Salute 21 novembre 2018

Farmacia, il futuro della professione. Mandelli (FOFI): «Legge 2009 ha posto basi, ora lavorare su deospedalizzazione e rete tra attori sistema»

«Basta aprire una porta per trovare dietro al bancone un professionista che ti ascolta, questo è il farmacista, sempre sul territorio e accanto al cittadino». L’intervista a Andrea Mandelli in occasione dei 40 anni del SSN

Immagine articolo

Un professionista multitasking e iper accessibile sul territorio: questa la descrizione che Andrea Mandelli, presidente della Federazione degli ordini dei farmacisti Italiani (FOFI), fa del farmacista del futuro. Una figura che ha un ruolo prioritario nel tessuto sanitario del Paese perché «basta aprire la porta di una farmacia e il professionista è lì, a portata di tutti, disponibile a interfacciarsi con le richieste del cittadino», prosegue il primo rappresentante della Federazione. Ad incrementare l’efficacia di questo professionista sanitario, colonna portante del Sistema sanitario nazionale, una rete d’interscambio che coinvolge tutti gli attori del sistema e che mette al centro il paziente e le sue necessità.

LEGGI ANCHE: FARMACISTI, MANDELLI (FOFI): «NON SOLO ‘DISPENSATORI DI FARMACI’, MA RIFERIMENTO PER LA SALUTE. LA FARMACIA DEI SERVIZI NOSTRO GRANDE IMPEGNO»

Presidente Mandelli, il Servizio sanitario nazionale ha compiuto 40 anni, in questi anni qual è stato il percorso del farmacista?

«Il farmacista in questi anni ha subito tante trasformazioni, il suo ruolo è stato molto importante nell’ambito del sistema e vogliamo che rimanga tale per i prossimi 40 anni. La sfida che vogliamo affrontare in futuro è quella che abbiamo cominciato con la legge sui servizi del 2009 (decreto legislativo 153/2009, in attuazione della legge 69/2009 ndr.), che garantisce una serie di prestazioni utili per il paziente e istituisce la farmacia dei servizi che rimane vicina all’utente ed è un vantaggio non solo per il paziente stesso ma anche per lo Stato. L’obiettivo è favorire la deospedalizzazione che porta vantaggi economici innegabili e l’evoluzione della professione va proprio in questa direzione. La farmacia dei servizi è la possibilità di coinvolgere il farmacista nell’aderenza alle terapie, quindi un cambiamento di paradigma che va di pari passo con la necessità di razionalizzare le spese proprio per permettere a questo SSN di festeggiare altri compleanni».

Nel futuro il farmacista può avere un ruolo ancor più centrale?

«Credo che sia ineludibile, è evidente che andare sul territorio non può prescindere dalla figura di un professionista iper-accessibile con cui ogni cittadino può venire in contatto: basta aprire la porta di ogni farmacia per trovare un farmacista che ti aiuta a risolvere un problema. Da sottolineare anche l’importanza di una rete che leghi altre figure come medici e infermieri all’interno dell’assistenza al paziente. Il ruolo del farmacista è definito e lo stiamo costruendo ogni giorno per renderlo sempre più efficace nell’assistenza al cittadino perché questa è la cosa più importante».

LEGGI ANCHE: ADERENZA TERAPEUTICA, CITTADINANZATTIVA: DAL 30% AL 50% DEI FARMACI NON SONO ASSUNTI IN MODO CORRETTO. IN UE OLTRE 194MILA DECESSI

La rete tra tutti gli attori del sistema a cui fa riferimento (farmacista, medico e professioni sanitarie) esiste già? Se sì, come renderla più forte?

«Ritengo che la rete tra professionisti è già di fatto sul territorio, ed è una normalità quando è a cuore le sorti del paziente. È prioritario concentrarsi sull’utente per risolvere il problema battendo gli steccati della professione per avvantaggiare l’assistenza. Io credo che i professionisti sul territorio già facciano rete e noi a livello centrale dobbiamo cercare di parlarci di più e trovare quelle soluzioni che, con un dialogo sereno e nel rispetto delle competenze di tutti, sono fondamentali per rimanere sempre al fianco del paziente, quindi l’obiettivo è sempre di più incrementare una sinergia del rispetto dei ruoli».

Articoli correlati
Sabato 9 febbraio tutti in farmacia per donare un farmaco a chi ne ha bisogno
“Anche quest’anno le farmacie partecipano numerose alla Giornata di Raccolta del Farmaco, confermando con grande senso di responsabilità e solidarietà il proprio ruolo di presidio territoriale sociosanitario sempre attento alle esigenze dei cittadini, in particolare dei più deboli. Ringrazio tutti i colleghi, i volontari e i cittadini che con la loro generosità permettono di donare […]
Aderenza terapeutica, quale il ruolo della farmacia? Tobia (Federfarma): «Siamo colonna del SSN. Necessaria alleanza tra attori del sistema»
Quattro milioni di italiani entrano ogni giorno in farmacia, «dunque bisogna puntare su questa per insegnare prevenzione e adesione alle cure». L’intervista a Roberto Tobia, presidente Federfarma Palermo e Tesoriere Federfarma nazionale
Farmacie e Nuova Remunerazione: riaperto il confronto nella filiera; obiettivo sostenibilità ed efficienza
Le parole d’ordine sono Sostenibilità ed Efficienza, sostenibilità per il SSN e la filiera distributiva del farmaco ed efficienza per il cittadino. Queste le conclusioni a cui è arrivato il Tavolo della filiera distributiva, al suo primo incontro dopo la mancata proroga alla legge 135/2012 in materia di remunerazione. L’incontro tenutosi nella sede di Assofarm, […]
Farmacia dei servizi, si va avanti. Toschi (Federfarma): «Stanziati 36 milioni: Lazio, Piemonte e Puglia i primi a partire»
Il presidente di Federfarma Emilia-Romagna e componente del Consiglio di Presidenza spiega a Federfarma Channel: «Nell’ultimo consiglio elaborate le linee guida da presentare al Ministero per renderla effettiva». E sugli imminenti Stati Generali: «Si farà il punto su convenzione, remunerazione e normativa sui capitali in farmacia»
Furti e rapine in farmacia, Federfarma: “Situazione drammatica, ormai è un vero incubo”
“Siamo veramente esasperati e amareggiati. Non si può più andare avanti così. Viviamo in un incubo continuo con il terrore, ogni mattina, di tirare su la saracinesca della farmacia e trovarla vuota.  Anche stamattina sono stato svegliato dall’ennesima telefonata di una collega disperata perché vittima della banda del buco: della sua farmacia ha trovato solo […]
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Lavoro

Taglio pensioni e quota 100, che succede ai medici iscritti all’Enpam? Parla il vicepresidente Malagnino

Ad agosto le prime uscite dei dipendenti pubblici con 62 anni di età e 38 di contributi. Secondo i sindacati, saranno circa mille i medici che ogni anno approfitteranno della riforma pensionistica, c...
Sanità internazionale

La lettera di un medico stressato: «Il mio lavoro sta prosciugando la mia umanità»

«L’ultimo tuo contatto umano, poco prima che le tue condizioni peggiorassero velocemente e morissi, è stato con un medico stressato e distaccato, che ha interrotto il tuo ricordo felice. Ti chiedo...
Lavoro

Ex specializzandi: nel 2018 dallo Stato rimborsi per oltre 48 milioni e nuovi ricorsi sono pronti per il 2019

La "road map dei risarcimenti" regione per regione: Lazio in testa con 9 milioni, sul podio Lombardia e Sicilia. Più di 31 milioni al centro-sud con la Sardegna in forte crescita. Pronta la nuova azi...