Salute 3 Marzo 2021 09:39

Draghi firma il nuovo Dpcm, valido fino al 6 aprile. Continua la divisione del Paese per colori

Dal 6 marzo in vigore il nuovo Dpcm. Tra le principali novità il tavolo di confronto con le Regioni, le aperture delle scuole condizionate dalla zona e le misure previste in zona bianca (per ora solo la Sardegna)

Draghi firma il nuovo Dpcm, valido fino al 6 aprile. Continua la divisione del Paese per colori

Il nuovo Dpcm con le misure anti-Covid ha ottenuto la firma del presidente del Consiglio Mario Draghi. In vigore dal 6 marzo 2021 e fino al 6 aprile, conferma fino al 27 marzo il divieto di spostarsi tra regioni, con le dovute eccezioni per motivi di lavoro, salute o necessità.

Le scuole: chiusure in base alla zona

La novità più importante riguarda le scuole, differenziate a seconda della zona di appartenenza. In quelle colorate di rosso, dal 6 marzo è prevista la sospensione di tutte le attività scolastiche di ogni ordine e grado, con l’unica eccezione degli alunni con disabilità e bisogni educativi speciali.

Nelle zone arancioni e gialle, invece, la decisione sarà rimessa ai presidenti di Regione. La chiusura potrà essere disposta: nelle zone con più importante presenza di varianti, in quelle con più di 250 contagi su 100mila abitanti in una settimana e in caso di grave peggioramento del quadro epidemiologico.

Novità per gli esercizi commerciali

Dopo le 18 su tutto il territorio nazionale sarà eliminato il divieto di asporto per luoghi di commercio di bevande da non consumare sul posto, come le enoteche, che potranno farlo fino alle 22. Mentre rimarrà per i bar fisso alle 18. Nelle zone rosse chiusi anche gli esercizi con servizi alla persona come barbieri, parrucchieri e centri estetici. Chiuse palestre, piscine e impianti da sci.

Zona bianca e attività culturali

In zona bianca, per ora prevista solo per la Sardegna, si prevede l’annullamento delle misure restrittive della zona gialla, ma il proseguimento di quelle generali. Quindi obbligo di mascherina e distanziamento, nonché i protocolli previsti negli esercizi.

Musei aperti nei giorni feriali in zona gialla, con ingressi contingentati. Dal 27 marzo, sarà possibile tenere aperto anche il sabato e nei giorni festivi. Si ipotizza, inoltre, la riapertura per quella data anche di teatri e cinema, con posti preassegnati e distanziamento. Capienza non oltre il 25%, 200 spettatori al chiuso e 400 all’aperto.

Rimarranno sospesi discoteche, fiere, congressi e stadi.

Tavolo di confronto regionale

Novità importante e finale è l’istituzione di un tavolo di confronto al Ministero della Salute, composto da rappresentanti dell’Istituto Superiore di Sanità, delle singole Regioni e Province autonome, del ministro per gli affari regionali Mariastella Gelmini e del Cts (comitato tecnico-scientifico). A questo nuovo organo il compito di monitorare sulla necessità di una revisione o un aggiornamento dei parametri per valutare il rischio epidemiologico con l’arrivo delle varianti.

 

Iscriviti alla Newsletter di Sanità Informazione per rimanere sempre aggiornato

Articoli correlati
Accordo sul Green pass e lo strappo della Lega, cosa succede in Aula
La Lega ha votato contro il Green pass nei ristoranti al chiuso insieme a Fratelli d'Italia ed ha aperto una frattura
Dal Green Pass allargato ai nuovi parametri per il cambio di colore, cosa aspettarsi dal prossimo decreto legge
Passaggio in zona gialla sulla base dei posti letto occupati in ospedale e certificazione verde necessaria per una serie di attività. Ma lo scontro politico è aperto
Ospedali di Comunità, telemedicina, e assistenza domiciliare: come saranno impiegati i 15,63 miliardi del PNRR per la sanità
Il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza è arrivato in Parlamento dove sarà illustrato dal premier Draghi prima del voto. Al comparto salute in tutto 20,82 miliardi considerando anche il Fondo complementare e il React EU. Il Piano in tutto prevede investimenti per 222,1 miliardi. Previsti fondi per aumentare le borse per la medicina generale e le specializzazioni mediche
Riaperture, la road map del Governo: dal 26 aprile tornano le zone gialle. Priorità a scuole e attività all’aperto
La conferenza stampa di Draghi e Speranza: «Ci assumiamo rischio ragionato. Se misure verranno rispettate possibilità di tornare indietro sarà bassissima»
Cosa prevede il nuovo decreto legge, tra scudo penale e obbligo vaccinale per i sanitari
Licenziato il nuovo decreto legge a firma del Consiglio dei Ministri. Tutta Italia rossa e arancione fino al 30 aprile, ma scuole aperte fino al primo anno di secondaria. Arrivano obbligo vaccini per sanitari e protezione penale per i vaccinatori
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 17 gennaio, sono 328.127.717 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 5.539.717 i decessi. Ad oggi, oltre 9,62 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla&nb...
Contributi e Opinioni

«Perché il medico di famiglia non ti risponde al telefono»

di Salvatore Caiazza, Medici senza Carriere
di Salvatore Caiazza, Medici senza Carriere
Politica

Legge di Bilancio. Dalla stabilizzazione dei precari Covid ai fondi per aggiornare i LEA, tutte le misure per la sanità

Via libera della Camera dopo una maratona di tre giorni. Il Fondo sanitario incrementato di due miliardi all’anno per tre anni, prorogate le USCA e prevista un’indennità per gli ope...
di Francesco Torre