Salute 18 dicembre 2017

ECM, pochi giorni alla scadenza della proroga. Ecco “Filmtherapy”, il corso FAD ideale da seguire durante le feste

Star Wars, Harry Potter e Piccole Donne, la dottoressa Monica Calderaro, psicologa ed esperta di “cinema terapia”: «Ecco i 10 film da vedere a Natale per far stare bene noi e i pazienti»

Immagine articolo

Le feste di Natale sono una preziosa occasione per riunirsi in famiglia, anche davanti a un bel film da vedere in televisione. Le pellicole che vengono trasmesse in questo periodo sono ormai dei classici: dai fantasy ai cartoni animati, passando per i film romantici fino alle commedie destinate a grandi e piccini. Ma i film non rappresentano solo un mero intrattenimento: possono agevolare un vero e proprio percorso di comprensione del sé e dell’altro. Per questo, il provider ECM 2506 Sanità in-Formazione e la dottoressa Monica Calderaro, psicologa ed esperta di Filmtherapy, in collaborazione con Consulcesi Club, lanciano le 10 pellicole da vedere a Natale.

LA SAGA DI “HARRY POTTER” INSEGNA A LOTTARE CONTRO LE PROPRIE PAURE. L’intera saga di Harry Potter ci insegna che il “male” non fa solo parte del mondo fantastico, ma anche della realtà quotidiana e aiuta ad affrontare le proprie paure e fragilità, così come fa il giovane protagonista, con la spinta a lottare per il raggiungimento dei propri scopi.

“HOOK- CAPITAN UNCINO” E LA LEZIONE SULLE GIUSTE PRIORITÀ. Un film utile per coloro che non hanno ben chiare le priorità inerenti determinati antichi valori quali la solidarietà ed il coraggio, andando alla ricerca sfrenata del successo.

“STAR WARS” E LA FIDUCIA IN SÉ STESSI. L’epopea di “Guerre Stellari” è in grado di veicolare la fiducia nei propri mezzi ed abilità, nonché nel valore della coesione del gruppo.

“IL DIARIO DI BRIDGET JONES” E I CLIMI EMOTIVI IN UFFICIO. Il film aiuta a riflettere sulla propria autostima e su alcuni aspetti inerenti determinati stili comportamentali che alcuni uomini adottano nell’ambito lavorativo (ad esempio in ufficio) e al clima emotivo che può venire a crearsi.

“IL RE LEONE” E LA CONQUISTA DELL’AUTOSTIMA. Il film è utile ad ampio spettro in quanto rappresenta uno stimolo positivo in vari aspetti quali coraggio e fiducia in se stessi, spingendo alla conquista dell’autostima.

“KUNG FU PANDA” INSEGNA A SOSTENERE I PROPRI FIGLI. Il film diffonde l’importante messaggio mirato al sostegno verso i propri figli nel credere nelle proprie capacità, finalizzate al raggiungimento degli obiettivi. Significativa la frase della saggia tartaruga Oogway a rinforzo di determinati vissuti: «Ieri è storia, domani è un mistero, oggi è un dono, per questo si chiama presente».

“MRS. DOUBTFIRE” E LE CONSEGUENZE DI UNA CRISI MATRIMONIALE. Il film ben veicola il messaggio che è doveroso riflettere prima di distruggere un matrimonio, anche per le inevitabili ripercussioni sui figli.

“PETER PAN – RITORNO ALL’ISOLA CHE NON C’È” PER FARE CHIAREZZA NEI VALORI. È indicato a chi vive nella confusione dei valori e non riesce a comprendere le principali priorità della vita, inviando peraltro chiari messaggi di ‘attenzione’ nel non credere a tempo pieno alle favole, pur apprezzandole.

“PICCOLE DONNE” E LA CRESCITA PERSONALE. Spunti per una valida evoluzione personale a seconda delle singole congenialità. Buoni si presentano i confronti con l’esasperazione dei vari modelli femminili quali: la donna di casa, l’intellettuale indipendente, la seduttiva cinica.

“LA LEGGENDA DI UN AMORE – CINDERELLA” PER SCONFIGGERE IL VITTIMISMO. Può rappresentare un’ottima fonte ispiratrice di “riscatto” per qualche giovane donna abituata a vivere in modo vittimistico il vissuto di inferiorità, aiutando a riflettere su eventuali spunti innovativi ed interventistici, adeguandoli alla propria caratteristica personologica.

La dottoressa Monica Calderaro, tra gli autori del libro “I film che aiutano a stare meglio. Filmtherapy”, è responsabile scientifica del corso FAD (Formazione a Distanza) del provider ECM 2506 Sanità in-FormazioneFilmtherapy: l’uso del mezzo filmico come strumento di insight” in partnership con Consulcesi Club. Il corso fa parte della “Top 10” degli oltre 150 corsi del provider ECM 2506 Sanità in-Formazione, a cui di recente è stato assegnato dall’Annuario della Formazione in Sanità il primo posto della classifica “The Best Provider Ecm 2016” nella categoria “Formazione a Distanza FAD”.

Filmtherapy: l’uso del mezzo filmico come strumento di insight”, on line gratuitamente sul sito www.corsi-ecm-fad.it, è sviluppato in due moduli didattici composti da video-lezioni e materiali di approfondimento. Un questionario finale accerta la comprensione dei contenuti e assegna 3 crediti ECM, utili a completare l’obbligo formativo per il triennio 2014-2016, in scadenza (dopo l’anno di proroga) il 31 dicembre 2017.

LA TOP TEN DEL PROVIDER ECM 2506 SANITÀ IN-FORMAZIONE

  1. BLSD – PBLSD e Manovre di disostruzione
  2. Acido o base? L’equilibrio vitale per l’uomo
  3. Disfagia
  4. Stress lavoro correlato nelle professioni sanitarie
  5. Abilità di counseling in ambito sanitario
  6. Ricostruzione mammaria post oncologia
  7. Antistress: teoria e pratica
  8. Filmtherapy: l’uso del mezzo filmico come strumento di insight
  9. La prova del danno alla salute, il ruolo della consulenza tecnica d’ufficio: cosa cambia dopo la legge Gelli
  10. Fondamenti di medicina tradizionale cinese – campi di applicazione
Articoli correlati
Cancro al seno, colpita 1 donna su 8. I consigli salvavita dell’oncologo: «Fondamentale diagnosi precoce»
Nel 2016, in Italia, si sono ammalate di tumore al seno oltre 50mila donne. Il Professor Giuseppe Petrella, oncologo e docente di Chirurgia Generale presso l’Università Tor Vergata di Roma, spiega a medici e pazienti come affrontare il “killer delle donne” con il corso Fad “Patologia mammaria: prevenzione, diagnosi e terapia” abbinato al cortometraggio “La storia di Francesca”
Mangiare sano con gusto, la “ricetta” della Dottoressa Serena Missori: «Rivolgersi a medici correttamente formati»
Mangiare sano senza rinunciare al gusto. E’ possibile? L’endocrinologa e nutrizionista Serena Missori, referente scientifica per il Provider ECM 2506 Sanità in-Formazione, nonché autrice di diversi libri di successo (tra cui l’ultimo, in ordine di tempo, è “La dieta dei biotipi”) spiega perché la corretta alimentazione di un paziente passa anche e soprattutto dalla corretta […]
“No Limits”, il Film Formazione che sfida i limiti della disabilità
Sport, nuove tecnologie ed oggi anche un Film Formazione. Ecco i nuovi strumenti a disposizione dei medici italiani per il trattamento e la cura clinica e psicologica dei pazienti affetti da disabilità motoria
“Cardiopathos”: il Film Formazione che ti allunga la vita…
On line il nuovo corso FAD per i medici sulla rianimazione cardio-polmonare e le manovre di disostruzione basato sulle recenti linee guida dell’American Heart Association
Labbro leporino, ogni anno 165mila casi. Corso FAD porta l’eccellenza italiana nel mondo
Grazie alla collaborazione tra “Emergenza Sorrisi” e “Sanità in-Formazione” gli operatori sanitari potranno imparare a prevenire e trattare la malformazione
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Lavoro

E-fattura, Marino (OMCeO Roma): «Dal 2019 cambia tutto, professionisti sanitari si attivino o rischio sanzioni»

«Per attivare la procedura occorre il ‘sistema d’interscambio’: ecco come funziona» così Emanuela Marino dell’Ufficio relazioni con il pubblico dell’OMCeO Roma parla delle novità in mate...
Salute

Endometriosi, arriva nuovo Ddl: 25 milioni per la ricerca e bonus malattia. Sileri (Comm. Sanità): «Prevenzione e tutela contro patologia subdola»

Per contrastare il ritardo nella diagnosi il disegno di legge presentato al Senato prevede corsi di formazione per ginecologi e medici di famiglia e una Giornata nazionale per parlare della malattia. ...
Politica

Sunshine Act, ecco cosa prevede Ddl trasparenza. Il relatore Baroni (M5S): «Così si previene corruzione. Per i medici no oneri burocratici»

Il provvedimento, in discussione in Commissione Affari Sociali, è sul modello di una analoga legge francese. Soglia minima per la dichiarazione è 10 euro: l’obbligo sarà in capo alle industrie sa...