Salute 2 Dicembre 2019 12:40

Antibiotici, l’uso inappropriato nei bambini può provocare obesità, asma e allergie

Lo rivela Laura Reali, pediatra di famiglia e referente dell’Associazione culturale pediatri, in occasione della presentazione del rapporto AIFA su ‘L’uso degli antibiotici in Italia 2018‘, presentato a Roma

Antibiotici, l’uso inappropriato nei bambini può provocare obesità, asma e allergie

Gli antibiotici sono i farmaci più prescritti nella popolazione pediatrica. 4 volte su 10 non vengono scelti antibiotici di prima linea e nei primi sei anni di vita, un bambino su due ha ricevuto, nel corso del 2018, almeno una prescrizione del farmaco. Lo rivela il Rapporto AIFA su ‘L’uso degli antibiotici in Italia 2018‘, presentato a Roma. Dati che mettono in allarme la società scientifica. «Le prescrizioni sono inappropriate per qualità e quantità» ha dichiarato ai microfoni di Sanità Informazione, Laura Reali, pediatra di famiglia e referente dell’Associazione culturale pediatri.

Obesità, asma e allergie, sono le patologie associate ad un uso inappropriato degli antibiotici in età pediatrica. «Ci sono studi ancora più recenti – spiega la dottoressa Reali – sulle modifiche del microbiota intestinale che si verificano a seguito di ricorrenti e prolungate terapie antibiotiche».

 

Il ricorso agli antibiotici si manifesta con maggior intensità nei mesi invernali, correlato con i picchi influenzali. Un utilizzo inappropriato in molti casi «tanto più che nel primo anno di vita oltre l’80% delle febbri che si manifestano sono di origine virale, – continua la pediatra di famiglia – quindi guarirebbero comunque, se solo si avesse l’accortezza di aspettare il tempo necessario». Inoltre, «con una buona e adeguata sorveglianza pediatrica, si potrebbe individuare meglio e selezionare adeguatamente quali sono i bambini che veramente hanno bisogno di antibiotico, dopo una vigile attesa di almeno due o tre giorni».

Dunque, cosa deve fare il medico? «I pediatri sanno benissimo cosa fare» risponde Reali. Tuttavia, «è difficile spesso mediare in particolari situazioni, vuoi di pressioni, vuoi di condizioni epidemiologiche difficili. Resta la difficoltà di fornire sempre il messaggio giusto».

«Forse suggerirei a tutti noi pediatri di parlare più accuratamente con le famiglie – aggiunge – per spiegare che la scelta di quello che sembra risolvere l’oggi, potrebbe complicare il domani. Trovare il modo di fare un’alleanza terapeutica con i genitori per capire insieme meglio se effettivamente c’è bisogno e quando invece è preferibile aspettare. Insomma, reinsegnare cose che nella vita di oggi non si vedono più: la calma, la valutazione con ponderatezza e la vigile attesa, che credetemi è una grande soluzione».

LEGGI: ANTIBIOTICI IN ITALIA: USO INAPPROPRIATO NEL 30% DELLE PRESCRIZIONI. LI BASSI (AIFA): «EDUCARE E INFORMARE OPERATORI E PAZIENTI»

Articoli correlati
Pediatria, al via il 77° Congresso SIP. Riflettori puntati su medicina di precisione, di genere e ricerca scientifica
La presidente della SIP Annamaria Staiano: «Il filo conduttore di questa edizione sarà la partecipazione dei giovani alla ricerca scientifica che, con l’innovazione tecnologica, rappresenta la chiave di volta per la cura di malattie croniche e rare, che riguardano circa il 20% della popolazione pediatrica»
Congresso Sip, i progressi della Pediatria di precisione
Il Congresso Italiano di Pediatria torna nuovamente in presenza da mercoledì 18 a sabato 21 maggio presso l’Hilton Sorrento Palace di Sorrento. A presiederlo, per la prima volta dopo oltre 120 anni, una donna: la Presidente della SIP, Annamaria Staiano, eletta alla guida della Sip lo scorso maggio
Quali sono i sintomi del Long Covid nei bambini?
Il Long Covid non risparmia neanche i bambini. Molti i sintomi: da affaticamento persistente a mal di testa fino a problemi di concentrazione, diarrea, mal di stomaco e altri ancora
L’allarme dello scienziato: il cambiamento climatico fa ammalare i bambini
Lo scienziato svedese Tobias Alfvén ha parlato chiaro al Festival della Scienza Medicina 2022: le conseguenze dei cambiamenti climatici impatteranno sulle future generazioni rendendole più vulnerabili alle malattie, e lo stanno già facendo
Al via il Giro d’Italia delle cure palliative pediatriche. Le riceve solo il 5% dei bambini
Dal 15 maggio al 30 giugno, eventi di sensibilizzazione dal nord al sud della Penisola. A Sanità Informazione la storia di Lavinia, i genitori: «Le cure palliative ci hanno regalato gli anni migliori della nostra vita»
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 25 maggio, sono 526.711.975 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 6.280.500 i decessi. Ad oggi, oltre 11,48 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla&nb...
Salute

Vaiolo delle scimmie, la “profezia” di Bill Gates e il bioterrorismo

Bill Gates aveva parlato pubblicamente del rischio di future pandemia e di bioterrorismo, facendo riferimento a possibili attacchi con il vaiolo. Spazio per nuove teorie del complotto