Politica 13 Maggio 2019 09:52

Prezzo farmaci, Grillo: «Serve maggiore trasparenza in tutta Europa». In Usa maxi causa contro case farmaceutiche

«Nei prossimi giorni a Ginevra ci sarà la discussione della nostra Risoluzione presso l’OMS», è l’annuncio del ministro della Salute, Giulia Grillo

Prezzo farmaci, Grillo: «Serve maggiore trasparenza in tutta Europa». In Usa maxi causa contro case farmaceutiche

«Nei mesi scorsi ho presentato una risoluzione all’OMS per chiedere maggiore trasparenza sulla formazione del prezzo dei farmaci», è la denuncia che lancia il ministro della Salute, Giulia Grillo commentando la notizia della maxi causa contro 20 cause farmaceutiche negli Stati Uniti.

LA VICENDA
Negli Usa, oltre 40 Stati hanno fatto causa contro 20 cause farmaceutiche tra il 2013 e il 2015, accusate di aver cospirato per aumentare artificialmente il costo di più di 100 medicine generiche, inclusi trattamenti per cancro e diabete, in alcuni casi di oltre il 1000%. Una delle società accusate è la Teva Pharmaceuticals, il più grande produttore mondiale di farmaci generici, che ha già respinto ogni addebito.

LEGGI: AZIONI LEGALI CONTRO I MEDICI, FNOMCEO CONTRO LO SPOT CHE ARRIVA VIA SMS E WHATSAPP. E WIND LO SOSPENDE

L’azione legale, frutto di cinque anni di indagini e presentata dall’attorney general del Connecticut, William Tong, accusa le aziende farmaceutiche di essere coinvolte «in una delle più vergognose e dannose cospirazioni per la determinazione dei prezzi nella storia degli Stati Uniti». Nella causa sono citate 15 persone, accusate di aver supervisionato lo schema per fissare i prezzi giorno per giorno.

IL COMMENTO DEL MINISTRO
«Oggi tutti i media internazionali parlano della causa di 44 procure statunitensi contro ben 20 multinazionali del farmaco colpevoli di aver gonfiato i prezzi del 1.000%. Sembra proprio che ci sia bisogno della magistratura – in questo caso degli USA – per capire che c’è un problema reale di asimmetria delle informazioni in ambito farmaceutico». Commenta il ministro Grillo attraverso la sua pagina Facebook.

«Nei prossimi giorni a Ginevra ci sarà la discussione della nostra Risoluzione presso l’OMS». Prosegue il ministro: «Già alcuni paesi, da tutte le parti del mondo, hanno deciso di darci il loro supporto e altri stanno valutando una possibile adesione. Abbiamo già aspettato troppo, è arrivato il momento di fare chiarezza. Per questo chiedo la collaborazione di tutte le forze politiche di maggioranza e di opposizione in questa iniziativa trasversale non semplice, che però deve essere affrontata nell’immediato e non solo quando sentiamo parlare di questi scandali internazionali».

«Dobbiamo batterci, – conclude Grillo – anche in Europa, per adottare strategie comuni ed esigere la massima trasparenza dalle aziende del settore. In gioco c’è l’accesso alle cure e la salute di tutti noi cittadini».

Articoli correlati
Colesterolo, De Ferrari: «Nel 90% dei pazienti impossibile abbassare i valori di LDL con un solo farmaco»
The lower the better ma anche The earlier the lower the better. Dobbiamo ridurre anche precocemente i valori di LDL nel paziente a rischio molto alto»
Ghebreyesus (Oms) all’Assemblea mondiale della Sanità: «Supereremo morti Covid 2020 in tre settimane»
All'Assemblea mondiale della Sanità, il dg Oms Ghebreyesus non consola. Si può e si deve fare di più per la distribuzione equa dei vaccini, per il progetto Covax e per gli operatori sanitari del mondo intero. «Chi vaccina gruppi non a rischio ora lo fa a danno di chi ha bisogno nei paesi più poveri»
Con i farmaci generici il Ssn ha risparmiato oltre 5 miliardi nel 2020
Sono passati 25 anni da quando in Italia è stata promulgata la prima legge sul farmaco generico. Pasquarelli (Presidente DOC Generici): «Cambiato l’approccio del paziente che non guarda più con sospetto al generico, associando il costo alla qualità del prodotto»
OMS: «I morti per Covid potrebbero essere il triplo di quelli segnalati»
Presentato a Ginevra il Rapporto World Health Statistics 2021. Ecco gli effetti collaterali della pandemia sulla salute globale
Dislipidemie, i dati parlano chiaro. Binaghi: «L’80% dei soggetti a rischio non raggiunge il valore prefissato di LDL»
«Ci discostiamo di quasi il 20-30. Siamo sicuramente al di sopra della soglia consigliata dalle attuali linee guida europee»
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 14 giugno, sono 175.965.522 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 3.804.217 i decessi. Ad oggi, oltre 2.34 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla&...
Cause

Medico condannato a pagare 25mila euro di provvisionale. L’Azienda lo lascia solo

Dopo una condanna in sede penale di primo grado, un camice bianco ha chiesto sostegno alla direzione sanitaria, che gliel’ha negato: «Quel che è successo a me potrebbe succedere a t...
Cause

Primario imputato per associazione a delinquere insieme ad un centinaio di colleghi: assolto 7 anni dopo. La sua storia

Giornali e tv, locali e nazionali, diedero la notizia dell’indagine con tanto di nomi e cognomi. «All’assoluzione, invece, al massimo un trafiletto». Quando il mostro sbattuto ...