Salute 5 Giugno 2018

Caos SMI, parla la vicesegretaria Triozzi: «Onotri sfiduciata, non siamo noi fronda»

Spaccatura nel Sindacato Medici Italiani: nei prossimi giorni si svolgeranno due Congressi contrapposti a Tivoli e Napoli. La ricostruzione del Segretario contestata dalla vice: «Collegio dei probiviri ha espulso dirigenti senza motivazioni valide. Maggioranza consiglieri è con noi»

Non si placa lo scontro all’interno dello SMI, il Sindacato Medici Italiani, che si avvia a celebrare due congressi, uno a Napoli, ordinario ed elettivo indetto dal segretario nazionale uscente Pina Onotri la cui leadership è messa in discussione, a colpi di sfiducia, dal gruppo ‘del presidente’, Lino Puzzonia, che invece ha indetto a Tivoli un congresso nazionale straordinario per il 9 e 10 giugno.

«La fronda non siamo noi: la rappresenta la Onotri, non più leader, ma ex segreteria sfiduciata dalla maggioranza della segreteria nazionale, della direzione nazionale e del Consiglio Nazionale», sottolinea la vicesegretaria nazionale Smi Mirella Triozzi che aggiunge: «Il caos e l’escalation autoritaria nascono da questa sfiducia». Triozzi spiega: «Di fronte al voto della maggioranza, il collegio dei probiviri ha immediatamente sospeso ed espulso diversi dirigenti con argomentazioni surreali (i componenti del collegio sono stati tutti querelati dalle vittime) e cercato di sospendere il Consiglio Nazionale del 21-22 aprile».

LEGGI ANCHE: SMI NEL CAOS, CONVOCATI DUE CONGRESSI CONTRAPPOSTI. IL SEGRETARIO PINA ONOTRI:«MALDESTRO TENTATIVO DI DELEGITTIMAZIONE »

Diversi i punti contestati nella ricostruzione della vicenda fatta dal segretario generale uscente. A partire dal caso di appropriazione indebita citato da Onotri come origine della frattura. «Non c’è alcun procedimento penale per sospetta appropriazione indebita – riferisce ancora Triozzi – ma c’è stata una lunga indagine a seguito di una denuncia di un ex dirigente (lo stesso ne ha presentate anche in altre procure anche su altre questioni, appunto, quasi tutte già archiviate) sulla quale l’accusa, cioè il pubblico ministero, ha già chiesto l’archiviazione perché la contabilità dello Smi è regolare. Si è in attesa della decisione definitiva del Gip, quindi è quantomeno irrituale, in assenza di un processo, che non è mai cominciato, che la Onotri abbia deciso senza informare nessuno che lo Smi si presentasse parte civile». Altro nodo è la convocazione del congresso. Secondo Triozzi, il tribunale di Roma, ieri, «non ha dato ragione alla Onotri, ma ha sospeso, in attesa della prossima udienza, solo alcune delle decisioni, che cita espressamente, e non quella relativa alla convocazione del Congresso straordinario. Deliberazioni che ha preso il Consiglio nazionale del 21-22 aprile, presenti 164 consiglieri nazionali su 309». Il Tribunale, quindi, «non ha sospeso il Congresso straordinario di Tivoli dell’8 – 10 giugno», ribadisce Triozzi precisando che «il Congresso straordinario per statuto si autoconvoca obbligatoriamente con la maggioranza assoluta delle firme dei consiglieri nazionali, cosa che è appunto avvenuta con 164 su 309», conclude sottolineando che «tutti i responsabili di questa triste storia, Onotri in testa, sono stati querelati civilmente e penalmente dalle vittime». Dunque, i due Congressi contrapposti si svolgeranno regolarmente.

 

Articoli correlati
Questionario assicurativo, come compilarlo in caso di avviso di garanzia dopo denuncia/querela da parte di paziente?
Sono un Cardiochirurgo e mi sto accingendo a compilare un questionario assicurativo per poter richiedere un preventivo. Nel moduli di preventivazione trovo 2 domande alle quali non so rispondere in quanto come Medico ospedaliero (pubblico), nel 2017 ho ricevuto un avviso di garanzia dopo una denuncia/querela da parte di un paziente. La mia azienda non […]
Sanità, Cimo-Fesmed: «Politica garantisca quella pubblica invece di destrutturarla»
«È sempre più chiaro il disegno politico che denunciamo da tempo e che ha motivato la nostra mancata firma sul pre-accordo al contratto 2016-2018» così il sindacato dei medici Cimo-Fesmed
Giappone, Abe vara l’aumento dell’IVA per pagare pensioni e sanità
L’invecchiamento della popolazione ha fatto aumentare i costi della previdenza sociale, per questo l’imposta sul valore aggiunto aumenterà dall’8 al 10%. Per l’erario 5,7 miliardi di Yen in più di gettito
Medicina generale, Scotti (FIMMG): «Bene preintesa ACN, ora in finanziaria trovare fondi per i modelli organizzativi»
Il Segretario della Federazione dei Medici di Medicina Generale rilancia il tour #AdessoBasta ed elenca le priorità: «Microteam, diagnostica e telemedicina, occorre trovare meccanismi di finanziamento». Poi si rivolge al neo ministro Speranza: «Molti dei nostri progetti sono già sui tavoli dei funzionari ministeriali. Si tratta di capire se queste soluzioni devono continuare a rimanere sempre nei cassetti o vengono affrontate»
«Assunzioni straordinarie e potenziamento percorsi formativi», la ricetta del premier Conte per la Sanità
«Questo progetto politico segna l'inizio di una nuova stagione riformatrice», ha spiegato all'inizio del suo intervento il premier Giuseppe Conte
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Cause

Ex specializzandi, Di Amato: «Scorrette le sentenze contrarie basate su prescrizione»

Dal convegno organizzato dall’università Luiss Guido Carli e Sanità Informazione, le ultime novità in tema di inadempimento del diritto UE da parte dell’Italia in ambito sanitario. Parlano i pr...
Università

Test medicina 2019, l’attesa è finita. La graduatoria è online

Il Miur ha pubblicato la graduatoria ufficiale nominativa nazionale e di merito che stabilisce chi ha superato la prova d’accesso ed è riuscito ad accedere alla Facoltà di Medicina. Per i tanti ch...
Salute

Professioni sanitarie, Beux (maxi Ordine): «Dal 1° ottobre possibile iscriversi agli elenchi speciali»

Il Presidente della Federazione degli Ordini TSRM e PSTRP annuncia l’attivazione sul portale della procedura per iscriversi: «I professionisti, iscrivendosi al relativo elenco speciale a esauriment...