Salute 18 Luglio 2022 12:36

Covid, raggiunto il plateau il 14 luglio con 98mila casi. Inizia la discesa?

Nell’ultima settimana si è registrato un lieve calo di nuovi positivi rispetto a quella precedente ma i ricoveri ordinari continuano a salire. Record nel Lazio per le somministrazioni della quarta dose del vaccino agli over 60. D’Amato: «Sono circa 12 mila al giorno, il 20% in più del target nazionale»

Covid, raggiunto il plateau il 14 luglio con 98mila casi. Inizia la discesa?

La discesa forse non sarà rapida, ma l’avanzata di Omicron 5 dà i primi segnali di rallentamento. Dopo ben cinque settimane di crescita repentina – e inaspettata – i nuovi contagi da Sars-Cov-2 iniziano finalmente a scendere.

Covid in Italia: scendono i nuovi positivi, salgono ancora i ricoverati

Gli attualmente positivi, infatti, sono in totale 1.465.050 ma ieri le diagnosi sono state 67.817 con 79 decessi (44 una settimana fa). Domenica scorsa erano 79.920 (-15,1%). Negli ultimi 7 giorni (11-17 luglio) ci sono stati 652.044 casi, in diminuzione del -1,5% rispetto alla settimana precedente (4-10 luglio).

Sale ancora, almeno per il momento, la curva dei ricoveri: nei reparti ordinari ci sono 10.576 pazienti con sintomi. Nelle terapie intensive 403 ricoverati, in una situazione ospedaliera che può definirsi sotto controllo e non ha messo a rischio la tenuta del sistema. E dopo il picco raggiunto lo scorso 14 luglio con quasi 98mila casi, Nino Cartabellotta, presidente della Fondazione Gimbe, si chiede oggi su Twitter se stia iniziando la tanto agognata discesa.

Quarta dose vaccino Covid: circa 12 mila somministrazioni al giorno nel Lazio

Dopo il via libera alla quarta dose per gli over 60 da parte di Ema e Ecdc, la scorsa settimana è arrivato anche l’ok dell’Agenzia Italiana del Farmaco (Aifa). La decisione è stata presa in relazione «all’attuale condizione di aumentata circolazione virale con ripresa della curva epidemica associata ad aumento dell’occupazione di posti letto nelle aree mediche e, in misura minore, nelle terapie intensive». E viste «le evidenze disponibili sull’efficacia della seconda dose di richiamo nel prevenire forme gravi di Covid». Nel Lazio, è stata superata la quota dei 70mila prenotati sul portale regionale per la quarta dose di vaccino. «Le somministrazioni giornaliere sono circa 12 mila, il 20% in più del target nazionale» ha evidenziato l’assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D’Amato.

Bassetti: «Non vedo urgenza a luglio di vaccinare con la quarta dose under 80»

Ma sulla quarta dose di vaccino agli over 60 gli esperti non la pensano tutti allo stesso modo. «Gli over 80, vale a dire i più fragili, avrebbero dovuta farla nella prima parte del 2022. Così non è stato –  ha detto l’infettivologo Matteo Bassetti, in una intervista a La Verità -. È su di loro che dobbiamo concentrarci. Di over 80 con tre dosi in terapia intensiva ne vediamo eccome. E pensare oggi di proporre la quarta dose a tutti mettendo sullo stesso piano il sessantenne sano con il novantenne bronchitico cronico, cardiopatico e cortisonizzato è profondamente sbagliato. Farsi la quarta dose – ha continuato – non significa non aver bisogno dei richiami annuali. Non vedo affatto l’urgenza a luglio di vaccinare con la quarta dose persone che abbiano meno di 80 anni».

 

Iscriviti alla Newsletter di Sanità Informazione per rimanere sempre aggiornato

Articoli correlati
Studio rivela il sintomo Covid che colpisce i vaccinati
I dati raccolti dall'App ZOE Health Study indicano stato un aumento delle segnalazioni di diarrea nel gennaio 2022 tra i vaccinati. Il sintomo dura in media 2-3 giorni
Covid, Fiaso: «Giù del 20% i ricoveri nell’ultima settimana, -22% nelle terapie intensive»
Le terapie intensive segnano un -22% rispetto alla settimana precedente e un indice di occupazione del 4,4%. In calo del 27% i ricoveri Covid pediatrici negli ospedali aderenti al network sentinella di Fiaso
Vaccini adattati alle varianti per l’autunno-inverno: accordo tra Ue e Moderna
Moderna sposta dall'estate in corso al prossimo inverno i calendari di consegna dei vaccini agli Stati membri, quando ce ne sarà più bisogno. La commissaria Ue alla Salute Kyriakides: «In autunno ci saranno vaccini adattati alle varianti Covid»
Covid-19, test salivare 2 in 1: in due ore individua il virus e conta gli anticorpi
I suoi ideatori lo hanno definito «economico, accurato, preciso e ultra sensibile». Il prototipo potrebbe migliorare notevolmente la risposta globale alle future pandemie e fornire indicazioni sul tipo di trattamento che il paziente dovrebbe ricevere
Se risulto negativo al test ma ho ancora i sintomi posso contagiare gli altri?
Sintomi come febbre e tosse possono durare più della positività al test antigenico rapido. Gli scienziati si stanno interrogando quindi sulla durata della contagiosità. L'ipotesi è che la durata dell'infettività è più breve rispetto a quella dei sintomi
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 12 agosto, sono 588.479.576 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 6.430.693 i decessi. Ad oggi, oltre 12 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla&...
Covid-19, che fare se...?

Paracetamolo o ibuprofene, cosa prendere contro i sintomi del Covid?

È la domanda che si fanno molti di coloro che sono stati colpiti lievemente dal virus Sars-CoV-2
Salute

Troppi malori improvvisi tra i giovani, uno studio rivela la causa

Alessandro Capucci, professore ordinario di malattie dell’apparato cardiovascolare, spiega come un eccesso di catecolamine circolanti possa determinare un danno cardiaco a volte fatale