Salute 18 Maggio 2021 12:47

Dl Sostegni bis, Speranza: «500 milioni per accelerare interventi, visite e screening non effettuati»

L’annuncio su Facebook del Ministro della Salute. Le risorse risparmiate grazie ai «primi risultati raggiunti nel contenimento del Covid» andranno «ora a rafforzare ancora di più gli investimenti su tutte le altre patologie e favorire lo scorrimento delle liste d’attesa dei nostri servizi sanitari»

Dl Sostegni bis, Speranza: «500 milioni per accelerare interventi, visite e screening non effettuati»

Cinquecento milioni di euro per «accelerare interventi, visite e screening non effettuati nei mesi più difficili della pandemia». È l’annuncio che il Ministro della Salute, Roberto Speranza, ha affidato ad un post pubblicato sulla sua pagina Facebook. Dopo aver annunciato lo stanziamento di 50 milioni per garantire a tutti i pazienti colpiti da forma grave di Covid-19, dimessi da un ricovero ospedaliero e giudicati guariti, la possibilità di usufruire per due anni, a titolo gratuito e con la totale esenzione del ticket, delle prestazioni diagnostiche e specialistiche ambulatoriali del Servizio sanitario nazionale che rientrano nelle attività di follow-up sulle possibili conseguenze del virus, sul tavolo Speranza aggiunge dunque mezzo miliardo recuperato nel decreto Sostegni bis per ridare forza a quella parte della sanità italiana messa in stand by durante la pandemia.

Queste risorse diventano disponibili ora che, in virtù delle misure di contenimento della diffusione della pandemia e delle vaccinazioni, i contagi e i decessi continuano a calare, così come la pressione sulle strutture sanitarie. E le risorse risparmiate grazie ai «primi risultati raggiunti nel contenimento del Covid» andranno «ora a rafforzare ancora di più gli investimenti su tutte le altre patologie e favorire lo scorrimento delle liste d’attesa dei nostri servizi sanitari».

Nei mesi in cui la pandemia si è fatta più pressante, infatti, molte strutture sono state convertite in reparti Covid e una buona fetta del personale sanitario è stata spostata di reparto ad occuparsi, per l’appunto, dei pazienti Covid. Ciò ha comportato una drastica riduzione di strutture e risorse umane che ha rallentato, se non addirittura bloccato, le attività di screening e diagnosi relative ad altre patologie, cancro in primis. Si parla infatti di oltre 2,5 milioni di screening oncologici in meno lo scorso anno rispetto al 2019. Screening che vanno recuperati quanto prima, dato che il ritardo accumulato in quest’anno di pandemia può risultare fatale per tantissime persone che non hanno potuto effettuare i necessari controlli.

 

Iscriviti alla Newsletter di Sanità Informazione per rimanere sempre aggiornato

Articoli correlati
A che punto siamo con i vaccini anti-Covid aggiornati?
I vaccini anti-Covid aggiornati sono attesi per il prossimo autunno. Ma ancora nessuno è stato autorizzato e il «più aggiornato» deve ancora essere sottoposto ai test clinici
Studio rivela il sintomo Covid che colpisce i vaccinati
I dati raccolti dall'App ZOE Health Study indicano stato un aumento delle segnalazioni di diarrea nel gennaio 2022 tra i vaccinati. Il sintomo dura in media 2-3 giorni
Covid, Fiaso: «Giù del 20% i ricoveri nell’ultima settimana, -22% nelle terapie intensive»
Le terapie intensive segnano un -22% rispetto alla settimana precedente e un indice di occupazione del 4,4%. In calo del 27% i ricoveri Covid pediatrici negli ospedali aderenti al network sentinella di Fiaso
Vaiolo delle scimmie: contagiata bambina di 4 anni. Primo caso pediatrico in Germania
La piccola, totalmente asintomatica, vive nel sud-ovest del Paese con due adulti già precedentemente contagiati dal virus. In Italia stimati 599 casi e un’età media di 37 anni. Dopo Roma, da oggi al via le vaccinazioni anche in Emilia-Romagna
Vaccini adattati alle varianti per l’autunno-inverno: accordo tra Ue e Moderna
Moderna sposta dall'estate in corso al prossimo inverno i calendari di consegna dei vaccini agli Stati membri, quando ce ne sarà più bisogno. La commissaria Ue alla Salute Kyriakides: «In autunno ci saranno vaccini adattati alle varianti Covid»
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

All’11 agosto, sono 587.500.701 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 6.427.422 i decessi. Ad oggi, oltre 12 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dall...
Covid-19, che fare se...?

Paracetamolo o ibuprofene, cosa prendere contro i sintomi del Covid?

È la domanda che si fanno molti di coloro che sono stati colpiti lievemente dal virus Sars-CoV-2
Salute

Troppi malori improvvisi tra i giovani, uno studio rivela la causa

Alessandro Capucci, professore ordinario di malattie dell’apparato cardiovascolare, spiega come un eccesso di catecolamine circolanti possa determinare un danno cardiaco a volte fatale