Salute 24 Maggio 2022 16:30

Asl Roma 4, in un mese eseguite 16 prestazioni di radiologia mobile

Turci (Direzione del Dipartimento Aziendale delle Professioni Sanitarie e Sociali): «Con questo servizio diminuiamo gli accessi in ospedali di pazienti fragili»

Asl Roma 4, in un mese eseguite 16 prestazioni di radiologia mobile

L’impegno della Asl Roma 4 per ridurre la distanza tra sanità e paziente, negli ultimi mesi, si sta concretizzando con l’avvio di progetti di Medicina di Prossimità. Tra questi c’è, appunto, il servizio di Radiologia Domiciliare, partito ad aprile, e che in un solo mese di attività ha già dato risposte a 16 pazienti, il più giovane 50 anni il più grande 102. Un servizio rivolto a utenti fragili, domiciliari o ospiti in lungodegenze, per i quali doversi sottoporre ad un esame diagnostico, comporta fatica e disagio. Grazie alla nuova attività, invece, l’equipe, composta da un medico radiologo e un tecnico, arriva direttamente al domicilio del paziente e, con l’ausilio dell’RX portatile, esegue l’esame diagnostico.

Il Progetto “Radiologia domiciliare nella Asl Roma 4” nasce dall’intuizione del Direttore Generale, Dott.ssa Cristina Matranga, in collaborazione con la UOC Radiologia, Dr.ssa Marina De Angelis D’Ossat, il Dr. Pietro Zaccagnino e l’I.O. 1 Dott. Fabrizio Podestà e, condiviso con la Direzione Aziendale, Dr.ssa Carmela Matera, la Direzione di Polo Ospedaliero, Dr. Antonio Carbone e la Direzione del Dipartimento Aziendale delle Professioni Sanitarie e Sociali, Dott. Carlo Turci.

«Il progetto si pone l’obiettivo di rilevare informazioni diagnostiche presso diversi setting, l’abitazione dell’utente, Strutture Socio Assistenziali sul territorio aziendale, Casa della Salute, Hospice, e grazie alla collaborazione con l’amministrazione penitenziaria, anche nell’istituto penitenziario di Civitavecchia, per rispondere alle esigenze dei pazienti fragili (esempio malati cronici e terminali) e ridurre l’accesso in ospedale, evitando il trasferimento presso gli Ospedali/Strutture Sanitarie e gli Ambulatori e limitando possibili rischi di infezione e difficoltà logistiche per l’utenza», spiega il dottor Turci.

La Radiologia Domiciliare «ha campo di applicazione presso tutti i Distretti della ASL Roma 4 grazie all’utilizzo dell’auto radiologica e alla presenza sul mezzo del Tecnico Sanitario di Radiologia Medica e del Medico Radiologo. L’auto è fornita di un apparecchio rx portatile completo di stativo e postazione PC. Le prestazioni erogate sono: Rx Torace, Rx emitorace per coste, Rx arti superiori, Rx arti inferiori, Rx bacino, Rx anche, per due volte a settimana, previa richiesta redatta da: Medici di Medicina Generale, Pediatri di Libera Scelta e Medici Specialistici, con impegnativa dematerializzata, inserendo il codice corrispondente alla prestazione richiesta. L’utente/il caregiver potrà effettuare la prenotazione e la regolarizzazione tramite CUP Aziendale che, inserisce la richiesta nelle agende dedicate per i 4 Distretti e organizza i Piani di Lavoro. Il Tecnico Sanitario di Radiologia Medica, dedicato all’unità Mobile, la mattina dell’esame registra le prenotazioni sul sistema operativo, dopo telefonata di conferma all’utente e, prepara la documentazione necessaria da sottoporre alla firma del paziente /parente riguardante il consenso e il modulo di ritiro referto esame», conclude.

 

Iscriviti alla Newsletter di Sanità Informazione per rimanere sempre aggiornato

Articoli correlati
Da SIRM e AIFM un vademecum per la radiologia domiciliare
Il documento per le corrette indicazioni e raccomandazioni edito dalla Società Italiana di Radiologia Medica e Interventistica con la collaborazione dell’Associazione Italiana di Fisica Medica SIRM, indirizzato agli operatori del settore, agli amministratori ed ai decisori Istituzionali delle amministrazioni sanitarie
Congresso Tecnici Sanitari Radiologia Medica, Faster: «Migliorare competenze per vincere pandemia»
FASTeR – Federazione delle Associazioni Scientifiche dei Tecnici di Radiologia è stata il fulcro della 18° edizione del Congresso Nazionale dei Tecnici Sanitari di Radiologia Medica che si è svolta il 7 e 8 novembre 2020
«L’importanza del tecnico sanitario di radiologia medica nella lotta al Covid-19»
di Vincenzo Grimaldi, Tecnico Sanitario di Radiologia Medica
di Vincenzo Grimaldi, Tecnico Sanitario di Radiologia Medica
«Ecco perché la radiologia domiciliare può rappresentare un’arma in più contro il Covid-19»
Più territorio e meno ospedale. È uno degli slogan più gettonati nel corso di questa coda della pandemia da Covid-19: l’emergenza ha infatti messo sotto stress il Sistema sanitario nazionale e premiato quelle regioni che hanno puntato sulla medicina di territorio. Ora però dagli slogan è necessario passare ai fatti, considerando anche il possibile arrivo […]
di Andrea Lenza, Presidente CdA TSRM Roma e Provincia
L’infermiere di famiglia arriva nelle case dei pazienti cronici. Ecco come funziona
L’Asl Roma 4 tra le prime realtà ad introdurre questo nuovo modello di assistenza. Il direttore generale Giuseppe Quintavalle: «Diversamente dall’assistenza domiciliare classica l'infermiere di famiglia ha un ruolo di integrazione anche nel nucleo familiare»
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 1° luglio, sono 547.500.575 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 6.335.874 i decessi. Ad oggi, oltre 11,74 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dall...
Covid-19, che fare se...?

Quali sono i sintomi della variante Omicron BA.5 e quanto durano?

La variante Omicron BA.5 tende a colpire le vie aeree superiori, causando sintomi lievi, come naso che cola e febbre. I primi dati indicano che i sintomi durano in media 4 giorni
Covid-19, che fare se...?

Negativo con i sintomi, quando posso ripetere il test?

Capita sempre più spesso che una persona con i sintomi del Covid-19 risulti negativa al primo test. Con Omicron sono stati segnalati più casi di positività ritardata. Meglio ripet...