati»
Nel 2020 23 milioni di bambini non hanno ricevuto i vaccini di routine. L’allarme Oms-Unicef
23 milioni di bambini hanno saltato almeno una dose di un vaccino di base nel 2020, 17 milioni probabilmente non ne hanno ricevuta nemmeno una. Oms e Unicef chiedono ai paesi di tornare a impegnarsi per evitare focolai multipli
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 22 settembre, sono 229.563.544 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 4.709.292 i decessi. Ad oggi, oltre 5,96 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla&...
Salute

Aumentano i contagi tra i sanitari: 600% in più in un mese, l’84% sono infermieri

La presidente FNOPI Mangiacavalli interpreta i dati dell'ISS. Anche nel Regno Unito gli studi confermano che la protezione dall'infezione si riduce dopo 5 mesi dalla seconda dose per Pfizer e AstraZen...
Salute

Pericarditi e miocarditi dopo il vaccino, Perrone Filardi (SIC): «Casi rari e mai gravi»

Dopo i casi della pallavolista Marcon e del calciatore Obiang colpiti da pericardite e miocardite, la parola al professor Pasquale Perrone Filardi, presidente eletto della Società Italiana di C...
di Federica Bosco