Politica 12 Settembre 2019

Sileri (M5S): «Ripartiremo dal personale sanitario». Sul tavolo della Commissione lo stop alle nomine politiche in Sanità

«Abbiamo incardinato provvedimenti che erano della minoranza e della maggioranza. Non credo cambierà il modo di lavorare», spiega il presidente della Commissione Igiene e Sanità, Pierpaolo Sileri. Il plauso del collega pentastellato, Gianluca Perilli: «Sileri sta facendo un lavoro molto importante e proficuo»

Immagine articolo

Il governo Conte bis è ormai realtà. La doppia fiducia incassata sia alla Camera sia al Senato ne ha decretato l’avvio definitivo e, in attesa della nomina dei sottosegretari, nei corridoi del Parlamento si fa il punto sul lavoro rimasto in sospeso dalla ‘crisi di Ferragosto’.

«Nella Commissione Sanità ciò che è stato fatto secondo me di bello nel primo governo è che abbiamo sempre lavorato molto bene, mettendo al centro dell’agenda ciò che era nell’interesse di tutti», rivela il presidente della Commissione Igiene e Sanita, esponente del Movimento 5 Stelle, Pierpaolo Sileri ai microfoni di Sanità Informazione, in occasione del voto di fiducia in Senato. «Abbiamo incardinato provvedimenti che erano della minoranza e della maggioranza. Non credo cambierà il modo di lavorare, perché al centro dell’agenda della Sanità c’è sempre ciò che è utile per la sanità pubblica. Credo non vi saranno grosse variazioni, perché avevamo all’interno provvedimenti sia del centrodestra sia della sinistra e del Movimento 5 Stelle. Andremo avanti con questi provvedimenti dove si troverà un accordo definito».

Nello specifico, «il Ddl contro la violenza al personale sanitario era stato già approvato – spiega ancora il senatore Sileri – e deve avere solo il passaggio in Aula per poi andare alla Camera e concludere il suo iter. Credo che massimo interesse lo daremo al personale sanitario e alle nomine della dirigenza sanitaria per far sì che la politica esca dalla sanità pubblica».

Fiducioso anche il senatore e collega Gianluca Perilli: «Abbiamo il presidente della Commissione, Pierpaolo Sileri che sta facendo un lavoro molto importante e proficuo per la sanità». Sulla futura agenda della Commissione Sanità, l’esponente del Movimento 5 Stelle ribadisce i temi da sempre cari per i pentastellati: «Noi l’abbiamo sempre detto, deve esserci un criterio meritocratico, una distinzione tra la politica e i ruoli dirigenziali, poi naturalmente i servizi dei quali usufruiscono i cittadini e che sono naturalmente tutti da rivedere».

Gianluca Perilli, attualmente senatore del M5S, è stato in passato consigliere in Regione Lazio durante la prima Giunta Zingaretti. Il pentastellato, proprio nel Lazio, ha potuto conoscere e fare opposizione all’attuale segretario del Partito Democratico, lo stesso con cui il Movimento 5 Stelle è sceso a patti per la formazione del nuovo governo. «Il fatto che ci sia questo accordo di programma adesso a livello nazionale, – ribadisce Perilli – non toglie (e lo è stato) che il Movimento 5 Stelle ha fatto una dura opposizione a Zingaretti sul tema della salute e della sanità, come anche per esempio su ambiente, rifiuti ecc. Continuerà a farlo laddove non ci siano delle convergenze, delle visioni programmatiche comuni. Questo non toglie vigore a quelli che sono i nostri temi e i nostri modi di vedere la sanità».

LEGGI: GOVERNO, TRIZZINO (M5S): «BENE CONTE. CURE PALLIATIVE E RIORGANIZZAZIONE MEDICINA TERRITORIALE TRA LE MIE PRIORITÀ»

Articoli correlati
Coronavirus, Sileri: «Italiani rimpatriati provati e stanchi, ma meno preoccupati di chi corre a comprare mascherine»
Stazionarie le condizioni dei due turisti cinesi ricoverati allo Spallanzani: sono in terapia intensiva e la prognosi resta riservata. 494 le vittime del virus nel mondo, ma aumentano i pazienti dimessi dagli ospedali cinesi: 898 persone sono guarite
Coronavirus isolato allo Spallanzani, Manuel Tuzi (m5s): «SSN eccellenza italiana. Attendiamo italiani da Wuhan»
«L’ospedale Spallanzani dimostra ancora una volta che il Servizio Sanitario Nazionale è un’eccellenza Italiana. Siamo il primo paese in Europa ad aver isolato il Coronavirus. Ora sarà possibile studiarlo per arrivare al vaccino rapidamente. Il mio plauso personale al team medico dell’ospedale romano per quanto fatto. Da medico, oltre che da italiano, sono doppiamente fiero […]
«Un unico modello virtuoso per tutte le Regioni». La ricetta del viceministro Sileri per il SSN
«Se c’è un modello di cardiologia, di chirurgia o di governance che funziona, quel modello va copiato e trasmesso in tutta Italia. Così supereremo le diseguaglianze»
Tumori, svolta con le terapie ‘agnostiche’. Vella: «Con immunoterapia e farmaci mirati aumenta sopravvivenza e diminuisce tossicità»
Alcuni degli oncologi più importanti d’Italia si sono dati appuntamento a Roma al convegno “Le terapie oncologiche agnostiche. La nuova frontiera nella lotta ai tumori”. Il Vice Ministro Sileri: «Queste terapie sono una vera rivoluzione nel trattamento dei pazienti oncologici laddove è dimostrata una alterazione genetica comune»
Commissione Sanità, salta elezione presidente: vertice manca da 92 giorni
Era tutto pronto per l’elezione del presidente della XII Commissione Igiene e Sanità di Palazzo Madama quando è stato deciso il rinvio. Da agosto ad oggi si è riunita solo 12 volte
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Lavoro

Riscatto agevolato della laurea, l’esperto: «Ecco cosa cambia dopo circolare INPS»

Anche chi ha studiato prima del 1996 può richiederlo. Tomi (F.F.S. S.r.l. e collaboratore di Consulcesi & Partners): «Possibile riscattare fino a 5 anni di studi universitari versando la somma di 5....
Salute

Coronavirus e Sars, la storia che si ripete. Ecco cosa è successo nel 2003

Anche la Sindrome Acuta Respiratoria Grave si diffuse dalla Cina al resto del mondo con le stesse modalità. La patologia causò 800 morti
Lavoro

Spese sanitarie in contanti e sgravi fiscali, cosa cambia per i professionisti della sanità

I pareri del fiscalista esperto in materia sanitaria Francesco Paolo Cirillo e del Tesoriere Sumai Napoli Luigi Sodano