Salute 10 Aprile 2017 11:36

Giornata Internazionale dell’Omeopatia: rimedi naturali per ogni specializzazione medica

Omeopatia e naturopatia, le medicine non convenzionali che registrano un numero sempre maggiore di adesioni. In quest’ottica occorre una continua formazione da parte del personale sanitario

Giornata Internazionale dell’Omeopatia: rimedi naturali per ogni specializzazione medica

L’omeopatia è la più diffusa tra le medicine non convenzionali, nasce in Germania alla fine dell’Ottocento e viene riconosciuta come “atto medico” (quindi che può essere esercitata solo da un medico) con la delibera di Terni del 2002 da parte della Federazione Nazionale dell’Ordine dei Medici.

Oggi dell’Omeopatia e delle Medicine Complementari, ne usufruiscono 12 milioni di italiani (cifra raddoppiata dal 2000 ad oggi, secondo i dati Eurispes 2017) e da 100 milioni di persone in tutta Europa. Un settore in evidente crescita, che attira sempre più pazienti e che richiede quindi una continua formazione da parte del personale sanitario.

A questo proposito, il Provider ECM 2506 Sanità in-Formazione, in partnership con Consulcesi Club, offre un corso FAD gratuito, dal titolo Per chi l’omeopatia, che ha proprio l’obiettivo di sottolineare come tutte le specializzazioni e le patologie possano avvalersi di rimedi omeopatici: dalla medicina generale, con rimedi per la sindrome metabolica e le patologie respiratorie, incluse asma e pollinosi, alla ginecologia e all’ostetricia, in cui l’omeopatia può essere utilizzata per la prevenzione delle problematiche della gravidanza e la terapia post-partum; ma anche pediatria, oculistica, otorino, odontoiatria, dermatologia, geriatria e reumatologia.

Infine, come sottolineato dal Professor Chiriacò, medico omeopata e coordinatore della Commissione per le Medicine non Convenzionali della FNOMCeO e responsabile scientifico del corso, l’Omeopatia può essere anche un rimedio efficace per combattere la depressione, la cui giornata mondiale è stata celebrata proprio qualche giorno fa. Alla fine del corso è possibile sostenere un test finale per l’accertamento della comprensione degli argomenti, che assegna 3 crediti formativi ECM.

Articoli correlati
Gli anestesisti contestano Anelli: «Il documento Fnomceo disegna contorni aberranti per il 118»
Aaroi Emac disapprova l’audizione in Senato della Federazione degli Ordini dei Medici sulla riforma del 118
La proposta FNOMCeO: chiedere status vaccinale a chi accede a SSN e provare a convincere indecisi
Come convincere chi non vuole fare il vaccino? Prima di pensare all'obbligo il presidente della Federazione degli Ordini dei Medici Anelli fa una proposta a Speranza
Facoltà di Medicina, FNOMCeO: «Oltre 14000 posti ma tra sei anni meno della metà riuscirà a specializzarsi»
Il Presidente della Federazione degli Ordini dei Medici Filippo Anelli: «Far corrispondere, per legge, ogni laurea a una borsa»
Bufera su Burioni per un tweet. Codacons lo denuncia, Anelli (FNOMCeO) lo difende
La Federazione: «Invitiamo tutte le parti ad abbassare i toni e a riportarli all'interno di un dibattito civile e democratico». Bassetti: «Polemica sterile». Gismondo: «Considerare peso delle parole usate». E intanto lui fa marcia indietro
Medici e PNNR, mozione al Consiglio nazionale FNOMCeO: «Coinvolgere i professionisti»
Bocciato, o meglio rimandato a settembre, il Documento “Agenas” sulle Case di Comunità, previste dalla Missione 6 Salute del Piano nazionale di ripresa e resilienza
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 21 settembre, sono 229.083.964 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 4.700.041 i decessi. Ad oggi, oltre 5,93 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla&...
Salute

Aumentano i contagi tra i sanitari: 600% in più in un mese, l’84% sono infermieri

La presidente FNOPI Mangiacavalli interpreta i dati dell'ISS. Anche nel Regno Unito gli studi confermano che la protezione dall'infezione si riduce dopo 5 mesi dalla seconda dose per Pfizer e AstraZen...
Salute

Pericarditi e miocarditi dopo il vaccino, Perrone Filardi (SIC): «Casi rari e mai gravi»

Dopo i casi della pallavolista Marcon e del calciatore Obiang colpiti da pericardite e miocardite, la parola al professor Pasquale Perrone Filardi, presidente eletto della Società Italiana di C...
di Federica Bosco