Salute 18 Giugno 2021 17:44

Dalla farmacologia alla formazione, l’importanza della medicina di genere

Al Senato convegno organizzato dalla dem Paola Boldrini dal titolo “Idee in pratica: per una sanità attenta alle differenze di sesso e genere”. Brusaferro: «La pandemia ci ha mostrato come ci siano differenze significative tra uomo e donna in termini di salute e malattia». Speranza: «Spazio per investimento strategico»

Tutti sanno che l’osteoporosi colpisce ad una certa età in prevalenza le donne. Ma non tutti sanno, ad esempio, che il Long Covid, ovvero la persistenza di sintomatologie che lascia l’infezione da Sars-Cov-2, interessi prevalentemente il genere femminile. Sono due esempi che mostrano in maniera lampante come il diffondersi della medicina di genere sia ormai una necessità non più prorogabile. Se ne è parlato al convegno “Idee in pratica: per una sanità attenta alle differenze di sesso e genere”, organizzato nella Sala Nassirya del Senato dalla senatrice del Pd Paola Boldrini, Vice Presidente della Commissione Sanità.

La medicina genere-specifica si occupa delle differenze biologiche tra i due sessi nonché delle differenze più propriamente di genere legate a condizioni socio-economiche e culturali e della loro influenza sullo stato di salute e di malattia, rappresentando un punto d’interesse fondamentale per il Servizio Sanitario Nazionale.

Speranza: «Visione di genere deve permeare tutto SSN»

Al Convegno ha preso parte, in videocollegamento, il Ministro della Salute Roberto Speranza che ha aperto l’evento: «Vorrei che una visione di genere permeasse tutta la riforma del Servizio sanitario nazionale. Dobbiamo immaginare che una chiave di lettura di genere sia permeante rispetto a tutte le azioni che mettiamo in campo. Questo è il tenore della sfida che dobbiamo provare a realizzare. Credo ci sia spazio enorme per un investimento strategico sulla medicina di genere, in modo particolare».

Nel corso dell’evento è stato presentato il libro Look into the future: the sex and gender in Pharmacology alla presenza delle autrici Flavia Franconi, farmacologa di fama internazionale, e Delia Colombo, esperta di medicina di genere.

Presente anche Silvio Brusaferro, Presidente dell’Istituto Superiore di Sanità che ospita il centro di riferimento della medicina di genere diviso in due settori: Fisiopatologia genere-specifica e Prevenzione e salute di genere, che hanno il compito di svolgere attività istituzionali, attività di ricerca e attività educazionali e formative nell’ambito della medicina di genere.

«La pandemia – spiega il Presidente ISS – ci ha mostrato come ci siano differenze significative tra uomo e donna in termini di salute e malattia. Ad esempio, lo vediamo nel fenomeno del Long Covid, ovvero la persistenza di sintomatologie che lascia l’infezione da Sars-Cov-2 dopo la fase acuta e che sembra interessare maggiormente le donne rispetto agli uomini. Invece gli uomini sono più colpiti dalla malattia in fase acuta, come mostrano i dati dei ricoveri in terapia intensiva e quelli della mortalità».

L’applicazione della legge 3 del 2018

Sul tavolo della discussione anche l’applicazione della legge del 2018 sul tema: «La legge 3/2018 (Applicazione e diffusione della Medicina di Genere nel Servizio Sanitario Nazionale) con il suo art.3, al quale ho lavorato e che ho fortemente voluto – ha spiegato la senatrice Paola Boldrini – è una legge innovativa a livello europeo, pietra miliare per fare in modo che il Sistema sanitario sia in grado di garantire le cure più appropriate a donne e uomini, che sono diversi non solo dal punto di vista biologico ma anche psico-socio-culturale».

«L’attuazione della legge sta andando avanti, con l’istituzione dell’Osservatorio sulla medicina di genere presso l’ISS, con i decreti attuativi e con le linee guida in arrivo per la ricerca farmacologica. Ma molto ancora dobbiamo fare, per far sì che farmaci, vaccini, servizi di diagnosi e cura non siano antropocentrici ma siano a misura di uomo e di donna. Questo approccio è in grado di rendere la politica sanitaria più equa nel diritto alla salute, in un momento in cui con il PNRR ci apprestiamo a investire ingenti risorse».

Tra i relatori anche l’ex Rettore della Sapienza e ora consigliere del ministro dell’Università e ricerca Eugenio Gaudio, che ha ricordato come anche nella formazione dei medici dovrà avere un ruolo sempre più importante l’approccio di genere: «Ogni essere umano è unico e irripetibile, ignorare questo è un errore scientifico e culturale. Garantisco l’impegno del Ministro Messa nel potenziare la ricerca sulla medicina di genere e nel formare le nuove generazioni di medici su questo tema».

 

Iscriviti alla Newsletter di Sanità Informazione per rimanere sempre aggiornato

Articoli correlati
La “Questione Medica”, Speranza e Fedriga all’ascolto di ordini e sindacati
L'evento Fnomceo ha visto la presenza di tutte le sigle sindacali, federazioni, Enpam e società scientifiche. Sono 20 i punti esposti da risolvere con urgenza per tornare a permettere al personale medico di amare la propria professione. La soluzione di Speranza vede un approccio straordinario verso gli specializzandi
Sostegni ter, Boldrini (Pd): «Grande risultato stabilizzazione assistenti sociali»
«Manca all'appello ancora il risarcimento per le famiglie dei medici deceduti per Covid, su cui dobbiamo continuare a lavorare» spiga la vicepresidente della Commissione Igiene e Sanità Paola Boldrini
Tumori, presentato al Senato il ddl per il diritto all’oblio dei guariti
«Per gli ex ammalati perdurano difficoltà quali l’impossibilità di accedere al credito, dai prestiti, ai mutui e alle assicurazioni spiega la prima firmataria della proposta, Paola Boldrini
Si è insediato il nuovo Consiglio Superiore di Sanità
Il ministro della Salute Roberto Speranza ha accolto il nuovo Consiglio con delle foto su Facebook e un messaggio di incoraggiamento. Franco Locatelli è stato scelto come presidente
Milleproroghe, Boldrini (Pd): «Sì a bonus primo passo, ora ddl su psicologo delle cure primarie»
«In una giornata purtroppo drammatica, il Senato ha dato il via libera al dl milleproroghe che contiene, tra le tante misure, anche il bonus psicologico, finanziato con 20 milioni, fortemente voluto dal Pd ma anche da tutte le forze politiche. È un primo passo fondamentale per affrontare il disagio psichico delle cittadine e dei cittadini. […]
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 18 maggio, sono 524.674.670 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 6.281.271 i decessi. Ad oggi, oltre 11,42 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla&nb...
Covid-19, che fare se...?

Se la linea del tampone rapido appare sbiadita significa che la carica virale è più bassa?

Il tampone rapido, oltre a verificare l'eventuale positività, è anche in grado di definirla in termini quantitativi?
di Valentina Arcovio
Salute

Epatite acuta pediatrica misteriosa. Caso del bimbo di Prato, Basso (Bambino Gesù): «Migliora spontaneamente»

Si sta facendo strada l’ipotesi che possa trattarsi non dei classici virus che danno vita alle epatiti A, B e C, ma di un adenovirus, spesso causa solo di banali raffreddori, che nei bambini pu&...