Salute 11 Agosto 2022 16:07

Batteri fecali in parchi acquatici e piscine: chiuse 10 strutture, 83 sanzionate. Rischio di tossinfezioni

I Carabinieri dei Nas, d’intesa con il Ministero della Salute, hanno condotto una serrata campagna di controlli in tutta Italia. Rilevati coliformi fecali, elevate cariche batteriche pericolose per la salute umana, irregolarità strutturali e igienico-sanitarie in parchi acquatici e piscine ad uso ricreativo

Batteri fecali in parchi acquatici e piscine: chiuse 10 strutture, 83 sanzionate. Rischio di tossinfezioni

Piscine ricche di coliformi fecali ed elevate cariche batteriche sono state scovate dai carabinieri dei Nas in 4 strutture destinate all’uso ricreativo e di divertimento nelle province di Messina, Viterbo e Latina. In altre parole, acque talmente contaminate da essere pericolose per la salute umana e, potenzialmente, causa di tossinfezioni. In tutto 10 strutture, tra parchi acquatici e piscine, hanno dovuto chiudere i battenti a pochi giorni da Ferragosto. I motivi? Non rispettavano i livelli di sicurezza, né le norme igienico- sanitarie previste dalla legge.

Controlli a tappeto in tutti Italia

Dall’inizio della stagione estiva i Carabinieri dei Nas, d’intesa con il Ministero della Salute, stanno conducendo una serrata campagna di controlli in tutta Italia, intensificata anche a seguito del caldo record dell’estate del 2022. Le temperature elevate, infatti, incrementano la proliferazione batterica nelle acque. Finora sono state ispezionate 288 strutture e nel 28% dei casi, ovvero 83, sono state riscontrare irregolarità sfociate in 108 sanzioni, sia penali che amministrative.

Parchi acquatici e piscine: le strutture più a rischio

A Catania, all’interno delle acque delle piscine, è stata rilevata una cospicua presenza di batteri coliformi, Escherichia coli e Pseudomo. A Napoli, i Nas hanno scovato una piscina completamente abusiva: il gestore, sebbene non avesse mai comunicato l’avvio della sua attività, permetteva l’ingresso a pagamento dei clienti. Anche a Bari è stata chiusa una struttura dotata di piscina, lettini, ombrelloni, servizi igienici e chiosco in legno. Il tutto in totale assenza sia di autorizzazioni, che di analisi delle acque di balneazione. Storia simile anche a Reggio Calabria, con analoga disposizione di chiusura degli impianti. Nella provincia di Viterbo sigilli ad un centro sportivo per gravi carenze igienico-sanitarie e strutturali, compresa l’inidoneità dell’acqua delle due piscine. A Latina chiuso un parco acquatico con annesso centro sportivo: le piscine venivano riempite utilizzando acqua proveniente da pozzi artesiani.

Dai cibi scaduti alle cucine fatiscenti

Altre violazioni accertate riguardano sia l’inosservanza della normativa di sicurezza sui luoghi di lavoro, che la prevenzione dei rischi per gli utenti, comprese le misure di contenimento del Covid-19, come l’assenza di cartellonistica informativa e la mancanza delle periodiche pulizie e sanificazioni.

Non sono mancate segnalazioni nemmeno sulle tavole: si va dal sequestro di oltre 250 kg di alimenti, scaduti o privi di etichetta per la tracciabilità, alle cucine fatiscenti, dove sono state rilevate carenze sia igieniche che strutturali.

 

 

Iscriviti alla Newsletter di Sanità Informazione per rimanere sempre aggiornato

Articoli correlati
Tamponi rapidi, Nas chiudono 21 punti prelievo. 18 operatori lavoravano senza Green pass
I servizi di controllo hanno interessato 1.360 farmacie e centri di analisi, rilevando 170 irregolarità e 282 violazioni. Dall’uso di tamponi e kit reagenti non regolari alla mancata identificazione delle persone fino all’effettuazione dei test da personale non qualificato e in ambienti non idonei
I Nas oscurano 30 siti che vendevano illegalmente farmaci anti-Covid
Ivermectina, colchicina, idrossiclorochina e altri ancora. Tutti in vendita su siti online che ora i carabinieri del Nas hanno disabilitato
Controlli Nas, trovati al lavoro 281 medici e sanitari non vaccinati
Tra i fermati, 126 erano già stati sospesi dagli ordini professionali perché non vaccinati. Per medici, odontoiatri, farmacisti, veterinari, infermieri e fisioterapisti è scattata la denuncia per esercizio abusivo della professione medica
Controlli dei NAS su villaggi turistici, campeggi e agriturismi: 17 chiusure e 300 violazioni
150 mila euro di sanzioni amministrative e quasi 2 tonnellate di alimenti irregolari sequestrate
I Nas verificano 1.297 ambulanze: 9 veicoli sequestrati e 160 irregolari
Tra gli episodi più eclatanti, i Carabinieri dei NAS hanno rilevato ventilatori polmonari collegatori a bombole contenenti ossigeno medicinale con data di scadenza superata addirittura dal luglio 2018
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 5 ottobre 2022, sono 619.212.284 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 6.550.223 i decessi. Mappa elaborata dalla Johns Hopkins CSSE. I casi in Italia Il bollettino di oggi (5 ottobre 20...
Covid-19, che fare se...?

Se risulto negativo al test ma ho ancora i sintomi posso contagiare gli altri?

Sintomi come febbre e tosse possono durare più della positività al test antigenico rapido. Gli scienziati si stanno interrogando quindi sulla durata della contagiosità. L'ipotesi ...
Covid-19, che fare se...?

Quanto durano i sintomi del Long Covid?

La durata dei sintomi collegati al Long Covid può essere molto variabile: si va da qualche settimana fino anche a 24 mesi