Salute 18 Luglio 2019

Roma, all’Umberto I arriva il robot Da Vinci. Gaudio (Rettore Sapienza): «Permette l’applicazione delle tecnologie più avanzate»

Presentato oggi al Policlinico Umberto I di Roma il robot Da Vinci, strumento avanzato nell’ambito della chirurgia mininvasiva, già attivo da qualche mese con 120 interventi di chirurgia urologica già eseguiti, finanziato dalla Fondazione Roma

di Lucia Oggianu

Il Robot Da Vinci sbarca al Policlinico Umberto I di Roma. «Una tappa fondamentale per il Policlinico – dichiara il Magnifico Rettore della Sapienza Eugenio Gaudio durante la cerimonia di presentazione – sia per una migliore cura dei pazienti ma anche per la formazione e la specializzazione dei nostri medici specialisti chirurghi. È importante che i nostri studenti abbiano un centro di chirurgia robotica all’avanguardia per affrontare le sfide che il futuro ci propone».

Più di 5mila le piattaforme Da Vinci presenti nel mondo di cui più di 800 le installazioni in Europa, con 114 sistemi da Vinci in Italia, dove gli interventi effettuati nel 2018 hanno superato quota 20mila, con un incremento percentuale del 18% rispetto al 2017.

Cos’è e come funziona

Il robot Da Vinci consente trattamenti chirurgici avanzati che rientrano negli standard di cura con il raggiungimento di risultati equivalenti o superiori a quelli ottenibili con la chirurgia tradizionale.

Il chirurgo gestisce il sistema attraverso una consolle computerizzata posta all’interno della sala operatoria e il sistema trasferisce il movimento delle sue mani a strumenti miniaturizzati con una più facile articolazione e rotazione degli strumenti. Tali benefici si avvertono soprattutto negli interventi più complessi in zone di difficile approccio. La visione tridimensionale full HD, con ingrandimento fino a 10 volte, assicura una grande chiarezza e precisione dei dettagli anatomici.

Campi di applicazione

I campi di applicazione sono molteplici: dalla chirurgia digestiva, epato-biliare, endocrina, toracica e ORL. La posizione preminente è rappresentata dalla chirurgia urologica e della pelvi, dove viene considerata in tutto il mondo gold standard.

I benefici della chirurgia robotica da Vinci

Numerosi sono vantaggi rispetto alla chirurgia open, alla chirurgia laparoscopica tradizionale o alla più avanzata laparoscopica teleassistita, sia dal punto di vista degli operatori che dei pazienti. Tra questi: la radicalità oncologica, ovvero la possibilità di asportare completamente la massa tumorale, un più facile accesso alle anatomie difficoltose, eccellente visualizzazione dei reperi anatomici, visualizzazione dettagliata dei piani di clivaggio, maggiore precisione nella procedura demolitiva e della possibilità ricostruttiva, accuratezza del movimento chirurgico ed eliminazione del tremore fisiologico, minor tempo operatorio rispetto alla laparoscopia.

Dal punto di vista del paziente, poi, si possono aggiungere i vantaggi legati al minore dolore post-operatorio e della necessità di trasfusioni nonché dei tempi di ospedalizzazione. A questi, si aggiungono i migliori risultati estetici e una più veloce ripresa della normale attività.

Articoli correlati
Tecnologia per la salute, al via a Roma il 3° congresso internazionale dell’ingegneria clinica
Oltre 1500 partecipanti, un Comitato Scientifico con 55 autorevoli rappresentanti di oltre 30 paesi, 120 relatori, 310 lavori presentati sulle varie aree tematiche del programma: questi sono i numeri autorevoli del 3° Congresso Mondiale dell’Ingegneria Clinica- ICEHTMC (21-22 ottobre, Europa-Conference Center, Policlinico Gemelli, Largo Francesco Vito 1, Roma), che si tiene nei prossimi giorni a […]
Malattie rare, una maratona informatica per dare​ una​ speranza ai pazienti
Dal 10 all’11 ottobre, in occasione del Forum Sistema Salute, alla Stazione Leopolda di Firenze si svolgerà la terza edizione del Rare Desease Hackathon, evento live durante il quale sviluppatori di software, giovani designer, programmatori grafici, ma anche associazioni pazienti e medici lavoreranno insieme per ideare soluzioni tecnologiche e digitali innovative al servizio dei pazienti […]
Big Data, Calabrese (Fimmg): «Noi MMG primi a informatizzarci». Monaco (FNOMCeO): «Ma i dati non devono sostituire il medico»
Al Convegno Big Data in Health 2019 in corso al Cnr di Roma protagonista anche il mondo della medicina. Il Segretario della Federazione degli ordini dei medici sottolinea: «L’Italia è grande e non sono partite dappertutto le innovazioni tecnologiche strutturali»
Come ti diagnostico l’aneurisma con algoritmi e calcoli matematici. La ricerca dell’università di Perugia
«Il nostro obiettivo è consentire la diagnosi di alcune patologie vascolari anche nei pazienti che non possono sottoporsi a TC con mezzo di contrasto», spiega il ricercatore Danilo Costarelli
Diabete: sana alimentazione, movimento fisico e adeguata terapia i pilastri fondamentali per la cura
«Serve approccio globale. È importante la conoscenza e la condivisione con il medico curante e il coinvolgimento con le associazioni di pazienti» così la diabetologa e presidente IBDO Foundation, Simona Frontoni, in occasione del 12° Italian Diabets Barometer Forum
di Lucia Oggianu
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Cause

Ex specializzandi, Di Amato: «Scorrette le sentenze contrarie basate su prescrizione»

Dal convegno organizzato dall’università Luiss Guido Carli e Sanità Informazione, le ultime novità in tema di inadempimento del diritto UE da parte dell’Italia in ambito sanitario. Parlano i pr...
Salute

Super batterio New Delhi, nuova vittima in Toscana. Rezza (ISS): «Colonizza l’intestino, fondamentale rispettare prassi igienico-ospedaliere»

L’epidemia si sta allargando nella Regione. «Tra novembre 2018 e agosto 2019 è stato isolato nel sangue di 75 pazienti. Letale nel 40% dei pazienti con sepsi» specifica l’Ars Toscana. Rezza (Is...
Università

Test medicina 2019, l’attesa è finita. La graduatoria è online

Il Miur ha pubblicato la graduatoria ufficiale nominativa nazionale e di merito che stabilisce chi ha superato la prova d’accesso ed è riuscito ad accedere alla Facoltà di Medicina. Per i tanti ch...