Salute 29 Luglio 2022 16:49

Due sintomi «rivelatori» del Covid, l’avvertimento dello scienziato britannico

Tim Spector, fondatore dell’app Covid Zoe, ha avvertito che la stanchezza al mattino, anche dopo una buona notte di sonno, e il mal di gola possono essere considerati segni «rivelatori» dell’infezione Covid-19

Due sintomi «rivelatori» del Covid, l’avvertimento dello scienziato britannico

Un importante professore britannico, Tim Spector, fondatore dell’app Covid Zoe, ha avvertito che la stanchezza al mattino, anche dopo una buona notte di sonno, e il mal di gola possono essere considerati segni «rivelatori» dell’infezione Covid-19. In effetti, il mal di gola è stato segnalato più comunemente nelle persone con Covid-19 rispetto a un normale raffreddore. Per questo, secondo Spector, se si notano questi due sintomi bisognerebbe presumere che sia Covid.

Stanchezza e mal di gola? Più probabile che sia Covid-19 che un raffreddore

«Attualmente ci sono il doppio dei casi di Covid rispetto ai comuni raffreddori», ha avvertito Spector su Twitter. «Il rapporto non è mai stato così alto. I sintomi sono più o meno gli stessi tranne generalmente per il maggior affaticamento e il mal di gola, quindi è meglio presumere che sia Covid!», aggiunge. «Se puoi cerca di fare il test», raccomanda Spector. «Se non riesci a fare il test, supponi di avere il raffreddore e stai lontano dalle altre persone finché non ti senti meglio», aggiunge, ricordando che gli studi indicano che le nuove varianti BA.4 e BA.5 sono in grado di eludere le difese immunitarie esistenti e addirittura di neutralizzarne alcune. «Non sorprende che abbiano così tanto successo», evidenzia Spector.

In Italia aumentano i casi di reinfezione anche con i sintomi

In effetti, aver avuto l’infezione o essere vaccinati con tutte le dosi raccomandate  non dà alcuna garanzia di immunità dal contagio. Diminuiscono certamente le probabilità di sviluppare una malattia grave, ma non allontanano del tutto il virus Sars-CoV-2. Non a caso, come segnalato nell’ultimo monitoraggio settimanale dell’Istituto superiore di sanità (Iss), le reinfezioni in Italia sono in aumento. «Nell’ultima settimana – si legge nel report diffuso la scorsa settimana – la percentuale di reinfezioni Covid-19 sul totale dei casi segnalati risulta pari a 12%, in leggero aumento rispetto alla settimana precedente (11,7%)”. Dal 24 agosto 2021 al 13 luglio 2022 sono stati segnalati 813.817 casi di reinfezione, pari a 5,2% del totale dei casi notificati. nei più giovani (12-49 anni) e negli operatori sanitari».

 

Iscriviti alla Newsletter di Sanità Informazione per rimanere sempre aggiornato

Articoli correlati
Stanchezza e mal di testa: studio rivela i sintomi principali del Long Covid
Uno studio del Medical College of Georgia ha rilevato quali sono i sintomi più segnalati dai pazienti a più di quattro mesi dal Covid-19. I principali sono stanchezza e mal di testa, seguono dolori muscolari, tosse, alterazioni dell'olfatto e del gusto, febbre, brividi e congestione nasale
Studio rivela il sintomo Covid che colpisce i vaccinati
I dati raccolti dall'App ZOE Health Study indicano stato un aumento delle segnalazioni di diarrea nel gennaio 2022 tra i vaccinati. Il sintomo dura in media 2-3 giorni
Covid, Fiaso: «Giù del 20% i ricoveri nell’ultima settimana, -22% nelle terapie intensive»
Le terapie intensive segnano un -22% rispetto alla settimana precedente e un indice di occupazione del 4,4%. In calo del 27% i ricoveri Covid pediatrici negli ospedali aderenti al network sentinella di Fiaso
Vaccini adattati alle varianti per l’autunno-inverno: accordo tra Ue e Moderna
Moderna sposta dall'estate in corso al prossimo inverno i calendari di consegna dei vaccini agli Stati membri, quando ce ne sarà più bisogno. La commissaria Ue alla Salute Kyriakides: «In autunno ci saranno vaccini adattati alle varianti Covid»
Covid-19, test salivare 2 in 1: in due ore individua il virus e conta gli anticorpi
I suoi ideatori lo hanno definito «economico, accurato, preciso e ultra sensibile». Il prototipo potrebbe migliorare notevolmente la risposta globale alle future pandemie e fornire indicazioni sul tipo di trattamento che il paziente dovrebbe ricevere
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 12 agosto, sono 588.479.576 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 6.430.693 i decessi. Ad oggi, oltre 12 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla&...
Covid-19, che fare se...?

Paracetamolo o ibuprofene, cosa prendere contro i sintomi del Covid?

È la domanda che si fanno molti di coloro che sono stati colpiti lievemente dal virus Sars-CoV-2
Salute

Troppi malori improvvisi tra i giovani, uno studio rivela la causa

Alessandro Capucci, professore ordinario di malattie dell’apparato cardiovascolare, spiega come un eccesso di catecolamine circolanti possa determinare un danno cardiaco a volte fatale