Salute 14 settembre 2017

80° Congresso Nazionale SIMLII, la medicina del lavoro dalla ricerca alla professione

Dibattiti, confronti, corsi di aggiornamento specifici e linee guida su tutte le tematiche inerenti la medicina del lavoro: ecco le tematiche che verranno affrontate durante l’incontro

L’80° Congresso Nazionale Simlii – Società Italiana di Medicina del Lavoro e Igiene Industriale si svolgerà quest’anno a Padova Fiere dal 20 al 22 settembre. La frase guida dell’evento – organizzato dal Simlii e dall’Università degli Studi di Padova – sarà “La Medicina del Lavoro dalla ricerca alla professione” che riprende la storica espressione di Galileo Galilei, prestigioso docente della stesso Ateneo: «Misura ciò che è misurabile, e rendi misurabile ciò che non lo è».

Il tema principale del Congresso, “I valori guida nella valutazione del rischio“, è una problematica sulla quale si discute da tempo e l’incontro degli specialisti sarà proprio occasione  per presentare i risultati ottenuti. Sarà affrontato anche il delicato tema “Allergie e lavoro”, argomento molto caro alla Società anche perché a Padova è stata istituita una delle prime Scuole di Specializzazione in Allergologia.

Non mancheranno dibattiti su altre questioni di grande interesse per la medicina del lavoro, con i quali i medici del settore dovranno confrontarsi sempre di più nel prossimo futuro: “Le Linee Guida dopo l’approvazione della legge sulla responsabilità professionale” e “La dimensione di genere in medicina del lavoro”.

Il Congresso si aprirà la mattina del 20 settembre, preceduto da due corsi di aggiornamento specifici: “Il corso di Spirometria” e “Idoneità nel settore dei trasporti”. Successivamente, sarà organizzato in 5 sessioni plenarie sui temi principali dell’evento a cui si alterneranno sessioni parallele che tratteranno specifici argomenti di attualità.

Al Prof. Gaetano Thiene, anatomopatologo e studioso di fama internazionale nel campo delle patologie cardiache, è affidata la lettura magistrale della seduta inaugurale che riguarderà l’Origine del Metodo Scientifico e della Medicina moderna all’Università di Padova nel XVI-XVIII secolo.

Per consultare IL PROGRAMMA

Articoli correlati
Dissezione su cadavere, l’eccellenza all’università di Bologna: 400 metri quadri al servizio di studenti, chirurghi e ricercatori
L’Italia ferma ad un Regio Decreto del 1933. Ad ottobre 2018, Pierpaolo Sileri (M5S) ha presentato un disegno di legge in tema disposizione del proprio corpo e dei tessuti post mortem a fini di studio, di formazione e di ricerca scientifica
di Isabella Faggiano
Accademia dei pazienti-Eupati Italia, il paziente “esperto” affianca il medico nel percorso terapeutico
Informazione, formazione e competenza: un paziente preparato e consapevole supporta il professionista sanitario con la sua esperienza diretta di malattia, veicola le necessità degli altri ed aiuta ad arginare il fenomeno della disinformazione in salute
San Valentino, le tecniche antistress che salvano l’amore: una vita di coppia sana passa anche dalla regola delle tre “C”
La dottoressa Serena Missori, endocrinologa e nutrizionista: «Consapevolezza, conoscenza e coscienza per stare bene con se stessi e con il partner. Così lo stress da nemico diventa alleato». On line il primo ebook "Antistress: teoria e pratica”
Ecco il guanto sensorizzato che insegna ad operare, valuta la funzionalità della mano e traduce la lingua dei segni
Sembra uscito da un film di supereroi, il guanto ‘sensorizzato’ inventato dal professor Giovanni Saggio dell’università Tor Vergata di Roma. A vederlo sembra un guanto comune, ma è l’unico in grado di misurare i movimenti della mano, valutando ogni singola articolazione delle dita. Può pilotare a distanza una mano robotica e controllare oggetti virtuali, può […]
Formazione, Vanja Ciolli (CeOR): «Aggiornamento fondamentale, tecnico ortopedico responsabile sicurezza dispositivi e qualità processi di produzione»
«Il tecnico ortopedico è obbligato da norme regionali e nazionali ad aggiornarsi al passo con l’evoluzione continua in medicina e a rispondere ai crediti formativi necessari» dichiara Vanja Ciolli (Amministratore Ce.OR) a Sanità Informazione
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Sanità internazionale

La lettera di un medico stressato: «Il mio lavoro sta prosciugando la mia umanità»

«L’ultimo tuo contatto umano, poco prima che le tue condizioni peggiorassero velocemente e morissi, è stato con un medico stressato e distaccato, che ha interrotto il tuo ricordo felice. Ti chiedo...
Lavoro

Ex specializzandi: nel 2018 dallo Stato rimborsi per oltre 48 milioni e nuovi ricorsi sono pronti per il 2019

La "road map dei risarcimenti" regione per regione: Lazio in testa con 9 milioni, sul podio Lombardia e Sicilia. Più di 31 milioni al centro-sud con la Sardegna in forte crescita. Pronta la nuova azi...
Mondo

Da Messina alla Nuova Zelanda, la storia del fondatore di Doctors in Fuga: «Così aiuto giovani medici ad andare all’estero»

Stipendi più alti, maggiore attenzione al merito, assenza di contenziosi legali grazie ad una migliore comunicazione tra medici e pazienti. Davide Conti è in Nuova Zelanda da nove anni e non ha alcu...