Professioni Sanitarie 3 Gennaio 2022 16:44

TSRM, Cornacchione (Faster): «Migliorare formazione universitaria con professori Tecnici di Radiologia»

La presidente della Federazione delle Associazioni Scientifiche dei Tecnici di Radiologia spiega: «Stiamo lavorando per creare delle basi per poter avviare le carriere universitarie anche con borse di studio che possano favorire i professionisti che vogliono avviare questo tipo di percorso»

di Francesco Torre

La creazione della Federazione degli Ordini dei Tecnici Sanitari di Radiologia Medica e delle Professioni Sanitarie Tecniche, della Riabilitazione e della Prevenzione non ha fatto venire meno il cruciale ruolo che ricoprono le associazioni scientifiche di riferimento, che hanno il compito sia di promuovere l’aggiornamento scientifico che di promuovere la formazione attraverso iniziative didattiche e congressuali. Una di queste è la Faster, Federazione delle Associazioni Scientifiche dei Tecnici di Radiologia, nata dall’unione delle associazioni scientifiche nazionali dei tecnici sanitari di radiologia medica (TSRM), con il sostegno di numerosi Ordini TSRM e PSTRP.

Al Congresso FNO TSRM PSTRP di Rimini abbiamo incontrato la neopresidente Patrizia Cornacchione, che ha messo in evidenza la necessità di un percorso formativo universitario ancora più qualificante con professori universitari che siano Tecnici di Radiologia.

Presidente, che lavoro state portando avanti ti con la Faster?

«La Faster è un’associazione di secondo livello riconosciuta a livello ministeriale che nasce dall’esigenza di colmare delle lacune normative nel settore. Il nostro obiettivo è elaborare documenti che possano aiutare nelle best practice quotidiane i TSRM. In quest’ottica, oltre che alla stesura documentaria, stiamo lavorando moltissimo sul focus delle carriere universitarie. Attualmente purtroppo nel panorama italiano non abbiamo professori riconosciuti come professionisti Tecnici di radiologia e stiamo lavorando per creare delle basi per poter avviare le carriere universitarie anche con borse di studio che possano favorire i professionisti che vogliono avviare questo tipo di percorso e magari agevolarli nella possibilità di formarsi con adeguate conoscenze e competenze per questi percorsi. Infatti, fin da subito la Faster ha curato dei corsi di metodologia della ricerca proprio per creare una conoscenza di base che possa facilitare l’inserimento in questi contesti universitari».

Cosa comporta non avere una formazione accademica con professori TSRM?

«Rallenta la formazione specifica in questo ambito. Per quanto possiamo essere professionisti formati, poter lavorare anche all’interno delle università in un ruolo specifico e riconosciuto potrebbe facilitare la progressione di questa figura professionale, che sarebbe indirizzata da professori specifici del profilo professionale, ad avviare determinati percorsi e accrescere quelle competenze dettate da chi svolge quotidianamente questo mestiere».

 

Iscriviti alla Newsletter di Sanità Informazione per rimanere sempre aggiornato

Articoli correlati
Calandra (TSRM PSTRP): «Il nuovo Ministro continui ad ascoltare le professioni»
La Presidente della Federazione multialbo delle professioni sanitarie sottolinea: «Il DM77 è un punto di partenza, ma ci aspettiamo che le nostre professioni siano chiamate in varietà e numero sufficiente a garantire tutti i servizi che è possibile erogare sul territorio». Poi annuncia l’istituzione di un tavolo paritetico con la FNOMCeO su libera professione e sanità territoriale
di Francesco Torre
IV Giornata nazionale della sicurezza delle cure, tre lectio magistralis nel webinar della FNO TSRM PSTRP celebra
La giornata è stata ufficialmente istituita nel nostro Paese con direttiva del Presidente del Consiglio dei ministri del 4 aprile 2019. All'evento interverranno alcuni tra i massimi esperti mondiali di sicurezza delle cure e della persona assistita: Renè Amalberti, Peter Lachman e Jeffrey Braithwaite
Professioni sanitarie: chi si aggiudicherà gli oltre 30 mila posti disponibili?
Le possibilità di accesso, rispetto allo scorso anno, sono aumentate del 7,4%, per un totale di 32.884. In vetta alla classifica, con il maggior numero di posti disponibili, c’è l’infermieristica che potrà accogliere 19.375 aspiranti infermieri. A Sanità Informazione i sogni nel cassetto e il parere degli studenti su difficoltà dei test e numero chiuso
Terapisti delle neuro e psicomotricità dell’età evolutiva: più di 8 su 10 trovano lavoro subito dopo la laurea
Bonifacio (CDN): «Se è vero che chi si laurea in questo ambito trova facilmente un impiego è altrettanto vero che questo nella maggior parte dei casi non è né stabile, né rispondente alle aspettative del professionista sanitario. Si tratta di contratti a tempo determinato o collaborazioni libero professionali in ambito privato. Nel SSN c’è solo un terpista ogni 165 mila pazienti»
Elezioni 2022, la FNO TSRM e PSTRP scrive ai leader di partiti e movimenti politici
La Presidente Calandra: «Disponibili a un confronto con i candidati e gli eletti»
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 27 settembre 2022, sono 615.555.422 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 6.538.312 i decessi. Ad oggi, oltre 12.25 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata ...
Covid-19, che fare se...?

Se risulto negativo al test ma ho ancora i sintomi posso contagiare gli altri?

Sintomi come febbre e tosse possono durare più della positività al test antigenico rapido. Gli scienziati si stanno interrogando quindi sulla durata della contagiosità. L'ipotesi ...
Covid-19, che fare se...?

Quanto durano i sintomi del Long Covid?

La durata dei sintomi collegati al Long Covid può essere molto variabile: si va da qualche settimana fino anche a 24 mesi