Politica 2 Febbraio 2021 17:12

Lombardia, Guido Bertolaso promette: «Tutti vaccinati entro giugno»

All’ex capo della protezione civile il compito di coordinare la campagna vaccinale con Letizia Moratti. Tra le novità prime dosi agli over 80 dal 24 febbraio, AstraZeneca anche agli over 55, accordo con i medici di base e impiego degli specializzandi del primo e secondo anno per somministrare le dosi

di Federica Bosco

Vaccinare 10 milioni di cittadini entro la fine di giugno. È questa la sfida lanciata da Guido Bertolaso, nuovo consulente della Lombardia per la campagna vaccinale regionale anti Covid.

Durante la conferenza stampa tenutasi questa mattina in Regione Lombardia al fianco del presidente Attilio Fontana, della vicepresidente Letizia Moratti e dell’assessore alla protezione civile Pietro Foroni, Bertolaso ha ribadito la sua partecipazione gratuita e la sua mission: «Sono qui per organizzare, con le strutture della Regione e i suoi vertici, la più grande e importante operazione di protezione civile che si sia mai tenuta in Italia, senza sé e senza ma. Il Covid è il virus più democratico che ci sia, non ha colore politico e quindi non deve essere questa una campagna pro o contro il governo. Sono qui per aiutare la Lombardia a sconfiggere il Covid».

Gioco di squadra 24 ore al giorno, 7 giorni su 7

«Nel corso delle prossime ore e dei prossimi giorni tutto il sistema sarà coinvolto sempre che ci diano i vaccini – ha puntualizzato l’ex capo della protezione Civile – credo che avremo ancora il mese di febbraio e di marzo in cui faremo fatica per il reperimento delle dosi, mentre da aprile non avremo più intoppi. Anzi – ha sottolineato – il problema sarà che avremo quattro o cinque diverse tipologie, ognuna complessa. La parte logistica sarà la più difficile da gestire, ma ce la faremo perché ci sono 400 strutture della protezione civile che possono garantire la presenza di oltre 20mila volontari. Sarà uno straordinario gioco di squadra 24 ore al giorno per 7 giorni alla settimana. Quindi, se avremo i vaccini, il traguardo di vaccinare tutti prima della fine di giugno sarà assolutamente possibile e noi ce la faremo, ve lo garantisco».

Dosi agli over 80 dal 24 febbraio e AstraZeneca anche per gli over 55

Fuori la politica, avanti il buonsenso e l’organizzazione di un piano vaccinale che è già stato tracciato sotto la guida della vicepresidente Letizia Moratti. Tra le novità: prime dosi agli over 80 dal 24 febbraio, AstraZeneca anche per gli over 55 secondo le direttive del Governo, accordo con i medici di base e impiego degli specializzandi del primo e secondo anno per somministrare le dosi.

«Il piano vaccinale per gli over 80 comincerà a febbraio e non a marzo come precedentemente annunciato – ha spiegato Letizia Moratti – questo ci consente di non andare in sequenza, ma in parallelo con le vaccinazioni. Seguiamo le direttive del governo, ma in tema di somministrazione delle dosi noi abbiamo raggiunto un accordo con i medici di medicina generale. Non solo: per gli specializzandi, noi abbiamo chiesto che possano fare somministrazione e vengano retribuiti, con la previsione di spostare il loro percorso formativo di tre o quattro mesi, tempo necessario per le vaccinazioni».

 

 

Iscriviti alla Newsletter di Sanità Informazione per rimanere sempre aggiornato

Articoli correlati
A che punto siamo con i vaccini anti-Covid aggiornati?
I vaccini anti-Covid aggiornati sono attesi per il prossimo autunno. Ma ancora nessuno è stato autorizzato e il «più aggiornato» deve ancora essere sottoposto ai test clinici
Vaiolo delle scimmie: contagiata bambina di 4 anni. Primo caso pediatrico in Germania
La piccola, totalmente asintomatica, vive nel sud-ovest del Paese con due adulti già precedentemente contagiati dal virus. In Italia stimati 599 casi e un’età media di 37 anni. Dopo Roma, da oggi al via le vaccinazioni anche in Emilia-Romagna
Vaccini adattati alle varianti per l’autunno-inverno: accordo tra Ue e Moderna
Moderna sposta dall'estate in corso al prossimo inverno i calendari di consegna dei vaccini agli Stati membri, quando ce ne sarà più bisogno. La commissaria Ue alla Salute Kyriakides: «In autunno ci saranno vaccini adattati alle varianti Covid»
Sono 4.000 i medici non vaccinati contro il Covid. Anelli (FNOMCeO): «Esigua minoranza»
Circa 4.000 medici hanno detto no al vaccino e non possono esercitare la professione. Si tratta di un'esigua minoranza su 468mila professionisti vaccinati
Vaccini Covid «aggiornati» pronti a ottobre, scetticismo su tempistiche
La BioNTech ha annunciato che le consegne dei due vaccini anti-Covid 19 adattati a Omicron sono previste già in ottobre «Sono scettico», ammette Claudio Cricelli, presidente della Società italiana di medicina generale
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 12 agosto, sono 588.479.576 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 6.430.693 i decessi. Ad oggi, oltre 12 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla&...
Covid-19, che fare se...?

Paracetamolo o ibuprofene, cosa prendere contro i sintomi del Covid?

È la domanda che si fanno molti di coloro che sono stati colpiti lievemente dal virus Sars-CoV-2
Salute

Troppi malori improvvisi tra i giovani, uno studio rivela la causa

Alessandro Capucci, professore ordinario di malattie dell’apparato cardiovascolare, spiega come un eccesso di catecolamine circolanti possa determinare un danno cardiaco a volte fatale