Politica 1 Agosto 2019

Lombardia, intesa tra Regione e sindacati su riordino rete territoriale. Via superticket a 625mila persone

L’accordo prevede la realizzazione in ogni Azienda sociosanitaria territoriale di una struttura organizzativa unica in grado di garantire percorsi di accompagnamento e di cura appropriati. Soddisfatti i sindacati: «È una prima risposta ai bisogni di cura ed assistenza delle persone»

di Federica Bosco

Intesa raggiunta tra Regione Lombardia e sindacati Cgil, Cisl e Uil, sindacato dei Pensionati, della Funzione pubblica e Medici, per il riordino della rete delle degenze territoriali o di comunità e sull’esenzione dal superticket per le prestazioni ambulatoriali per alcuni nuclei famigliari ritenuti vulnerabili.

Dopo un lungo confronto, iniziato lo scorso gennaio, alla vigilia della pausa estiva si è concretizzato l’accordo che prevede: la realizzazione in ogni Azienda sociosanitaria territoriale di una struttura organizzativa unica, in grado di garantire percorsi di accompagnamento e di cura appropriati, nel rispetto delle unità d’offerta di degenza di comunità, pubbliche o private accreditate e contrattualizzate, che dovranno comunicare in tempo reale le proprie disponibilità.

LEGGI ANCHE: LOMBARDIA, SIGLATO ACCORDO MEDICI-REGIONE: PIU’ RISORSE PER NUOVE ASSUNZIONI. MAZZACANE (CISL): «PROBLEMI RESTANO SUL CAMPO»

«L’implementazione della rete delle degenze di comunità rappresenta una prima risposta ai bisogni di cura ed assistenza delle persone – il commento dei sindacati Cgil, Cisl e Uil Lombardia – Ad oggi le risposte sono parziali (servizi di assistenza domiciliari) o inappropriate (ricoveri ospedalieri), se non troppo onerose per le famiglie quando è necessario fare ricorso a strutture residenziali o assistenti familiari. È stato compiuto un passo avanti, – ammettono – ma adesso dovranno essere attuati tutti i provvedimenti necessari per mettere le unità organizzative in condizioni di lavorare – affermano i sindacati -. Occorre garantire che le Aziende sociosanitarie territoriali (Asst) possano costituire le unità e dotarle delle risorse economiche, delle competenze e della strumentazione informatica adeguata al ruolo che devono avere».

L’intesa, sottoscritta nella giornata di ieri, prevede inoltre che Regione Lombardia avvii il processo di riordino della rete delle degenze territoriali riclassificando i posti letto esistenti e razionalizzando l’offerta nell’ambito della degenza di comunità. Il dialogo tra le parti proseguirà su altri fronti. «Verrà effettuata un’analisi dei fabbisogni nel territorio, – sottolineano le categorie confederali della funzione pubblica lombarda – per attuare una programmazione delle risorse finanziarie, individuando le risorse e le dotazioni di posti letto classificati per livelli assistenziali previsti, strutture da adibire o riconvertire in Presidi Ospedalieri Territoriali e in Presidi Socio Sanitari territoriali”.  Per le categorie dei Pensionati della Lombardia «si tratta di un passo importante per tutti coloro che devono effettuare un percorso di cura dopo il ricovero, affinché non vengano più lasciati soli, ma accompagnati presso le strutture che offrono la migliore assistenza per una completa guarigione».

Per quanto riguarda i superticket, considerando la disponibilità finanziaria pari a 10,5 milioni di euro, è stata raggiunta l’intesa affinché vengano esentati della sola quota fissa (super ticket) per le prestazioni specialistiche ambulatoriali i nuclei famigliari fiscali con reddito:

  • compreso tra i 18 e i 30 mila euro con almeno un minore presente;
  • superiore a 30 mila e inferiore a 70 mila euro con almeno due minori presenti
  • inferiore o uguale a 90 mila euro con un soggetto affetto da una delle seguenti esenzioni per invalidità: G01, G02, L01, L02, S01, S02, C01, C02, C03, C04, C05, C06.

In totale saranno 315 mila i nuovi esenti nella prima fascia, 260 mila nella seconda e 50 mila nella terza, per un totale di 625mila persone in più; il che comporterà un minor introito da superticket pari a 10,5 milioni di euro. Finora l’esenzione dalla quota fissa del superticket ha riguardato persone con un reddito fino a 18 mila euro.

Articoli correlati
Elezione Ordine Psicologi Lombardia: vince la continuità. Bettiga: «In eredità lascio un nuovo progetto: lo psicologo di quartiere»
Rinnovato il consiglio dell’Ordine degli psicologi della Lombardia. Riccardo Bettiga, dopo lascia anni, lascia in eredità molti progetti avviati, come la casa della psicologia ed altri in fase di realizzazione, come lo psicologo di  quartiere
di Federica Bosco
In 8 anni 2 miliardi e 42800 lavoratori in meno nella sanità italiana: i dati del rapporto UPB
Nel rapporto “Lo stato della sanità in Italia” elaborato dall’Ufficio Parlamentare di Bilancio i dati evidenziano il calo del personale, in particolare degli infermieri. Inoltre «l'aumento del costo delle prestazioni specialistiche a compartecipazione contribuisce a spostare la domanda verso il privato, con l'ingresso di nuovi attori e il rafforzamento di quelli esistenti»
Lombardia, ticket gratuiti per forze dell’Ordine e polizia locale. Monti: «Messaggio politico di vicinanza a chi difende la sicurezza»
L’esonero al pagamento delle spese sanitarie, strettamente correlato all’infortunio, sarà esteso per un periodo massimo di un anno a decorrere dal giorno dell’evento traumatico
di Federica Bosco
#DestinazioneSanità | Lombardia, come tutelare un’eccellenza: istruzioni per l’uso
La nuova puntata del reportage #DestinazioneSanità, in collaborazione con il sindacato CIMO, è dedicata ad uno dei sistemi sanitari più qualificati d’Europa, quello lombardo. Abbiamo visitato gli ospedali, parlato con i medici e incontrato le istituzioni. Quello che ne è emerso è un quadro in chiaroscuro e un libretto di istruzioni dal titolo: come tutelare un’eccellenza
Terremoto in Albania, l’Italia si mobilita: in partenza Croce Rossa. Parla manager italiana: “Un boato e poi la paura”
Endri Fuga, portavoce del Governo: «Oltre 600 persone hanno ricevuto assistenza medica. Team di emergenza stanno arrivando dal Kosovo, dall'Italia, dalla Grecia e da altri Paesi vicini. I soccorritori sono aiutati da volontari in una manifestazione di solidarietà senza precedenti»
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Ecm

ECM, un mese alla fine del triennio. Bovenga (Cogeaps): «Attenzione a contenziosi, concorsi e lettere di richiamo»

A Roma il Presidente del Consorzio gestione Anagrafica delle Professioni Sanitarie ha illustrato le ultime novità in tema di aggiornamento professionale obbligatorio: «Il sistema è in crescita. Da ...
Diritto

Responsabilità professionale, Federico Gelli: «Sulla gestione del rischio tre regioni in ritardo. Polizza primo rischio, ecco quando farla…»

Il “padre” della Legge 24 del 2017, oggi presidente della Fondazione Italia in Salute, ha fatto il punto nel corso di un convegno all’Ospedale San Giovanni Battista di Roma: «Legge va applicata...
Lavoro

Sanità, il presidente ARAN: «Nel 2020 si chiude nuovo contratto»

Antonio Naddeo, presidente dell'Agenzia per la rappresentanza negoziale delle pubbliche amministrazioni a sanità informazione: «In legge bilancio stesse risorse per rinnovo contratti 2019-2021 della...