Salute 10 Aprile 2017

Giornata Internazionale dell’Omeopatia: rimedi naturali per ogni specializzazione medica

Omeopatia e naturopatia, le medicine non convenzionali che registrano un numero sempre maggiore di adesioni. In quest’ottica occorre una continua formazione da parte del personale sanitario

Immagine articolo

L’omeopatia è la più diffusa tra le medicine non convenzionali, nasce in Germania alla fine dell’Ottocento e viene riconosciuta come “atto medico” (quindi che può essere esercitata solo da un medico) con la delibera di Terni del 2002 da parte della Federazione Nazionale dell’Ordine dei Medici.

Oggi dell’Omeopatia e delle Medicine Complementari, ne usufruiscono 12 milioni di italiani (cifra raddoppiata dal 2000 ad oggi, secondo i dati Eurispes 2017) e da 100 milioni di persone in tutta Europa. Un settore in evidente crescita, che attira sempre più pazienti e che richiede quindi una continua formazione da parte del personale sanitario.

A questo proposito, il Provider ECM 2506 Sanità in-Formazione, in partnership con Consulcesi Club, offre un corso FAD gratuito, dal titolo Per chi l’omeopatia, che ha proprio l’obiettivo di sottolineare come tutte le specializzazioni e le patologie possano avvalersi di rimedi omeopatici: dalla medicina generale, con rimedi per la sindrome metabolica e le patologie respiratorie, incluse asma e pollinosi, alla ginecologia e all’ostetricia, in cui l’omeopatia può essere utilizzata per la prevenzione delle problematiche della gravidanza e la terapia post-partum; ma anche pediatria, oculistica, otorino, odontoiatria, dermatologia, geriatria e reumatologia.

Infine, come sottolineato dal Professor Chiriacò, medico omeopata e coordinatore della Commissione per le Medicine non Convenzionali della FNOMCeO e responsabile scientifico del corso, l’Omeopatia può essere anche un rimedio efficace per combattere la depressione, la cui giornata mondiale è stata celebrata proprio qualche giorno fa. Alla fine del corso è possibile sostenere un test finale per l’accertamento della comprensione degli argomenti, che assegna 3 crediti formativi ECM.

Articoli correlati
Aggredite due dottoresse in servizio, ma l’uomo non viene arrestato e le minaccia di nuovo
Teatro della violenza l’ospedale San Giovanni di Roma. Le due donne erano intente a salvare un paziente quando sono state aggredite da un tossicodipendente. I dati FNOMCeO: 1.200 le denunce 'ufficiali' all'Inail ogni anno
ECM, Lavalle (OMCeO Bari): «Medici obbligati moralmente a formarsi per rapporto con pazienti»
Il vicepresidente OMCeO di Bari, Franco Lavalle si dice soddisfatto dell’azione intrapresa dalla Federazione Medici Chirurghi e Odontoiatri riguardo l’aggiornamento professionale: «A Bari ogni anno organizziamo una ventina di corsi»
Stati generali, Anelli(FNOMCeO): «Specializzandi ultimo anno in SSN, così 5mila borse in più»
Al via gli Stati Generali della Professione medica. Il presidente FNOMCeO, Filippo Anelli: «Elaboreremo un documento finale che orienterà la professione e il ruolo del medico all’interno della società». Un percorso che condurrà a scrivere la Magna Carta della professione
“Offre l’Italia”, la campagna social di FNOMCeO contro la fuga dei medici all’estero
«Ogni anno, 1500 medici vanno a specializzarsi all’estero. E non tornano. Costano all’Italia oltre 225 milioni», spiega la Federazione nazionale degli Ordini dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri (FNOMCeO)
“Furbetti dell’ECM”, Anelli annuncia: «A giorni invierò lettera a tutti gli OMCeO per ulteriori solleciti»
Il Presidente della FNOMCeO a Sanità Informazione: «Non credo ci saranno altre proroghe, ma medici non hanno il tempo di aggiornarsi. Corsi FAD possono essere la soluzione, ma se all’interno delle aziende del SSN si facesse veramente formazione, non avremmo questi dati». E sul pressing dei pazienti che vogliono sapere se il proprio medico è aggiornato aggiunge: «Se il legislatore ci chiede di mettere a disposizione questi dati, lo faremo»
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Lavoro

ECM, finisce a Striscia la Notizia il caso dei medici non in regola. FNOMCeO: «Dal 2020 sanzioni per chi non sarà in regola»

Anche la popolare trasmissione di Canale 5 punta i riflettori sul caso dei tanti medici che non rispettano l’obbligo di legge sull’aggiornamento continuo in medicina. Gerry Scotti: “Pazienti pre...
Formazione

Obbligo ECM, Rosset (OMCeO Aosta): «La formazione tutela la salute pubblica. Con sentenza si esce dall’ambiguità»

«Il rispetto della formazione, la tutela della salute e l’obbligo di rispondere a quanto viene dettato dal legislatore, quindi a osservare la legge, sono cose assolutamente imprescindibili e che re...
di Giovanni Cedrone e Diana Romersi
Salute

Guarire dalla balbuzie si può: Chiara Comastri, psicologa ed ex balbuziente, ci spiega come agisce il metodo Psicodizione

Da balbuziente ad esperta di linguaggio: la psicologa Chiara Comastri si racconta a Sanità Informazione e rivela: «Con un approccio di tipo cognitivo comportamentale e un percorso preciso si possono...