Salute 12 Giugno 2019

ECM, l’annuncio del ministro Grillo: «Nuovo sistema di incentivi e premialità per la formazione dei professionisti sanitari»

Si è insediata al ministero la nuova Commissione nazionale per la formazione presieduta dal ministro della Salute, che ha commentato: «Da oggi cambio di rotta per il bene del nostro SSN: superare l’attuale sistema sanzionatorio e punitivo»

Immagine articolo

Il ministro della Salute, Giulia Grillo, ha presieduto la prima riunione della Commissione nazionale per la formazione, il nuovo organismo istituito presso l’Agenzia Nazionale per i Servizi sanitari regionali (Agenas) per il triennio 2019-2021.

«Immagino un sistema per l’aggiornamento professionale caratterizzato da incentivi e premialità per le aziende sanitarie. Dobbiamo superare l’attuale sistema esclusivamente sanzionatorio e punitivo, che non invoglia una categoria professionale già sottoposta a gravosi impegni di lavoro. Da oggi cambino rotta per il bene del nostro SSN». Con queste parole il ministro Grillo ha augurato buon lavoro alla nuova Commissione.

LEGGI ANCHE: ECM, OMCEO ROMA PUNTA SU FORMAZIONE A DISTANZA. MAGI: «SE I MEDICI NON RIESCONO AD AGGIORNARSI È ANCHE COLPA DEL BLOCCO DEL TURN-OVER»

«La Commissione Ecm – si legge nella nota del ministero – ha il compito di assicurare una formazione continua e qualificata a tutti i professionisti che operano nel sistema salute, per garantire prestazioni sanitarie di qualità e aggiornate alle conoscenze scientifiche e tecnologiche, per rispondere al meglio ai bisogni dei pazienti e alle complessità crescenti del servizio sanitario».

«La Commissione è stata ricostituita con decreto del ministro della Salute del 17 aprile 2019. Presieduta dal ministro della Salute, coadiuvata come vicepresidenti dal coordinatore della Commissione Salute e dal Presidente della Federazione Nazionale degli ordini dei medici chirurghi e degli odontoiatri».

«Sono componenti di diritto: il direttore generale dell’Agenzia Nazionale per i Servizi sanitari regionali, il direttore generale delle Risorse Umane e delle Professioni Sanitarie del ministero della Salute e Olinda Moro, come Segretario, responsabile del Supporto Amministrativo-Gestionale della commissione nazionale per la formazione continua».

LEGGI ANCHE: FORMAZIONE ECM, CONSULCESI CAMBIA PER SEMPRE LA FAD. IL PRESIDENTE TORTORELLA: «UNA BEST PRACTICE CHE PORTEREMO NEL MONDO»

Gli altri membri sono: Marinella D’Innocenzo, Daniela Russetti, Walter Mazzucco, Giacomo Walter Locatelli e Eugenio Agostino Parati per il ministero della Salute; Vincenzo Gentile e Gian Vincenzo Zuccotti  per il ministero della Salute su proposta del ministro dell’Istruzione, dell’università e della ricerca; Silvia Falsini, Franco Ripa, Massimiliano Barresi, Claudio Costa, Luigi Califano, Marco Biagio Marsano, Paolo Messina e Roberto San Filippo per la Conferenza Stato-Regioni; Roberto Stella e Roberto Monaco di FNOMCeO; Alessandro Nisio per la commissione nazionale Albo Odontoiatri; Giovanni Zorgno per Federazione Nazionale degli Ordini dei Farmacisti; Gaetano Penocchio per la Federazione Nazionale Ordini Veterinari Italiani; Nausicaa Orlandi per la Federazione Nazionale degli Ordini dei Chimici e Fisici; Roberto Calvani per il Consiglio Nazionale Ordini Psicologi; Claudia Dello Iacovo per l’Ordine Nazionale dei Biologi; Palmiro Riganelli e Pierpaolo Pateri per la Federazione Nazionale degli Ordini delle Professioni Infermieristiche; Marialisa Coluzzi per la Federazione Nazionale degli Ordini della Professione Ostetrica; Emiliano Mazzucco, Anna Giulia De Cagno, Gianluca Signoretti e Alessandro Macedonio per la Federazione Nazionale Ordini dei Tecnici sanitari di radiologia medica, delle professioni sanitarie tecniche, della riabilitazione e della prevenzione.

Articoli correlati
Per quanto riguarda il Dossier Formativo di gruppo quali sono i soggetti abilitati a costruirlo?
I soggetti sono i seguenti: Per le Aziende Sanitarie, Pubbliche e Private o per le strutture universitarie: L’Ufficio formazione ovvero uno o più delegati, il responsabile della didattica, il responsabile del gruppo delle singole Unità operative, Per gli Ordini, i Collegi, rispettive Federazioni nazionali e Associazioni maggiormente rappresentative delle professioni sanitarie: il Presidente, il legale […]
Liste di attesa, l’ex ministro Grillo: «Mettere a bando le prestazioni». Cittadinanzattiva: «Serve piano straordinario»
Il lockdown ha messo in standby milioni di prestazioni sanitarie che ora devono essere recuperate. Per Moccia (Cittadinanzattiva) bisogna tornare al Piano nazionale «che stabilisce tempi massimi per esami e visite». Interpellanza della Grillo a Speranza: «Siano illustrate le modalità di monitoraggio dei tempi di attesa»
Quali regole deve adottare il Provider sul luogo di svolgimento di un evento?
La sede dell’evento deve essere conforme alla normativa in materia di sicurezza dei luoghi e deve essere adeguata alla tipologia di attività formativa erogata. Il provider non può organizzare eventi formativi presso sedi, anche estere, rese disponibili da aziende aventi interessi commerciali in ambito sanitario.
Consumerismo critica decreto Scuola: «L’eccellenza del nostro SSN svilita in Parlamento»
Secondo l'associazione dei consumatori, il bonus di 50 crediti ECM è «un sei politico per tutti che sa di premio alla mediocrità»
Cisl medici Lazio: «Garantire l’assistenza e la cura per le patologie acute e croniche è la priorità»
La Cisl Medici Lazio «continuerà a fare la propria parte nella difesa del Sistema Sanitario pubblico soprattutto in questo momento così difficile per la salute degli italiani».  Così il sindacato in una nota. «Siamo sempre pronti al dialogo con l’Assessorato alla Sanità della Regione Lazio – spiegano il dottor Luciano Cifaldi, segretario generale Cisl Medici […]
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

La diffusione del coronavirus in tempo reale nel mondo e in Italia

Al 9 luglio, sono 12.051.561 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 549.735 i decessi. Mappa elaborata dalla Johns Hopkins CSSE.   I CASI IN ITALIA Bollettino del 8 luglio: nell’ambito del ...
Diritto

Pensioni, la Cassazione: «Necessaria richiesta per lavorare fino a 67 anni». Altrimenti due anni di attesa per il primo assegno

Il rischio per il lavoratore è di essere sollevato dall’incarico al compimento dei 65 anni, senza ricevere la pensione. Possibile eccessiva riduzione degli organici in sanità
Lavoro

Riforma sistema 118, le posizioni (opposte) di medici dell’Emergenza e SIS 118

Presentato al Senato il Ddl di riforma del 118: prevede organici propri e un sistema dipartimentale. Ma è scontro tra Balzanelli (SIS 118) e Manca (Simeu)