Salute 5 Giugno 2018

Caos SMI, parla la vicesegretaria Triozzi: «Onotri sfiduciata, non siamo noi fronda»

Spaccatura nel Sindacato Medici Italiani: nei prossimi giorni si svolgeranno due Congressi contrapposti a Tivoli e Napoli. La ricostruzione del Segretario contestata dalla vice: «Collegio dei probiviri ha espulso dirigenti senza motivazioni valide. Maggioranza consiglieri è con noi»

Non si placa lo scontro all’interno dello SMI, il Sindacato Medici Italiani, che si avvia a celebrare due congressi, uno a Napoli, ordinario ed elettivo indetto dal segretario nazionale uscente Pina Onotri la cui leadership è messa in discussione, a colpi di sfiducia, dal gruppo ‘del presidente’, Lino Puzzonia, che invece ha indetto a Tivoli un congresso nazionale straordinario per il 9 e 10 giugno.

«La fronda non siamo noi: la rappresenta la Onotri, non più leader, ma ex segreteria sfiduciata dalla maggioranza della segreteria nazionale, della direzione nazionale e del Consiglio Nazionale», sottolinea la vicesegretaria nazionale Smi Mirella Triozzi che aggiunge: «Il caos e l’escalation autoritaria nascono da questa sfiducia». Triozzi spiega: «Di fronte al voto della maggioranza, il collegio dei probiviri ha immediatamente sospeso ed espulso diversi dirigenti con argomentazioni surreali (i componenti del collegio sono stati tutti querelati dalle vittime) e cercato di sospendere il Consiglio Nazionale del 21-22 aprile».

LEGGI ANCHE: SMI NEL CAOS, CONVOCATI DUE CONGRESSI CONTRAPPOSTI. IL SEGRETARIO PINA ONOTRI:«MALDESTRO TENTATIVO DI DELEGITTIMAZIONE »

Diversi i punti contestati nella ricostruzione della vicenda fatta dal segretario generale uscente. A partire dal caso di appropriazione indebita citato da Onotri come origine della frattura. «Non c’è alcun procedimento penale per sospetta appropriazione indebita – riferisce ancora Triozzi – ma c’è stata una lunga indagine a seguito di una denuncia di un ex dirigente (lo stesso ne ha presentate anche in altre procure anche su altre questioni, appunto, quasi tutte già archiviate) sulla quale l’accusa, cioè il pubblico ministero, ha già chiesto l’archiviazione perché la contabilità dello Smi è regolare. Si è in attesa della decisione definitiva del Gip, quindi è quantomeno irrituale, in assenza di un processo, che non è mai cominciato, che la Onotri abbia deciso senza informare nessuno che lo Smi si presentasse parte civile». Altro nodo è la convocazione del congresso. Secondo Triozzi, il tribunale di Roma, ieri, «non ha dato ragione alla Onotri, ma ha sospeso, in attesa della prossima udienza, solo alcune delle decisioni, che cita espressamente, e non quella relativa alla convocazione del Congresso straordinario. Deliberazioni che ha preso il Consiglio nazionale del 21-22 aprile, presenti 164 consiglieri nazionali su 309». Il Tribunale, quindi, «non ha sospeso il Congresso straordinario di Tivoli dell’8 – 10 giugno», ribadisce Triozzi precisando che «il Congresso straordinario per statuto si autoconvoca obbligatoriamente con la maggioranza assoluta delle firme dei consiglieri nazionali, cosa che è appunto avvenuta con 164 su 309», conclude sottolineando che «tutti i responsabili di questa triste storia, Onotri in testa, sono stati querelati civilmente e penalmente dalle vittime». Dunque, i due Congressi contrapposti si svolgeranno regolarmente.

 

Articoli correlati
D’Amato: «Oltre 19 mila accessi nei primi sei mesi all’ospedale dei Castelli»
Oltre 19 mila accessi al Pronto soccorso, 140 assunzioni fra medici, infermieri e oss, oltre 26 mila prestazioni di specialistica ambulatoriale e l’apertura, nei giorni scorsi, di 10 posti letto di breve osservazione che consentirà di ridurre la pressione sul Pronto soccorso. Sono solamente alcuni dei numeri dell’attività del nuovo ospedale dei Castelli illustrati nel […]
Liste di attesa, il bilancio di Cittadinanzattiva: «Ancora troppo lunghe, 10 mesi per una Tac. Speranza è il nuovo Piano nazionale»
Piano nazionale di governo delle Liste di Attesa, Fava (Cittadinanzattiva): «Da aprile tutte le Regioni sono al lavoro per il recepimento della normativa. Poi, dovranno essere realizzati i piani aziendali. Per tutte le prestazioni del SSN ci saranno dei tempi massimi di attesa e i medici dovranno sempre indicare i codici di priorità»
di Isabella Faggiano
Pierpaolo Sileri (M5S): «Allarme infezioni ospedaliere, ecco le proposte per prevenirle e combatterle»
«L’utilizzo adeguato degli antibiotici è il primo passo, la corretta informazione su come e quando assumerli il secondo, il terzo è investire sempre di più nella gestione degli ospedali». La strategia del presidente della Commissione Igiene e Sanità del Senato per contrastare una grave minaccia per la salute globale
di Viviana Franzellitti e Giovanni Cedrone
«La sanità si basa sullo sfruttamento infinito e gratuito di medici e professionisti sanitari»
Riuscite a immaginare un idraulico o un avvocato che lavorano il 30% in più senza chiedere ulteriori compensi? In sanità viene dato per scontato
Giornata del Chimico-Fisico, Orlandi (FNCF): «Ambiente e salute, nostro ruolo decisivo. Politica ne tenga conto»
A Roma celebrata la prima giornata nazionale del Chimico-Fisico, professione ora inserita tra quella sanitarie. «Non mancano nella nostra categoria sfide legate all’intelligenza artificiale, ai big data, all’evoluzione delle apparecchiature e conseguentemente l’impatto sulla salute di queste tecnologie sia in ambito ospedaliero che in ambito industriale e ambientale», sottolinea la presidente dell'Ordine Nausicaa Orlandi
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Sanità internazionale

«La sanità si basa sullo sfruttamento infinito e gratuito di medici e professionisti sanitari»

Riuscite a immaginare un idraulico o un avvocato che lavorano il 30% in più senza chiedere ulteriori compensi? In sanità viene dato per scontato
Salute

Anatomia Patologica, viaggio nel laboratorio dove si scoprono i tumori. Virgili (Campus Bio-Medico): «Sanità digitale e I.A. il futuro»

Sanità Informazione è entrata nel laboratorio del Policlinico Campus Bio-Medico di Roma dove vengono analizzati i tessuti: la tecnologia consente precisione e velocità. Il coordinatore Roberto Virg...
Lavoro

Ex specializzandi, a Roma l’Appello dà ragione ai camici bianchi. L’avvocato Marco Tortorella: «300mila medici abbandonati dallo Stato, ora giustizia»

L’ultima sentenza della Corte di Appello di Roma ha portato all’assegnazione di rimborsi per 12 milioni di euro per i camici bianchi tutelati dal network legale Consulcesi. «Lo Stato è obbligato...