Salute 11 giugno 2018

Congresso SMI, Onotri riconfermata Segretario: «Declino sanità per privatizzazioni, tagli e decentramento»

A Napoli l’assise del Sindacato Medici Italiani aperto dal saluto del Ministro della Salute Giulia Grillo. Affondo contro la corruzione: «Ogni singolo atto corruttivo è un attacco al nostro SSN. Tutti i medici devono essere chiamati a sostenere il merito nella Sanità e a denunciare eventuali episodi che squalificano la categoria»

In 10 anni di tagli alla sanità pubblica, sono stati persi 70mila posti letto. Con un rapporto di 3,7 per mille per abitante, contro il 6 della Francia e l’8 della Germania. La denuncia arriva dal Sindacato dei medici italiani, SMI, che si è riunito a Napoli per il Congresso nazionale. Un Congresso arrivato in un momento delicato per il sindacato che nei giorni scorsi ha subito una drammatica spaccatura tra il gruppo del Segretario Generale Pina Onotri e i seguaci del presidente Lino Puzzonia che ha convocato un contro-congresso a Tivoli negli stessi giorni.

A Napoli è stata approvata per acclamazione la mozione del Segretario e, fanno notare, tutte le fasi del Congresso sono state seguite e verbalizzate dalla presenza di un notaio del Collegio di Napoli. La Onotri è stata riconfermata Segretario Generale.

LEGGI ANCHE: CAOS SMI, PARLA LA VICESEGRETARIA TRIOZZI: «ONOTRI SFIDUCIATA, NON SIAMO NOI FRONDA»

Oltre 190 i delegati nazionali, quasi il 60% del totale, che, secondo i vertici SMI, legittimano la linea di fermezza del Segretario Nazionale. Ma al centro del Congresso, aperto dai saluti del Ministro della Salute Giulia Grillo, il delicato momento che vive la sanità italiana. «Il declino della sanità – spiega Onotri – è dovuto, tra le altre cose, ai tagli selvaggi, all’aziendalizzazione, al decentramento, alle privatizzazioni». I numeri parlano da soli, indica lo Smi: «La riduzione dei posti letto con la crisi dei Pronto soccorso e le scene da trincea sono solo la punta dell’iceberg. La realtà è che il lavoro in sanità è sempre più incerto. Nel Ssn il ricorso al precariato è cresciuto tra il 2014 e il 2015 di circa 3.500 unità per complessivi 43.763 lavoratori, tra cui 9.500 medici, 1500 solo in Sicilia». Nel corso del convegno inoltre è stato ricordato che in un futuro molto vicino, il pensionamento del personale sanitario, e il mancato rimpiazzo, (19.000 medici generalisti e 55.000 specialisti), porterà «alla scomparsa dei servizi sanitari per i cittadini».

LEGGI ANCHE: SMI NEL CAOS, CONVOCATI DUE CONGRESSI CONTRAPPOSTI. IL SEGRETARIO PINA ONOTRI: «MALDESTRO TENTATIVO DI DELEGITTIMAZIONE»

In apertura dei lavori, la Onotri ha manifestato il suo apprezzato per la scelta di un medico come ministro: «Apprezziamo la nomina di Giulia Grillo a Ministro della Sanità: finalmente un medico dopo anni di oscurantismo!».

«Dobbiamo essere attenti – ha affermato Onotri –  e prestare il massimo impegno per portare lo SMI in ogni settore della Sanità: da quello dei medici di assistenza primaria, della medicina in continuità assistenziale, medici del 118, dirigenti sanitari, pediatri e specialisti ambulatoriali, fino a tutto il sistema pubblico e privato sostenendo le nuove importanti responsabilità che il Sistema Paese chiede a tutta la professione medica». Nella relazione, anche un passaggio sul tema della corruzione: «Il sindacato SMI è in prima fila contro il ‘cancro’ della corruzione nel settore della sanità. Ogni singolo atto corruttivo è un attacco al nostro SSN. Tutti i medici devono essere chiamati a sostenere il merito nella Sanità e a denunciare eventuali episodi che squalificano la categoria».

Articoli correlati
Salute, ecco l’app “Farmacia aperta” con mappe, orari e informazioni sulla farmacia più vicina
È scaricabile su App Store la nuova App “Farmacia Aperta”. Sviluppata da Federfarma Lombardia in collaborazione con T4Project, l’applicazione permette di geolocalizzarsi e individuare rapidamente la farmacia aperta più vicina, con informazioni dettagliate su orario, turni, e percorso più rapido per raggiungerla. L’applicazione è gratuita ed è fruibile in modo facile e intuitivo: dopo aver […]
Medicina generale, Grillo prolunga slittamento graduatorie: «Nessuna borsa andrà perduta»
«Questo provvedimento permetterà di assegnare tutte le borse disponibili per la formazione post laurea in Medicina generale. Nessuna borsa andrà perduta, questo è essenziale per il futuro dei giovani camici bianchi, ma anche per il nostro sistema sanitario» ha specificato il ministro
Sunshine Act, approvate soglie minime per le donazioni: per il singolo medico sarà di 50 euro. Provenza (M5S): «Trasparenza per correggere corruzione»
La cifra sale a 500 euro per le organizzazioni sanitarie. Il relatore: «Evitato il pericolo che il testo venisse svuotato della sua enorme portata innovativa»
Co-mai, Omega e Amsi lanciano il convegno: “Libia ieri, oggi, domani”
Si terrà il prossimo giovedì 17 gennaio – presso il Circolo della Marina di Roma – il convegno: “Libia: ieri, oggi domani”, organizzato dall’Osservatorio Mediterraneo di Geopolitica e Antropologia (Omega). L’incontro, organizzato con la collaborazione dell’ordine dei giornalisti di Roma e patrocinato dalla “Comunità del Mondo arabo in Italia” (Co-Mai), dal Movimento Internazionale “Uniti per […]
Rapporto annuale Aiop, 20 milioni di italiani bloccati da liste di attesa. Barbara Cittadini: «Pronti a contribuire per risolvere problema»
A Roma il 16esimo Report Ospedali&Salute. Un italiano su tre insoddisfatto dell'SSN, 50% ricorre a Pronto soccorso per ridurre tempi di attesa. La presidente dell'Associazione Italiana Ospedalità Privata sottolinea: «Governo ha iniziato bene». «I tetti di spesa per la sanità privata accreditata saranno rivisti sicuramente», annuncia il Sottosegretario alla Salute Luca Coletto
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Formazione

Formazione ECM, tutte le novità 2019: dall’aggiornamento all’estero alla certificazione

Un dovere sentito sempre più come opportunità professionale. Ecco, in una rapida carrellata, i principali cambiamenti che hanno investito negli ultimi anni il sistema dell’Educazione Continua in M...
Politica

Deroga iscrizione Ordini, Beux (TSRM e PSTRP): «Condividiamo obiettivi ma così si rischia sanatoria. In decreti attuativi si ponga rimedio o faremo da soli»

Il provvedimento inserito in legge di Bilancio prevede che chi ha lavorato 36 mesi negli ultimi 10 anni possa continuare ad esercitare anche senza i titoli per iscriversi al maxi Ordine delle professi...
Politica

Deroga iscrizione Ordini, la bocciatura dei fisioterapisti. Tavarnelli (Aifi): «Si riaprano i percorsi di equivalenza già previsti dalla legge 42 del ’99»

Il presidente Aifi: «Senza un passo indietro si rischia una sanatoria globale, una grande confusione per il cittadino ed una scarsissima tutela della sua salute»
di Isabella Faggiano