Salute 14 Gennaio 2021 12:43

All’ospedale San Paolo di Milano supereroi per i piccoli pazienti

Il primario di Pediatria: «Necessario infondere ottimismo. Momenti come quello regalato dalla onlus Supereroi Acrobati sono fondamentali nel percorso di guarigione»

di Federica Bosco

Contro il Covid-19 per i bambini serve una doppia protezione. Non solo dalla malattia, ma anche dai risvolti psicologici negativi che l’isolamento genera. Lo sostiene il dottor Giuseppe Banderali, direttore del reparto di Pediatria dell’ospedale San Paolo di Milano.

Regole sì, ma senza traumi

«I bambini recepiscono molto più di quanto noi pensiamo – afferma Banderali – però metabolizzano, sono plastici e sono bravi a rispettare le regole perché sono abituati a seguirle a scuola. Tanto è vero che quando visito i piccoli degenti fanno fatica ad abbassare la mascherina anche se devono mostrarmi la gola. Il bambino non vive di tanti meccanismi psicologici che lo legano al passato, si adatta ai cambiamenti, ma va protetto. Se vede intorno a sé un ambiente carico di pessimismo, un dramma o una tragedia, o recepisce negatività, per un effetto osmotico se ne permea e può avere ripercussioni sul carattere».

EdiliziAcrobatica, quando i tecnici diventano supereroi

Proprio qualche giorno fa l’ospedale meneghino è stato visitato dai supereroi: Capitan America, Spiderman, Ironman e Hulk si sono infatti calati dal tetto dell’ospedale per salutare dalle finestre dei reparti i piccoli pazienti. Sono i manager e i tecnici di EdiliziAcrobatica, che nelle giornate di riposo indossano i panni dei supereroi per dare coraggio e ottimismo non solo ai bambini ricoverati, ma anche a genitori, medici, infermieri, insegnanti e volontari.

«L’idea molto bella è nata grazie ai contatti dell’ufficio comunicazione con l’associazione Supereroi acrobatici. Quando i bambini hanno visto i loro eroi calarsi dal tetto dell’ospedale, capitanati dall’uomo ragno, si sono illuminati di stupore, di meraviglia, di gioia, di contentezza e di positività. Una reazione straordinaria che ci fa capire sempre più come queste fasce di popolazione vadano protette e tutelare l’infanzia sia un dovere di tutti, ma con una carica di ottimismo», conclude Banderali.

 

Iscriviti alla Newsletter di Sanità Informazione per rimanere sempre aggiornato

Articoli correlati
Vaccini anti-Covid: cosa si intende per “evento avverso”?
L’AIFA (Agenzia Italiana del Farmaco) spiega cosa sono gli eventi avversi (AEFI - Adverse Event Following Immunization) e perché è importante studiarli
L’appello di Conte alla Camera: «Momento delicato, servono costruttori». Sulla pandemia: «Rivendico scelta di tutelare salute»
Il Presidente del Consiglio è intervenuto a Montecitorio. Un passaggio è stato dedicato alle risorse destinate alla sanità: «21 miliardi per potenziare l'assistenza ospedaliera e territoriale, valorizzare e assumere il personale e investire nella formazione»
Il patentino vaccinale su una app. E così chi non è immune al Covid non potrà viaggiare
Mentre continua la discussione sul patentino vaccinale, sono allo sviluppo molte app che certificano lo stato di avvenuta vaccinazione: compagnie aeree e altri business sono pronte a implementarle
di Tommaso Caldarelli
Vaccini, Fials: «Patentino di immunità per chi opera in reparti sensibili»
«Ricorrere all’obbligo è sempre un po’ una sconfitta della ragione»
Ritardi Pfizer, l’Italia a dosi ridotte. Preoccupa la variante brasiliana: Speranza blocca i voli
A causa di un ritardo nelle consegne del vaccino Pfizer verranno distribuite il 29% di dosi in meno, annuncia Arcuri. Tagli maggiori per Lombardia, Emilia Romagna e Veneto. Intanto l'Italia chiude al Brasile, la nuova variante cerca di sfuggire agli anticorpi
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

La diffusione del coronavirus in tempo reale nel mondo e in Italia

Al 18 gennaio, sono 95.077.677 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 2.031.599 i decessi. Ad oggi, oltre 39,47 milioni di persone sono state vaccinate nel mondo. Mappa elaborata dalla Johns H...
Assicurativo

Posso portare in deduzione la mia Rc professionale?

Tutti coloro che devono stipulare una polizza per la responsabilità civile in ambito professionale hanno la necessità di far pesare il meno possibile tale onere obbligatorio sul loro reddito da lavo...
Voci della Sanità

Covid-19, professori di Yale condividono terapia domiciliare “made in Italy”

«Il nostro Paese ancora oggi non dispone di un adeguato schema terapeutico condiviso con i medici che hanno curato a domicilio e in fase precoce la malattia» spiega l'avvocato Erich Grimaldi, Presid...