Mondo 21 Settembre 2018 12:59

Alcol, il report OMS: uccide 3 milioni di persone l’anno. E il 44% degli adolescenti europei beve abitualmente

I tre quarti dei decessi dovuti a incidenti, violenze o malattie legati all’abuso di alcol colpisce gli uomini. Nel Vecchio Continente le percentuali più alte. Tutti i dati emersi dal “Global status report on alcohol and health 2018”

Alcol, il report OMS: uccide 3 milioni di persone l’anno. E il 44% degli adolescenti europei beve abitualmente

Il consumo dannoso di alcol uccide ogni anno tre milioni di persone nel mondo. Significa che una morte su venti è dovuta all’alcol. Tre quarti, sono uomini. Il 28% dei decessi legati all’alcol è dovuto a incidenti stradali, autolesionismo o aggressioni fisiche; il 21% è legato a problemi digestivi, il 19% a malattie cardiovascolari e i rimanenti a malattie infettive, cancro, disturbi mentali o altre patologie. Sono i dati emersi dal Global status report on alcohol and health 2018dell’Organizzazione Mondiale della Sanità.

I NUMERI
Nel mondo, 237 milioni di uomini e 46 milioni di donne soffrono di problemi dovuti all’abuso di alcol. Particolarmente allarmante la situazione dell’Europa, che registra il consumo di alcol pro capite più alto: nonostante la diminuzione del 10% dal 2010 ad oggi, il 14,8% degli uomini ed il 3,5% delle donne con problemi legati all’alcol sono del Vecchio Continente. Percentuali seguite dall’America (11,5% di uomini e 5,1% di donne), a conferma della maggiore incidenza dei problemi legati all’alcol nei Paesi ad alto reddito. Ma per i prossimi dieci anni è previsto un aumento del consumo a livello globale.

ATTENZIONE AGLI ADOLESCENTI
Il 27% dei ragazzi tra i 15 e i 19 anni beve abitualmente. Percentuali che salgono sensibilmente se il focus viene spostato dal mondo all’Europa (44%), le Americhe (38%) o il Pacifico Occidentale (38%). Molte scuole, inoltre, denunciano che in diversi paesi si inizia a bere prima dei 15 anni, con differenze molto lievi tra femmine e maschi.

QUANTO E QUALE ALCOL BEVIAMO?
In media, chi consuma alcol abitualmente assume 33 grammi di alcol puro al giorno, corrispondenti a due bicchieri di vino, una bottiglia grande di birra o due shot di superalcolici. Sono proprio i superalcolici ad essere preferiti da chi beve: il 45% dell’alcol assunto nel mondo è sotto forma di superalcolici, seguiti da birra (34%) e dal vino (12%). Da evidenziare che in Europa il consumo di superalcolici è diminuito del 3% a fronte di un aumento del consumo di vino e birra.

LE REAZIONI DELL’OMS
«È giunta l’ora di agire per prevenire questa minaccia pericolosa per lo sviluppo di società in salute – ha dichiarato il direttore generale dell’OMS Tedros Adhanom Ghebreyesus -. Ancora troppe persone, famiglie e comunità subiscono le conseguenze dell’abuso di alcol attraverso violenze, lesioni, problemi legati alla salute mentale e mentali come il cancro o gli ictus».

«Tutti i Paesi – ha aggiunto Vladimir Poznyak, coordinatore dell’area dell’OMS dedicata alla gestione dell’abuso di sostanze -. Azioni efficaci ed efficienti possono consistere nell’aumento delle tasse sugli alcolici, divieti o restrizioni sulle pubblicità e la diminuzione della disponibilità di alcol».

LEGGI ANCHE: ALCOL E FUMO POSSONO CAMBIARE I COLORI DEL MONDO. IL DALTONISMO SPIEGATO DAL PROFESSOR TROIANO (SOI)

Articoli correlati
Obesità in Europa al 59% negli adulti. Chianelli (AME): «Non è una questione di volontà, è una malattia e va curata»
Secondo l’ultimo Rapporto europeo sull'obesità regionale dell'OMS 2022 l'obesità ha raggiunto "proporzioni epidemiche" in Europa. L'organizzazione mondiale della sanità, dopo la presentazione del suo ultimo report mostra che la malattia sta causando 200.000 casi di cancro e 1,2 milioni di decessi all'anno
di Stefano Piazza
World Health Day. Inquinamento killer, Miani (SIMA): «Ogni anno, uccide 13 mln di persone nel mondo»
I dati OMS: 9 persone su 10 respirano aria inquinata, 3,6 miliardi di individui non dispongono di servizi igienici adeguati, 2 miliardi non hanno acqua potabile. Il presidente della SIMA: «In Italia, le patologie cardiovascolari sono la prima causa di morte per inquinamento»
In Italia il 12% obeso e il 20-25% in sovrappeso. Allarme alcol tra i giovani
Numeri in aumento e serie conseguenze per il fegato. Preoccupano in Italia obesità infantile e alcolismo tra anziani. Il fenomeno del "binge drinking" tra i giovanissimi determina un effetto tossico sul fegato, col rischio di coma etilico
Ucraina: attacchi a ospedali e ambulanze, la denuncia dell’Oms
L'Oms ha dichiarato che, negli ultimi giorni, sono aumentati gli attacchi alle strutture sanitarie dell'Ucraina, come ospedali e ambulanze
Giornata Mondiale dell’Udito: adeguata formazione tra le sei raccomandazioni dell’OMS
Consulcesi lancia il corso per medici e operatori sanitari per la comunicazione con persone affette da deficit uditivi
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 26 maggio, sono 527.393.956 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 6.283.228 i decessi. Ad oggi, oltre 11,48 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla&nb...
Salute

Vaiolo delle scimmie, la “profezia” di Bill Gates e il bioterrorismo

Bill Gates aveva parlato pubblicamente del rischio di future pandemia e di bioterrorismo, facendo riferimento a possibili attacchi con il vaiolo. Spazio per nuove teorie del complotto
Cause

Medici specializzandi, apertura della Cassazione su prescrizione, rivalutazione interessi e borse di studio

Due ordinanze della Cassazione riaprono la vertenza, con udienza pubblica. L’avvocato Tortorella: «La giurisprudenza può rivedere le sue posizioni in senso più favorevole ai ...