Politica 11 Gennaio 2021 08:42

Lombardia, Letizia Moratti al Welfare punta su squadra e territorio per rilanciare la sanità

Il neoassessore: «In settimana tavolo con ATS, ASST e sindacati di medici ed infermieri per una pronta riorganizzazione e un piano per il rafforzamento degli operatori sanitari. Se vince la Lombardia vince l’Italia»

di Federica Bosco

«Da questa emergenza possiamo uscire se saremo uniti, se sapremo lavorare insieme: medici, infermieri, operatori sanitari e con la disponibilità di un confronto con il governo nazionale. Bisogna vincere questa battaglia contro il virus per far ripartire la Lombardia e di conseguenza il Paese». Per Letizia Moratti, neoassessore al Welfare e vicepresidente di Regione Lombardia chiamata dal governatore Attilio Fontana per sostituire Giulio Gallera, la ricetta per ripartire passa necessariamente da un lavoro di squadra. Ed è sul territorio che intende indirizzare i suoi sforzi per vincere la sfida.

La ricetta di Letizia Moratti: «Avvicinare la sanità al territorio»

«La sanità lombarda è di eccellenza, ci sono cose da migliorare – ha sottolineato la Moratti –. È necessario rivedere la legge di riordino della sanità in tempi rapidi per incrementare da subito un’organizzazione strutturata da applicare non solo all’emergenza, ma anche alla gestione delle altre patologie e alle liste d’attesa. Questo permetterà di avere una sanità più vicina al territorio. Dovremo fare i conti, però, con i fondi, che negli anni sono diminuiti – ha aggiunto -. Con il Recovery Fund si è passati dalla prima bozza dove erano destinati solo 9 miliardi per la sanità, alla versione più recente dove sono saliti a 19 proprio per la medicina del territorio, per l’innovazione e la telemedicina, quindi ci auguriamo che questo sia di aiuto».

Più medici ed infermieri sul territorio

Sul tavolo di lavoro, che aprirà già da questa settimana con ATS, ASST e sindacati di medici ed infermieri, tra le priorità per Letizia Moratti c’è la necessità di incrementare il numero degli operatori sanitari per gestire al meglio i malati Covid, ma anche le altre patologie che per troppo tempo sono state dimenticate, smaltire le lunghe liste d’attesa e organizzare il piano vaccinale. «Sto studiando per un rafforzamento che non è di totale competenza della regione, quindi cercherò di vedere in che modo poter migliorare tutto ciò che è possibile fare, il mio obiettivo è quello di dare un servizio sempre migliore ai cittadini».

Da Gallera un saluto sui social

Nessun commento da Giulio Gallera. L’ex assessore al Welfare non ha rilasciato interviste, ma ha affidato ai social il saluto ai suoi follower. Dichiarando di andare avanti sempre a testa alta, ha spiegato di essere provato da questa lunga pandemia ed ha ringraziato medici, infermieri ed operatori della sanità ospedaliera e territoriale per l’intenso lavoro svolto.

 

Iscriviti alla Newsletter di Sanità Informazione per rimanere sempre aggiornato

Articoli correlati
Lombardia, Monti (Lega): «Ecco cosa stiamo facendo per combattere contro il Covid»
Intervista al Presidente della Commissione sanità della Lombardia Emanuele Monti: dai vaccini antinfluenzali alla zona rossa, le strategie della Regione
di Federica Bosco
Il “Paziente 1” Mattia Maestri premia per Fondazione Onda le professioniste della sanità: «Senza di voi sarei morto»
Fontana: «Lavoro encomiabile seppur con carenze di organico, ora al via i bandi per nuove assunzioni». Trivelli: «Cresciuta la capacità di fare tamponi, ma vietato abbassare la guardia. Obiettivo riuscire a gestire Covid e altre patologie»
di Federica Bosco
Scuola di chirurgia robotica, al via il primo corso dell’Università Statale all’Ospedale San Paolo di Milano
Il professor Paolo Pietro Bianchi direttore della Chirurgia 1: «Precisione e sicurezza con un sistema a doppia consolle, molto simile a quello delle scuole guida. Il chirurgo senior è in grado di bloccare o attivare gli strumenti che il chirurgo più giovane sta utilizzando in ogni momento dell’intervento»
di Federica Bosco
Oltre 9 milioni di euro per creare 85 borse di specializzazione per giovani medici in Lombardia
L’assessore al Welfare Gallera: «Fondi in cinque anni da investire nelle discipline maggiormente colpite dal Covid: anestesia, rianimazione, terapia intensiva e del dolore»
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

La diffusione del coronavirus in tempo reale nel mondo e in Italia

Al 21 gennaio, sono 96.868.849 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 2.074.886 i decessi. Ad oggi, oltre 46,89 milioni di persone sono state vaccinate nel mondo. Mappa elaborata dalla Johns H...
Voci della Sanità

Covid-19, professori di Yale condividono terapia domiciliare “made in Italy”

«Il nostro Paese ancora oggi non dispone di un adeguato schema terapeutico condiviso con i medici che hanno curato a domicilio e in fase precoce la malattia» spiega l'avvocato Erich Grimaldi, Presid...
Assicurativo

Posso portare in deduzione la mia Rc professionale?

Tutti coloro che devono stipulare una polizza per la responsabilità civile in ambito professionale hanno la necessità di far pesare il meno possibile tale onere obbligatorio sul loro reddito da lavo...