Politica 19 Ottobre 2018

Formazione ECM, parla Carpani: «Fondamentale aggiornamento costante e conoscenza linee guida»

Il nuovo braccio destro del Ministro Grillo, grande esperto di tematiche sanitarie, tratteggia in una recente intervista rilasciata a Sanità Informazione in occasione delle giornate formative organizzate dalla FNOMCeO a Bari, la sua idea di professionista sanitario ‘modello’. Un medico sempre aggiornato e attento alla cura nel rapporto con il paziente

Immagine articolo

Già Capo di Gabinetto con il ministro della Salute Renato Balduzzi, Guido Carpani torna, dopo 5 anni e con la stessa veste, alla sede ministeriale di Lungotevere Ripa guidata ora dal Ministro Giulia Grillo. Laureato in giurisprudenza all’università di Bologna, Carpani, consigliere dei ruoli della Presidenza del Consiglio dei Ministri dal 1998, subentra ad Alfonso Celotto che ha lasciato l’incarico circa un mese fa.

Il nuovo braccio destro del Ministro, grande esperto di tematiche sanitarie e Direttore affari istituzionali ENPAM, ha tratteggiato, in una recente intervista rilasciata a Sanità Informazione, in occasione delle giornate formative organizzate dalla FNOMCeO a Bari, la sua idea di professionista sanitario ‘modello’. Un medico sempre aggiornato e attento alla cura nel rapporto con il paziente.

Il percorso formativo post laurea del medico ha un’importanza decisiva sia per l’aspetto professionale che sull’approccio con il paziente. Lei cosa ne pensa?

«Ritengo che un buon professionista sanitario debba essere prima di tutto informato, conoscere le linee guida e poterle applicare nella relazione con il paziente. Questo bagaglio di conoscenze del professionista sanitario favorisce un rapporto equilibrato tra medico e paziente anche per quel che riguarda la responsabilità professionale».

LEGGI ANCHE: RESPONSABILITÀ PROFESSIONALE, MAGI (OMCEO ROMA): «LA LEGGE HA VULNUS, MA L’UNIONE FA LA FORZA, COLMIAMO MANCANZE CON CONFRONTO»

Cosa intende esattamente?

«Un medico aggiornato non solo riesce a garantire una prestazione ottimale al suo paziente, ma riesce anche più facilmente a difendersi qualora un avvento avverso portasse ad incrinare il rapporto con il paziente se questo reputasse necessario chiamarlo in un’aula del tribunale. Dunque un buona formazione rappresenta un’utilità per il medico ma anche per il paziente stesso. Quindi avere un’attenzione a quelli che sono i ritrovati della scienza, all’innovazione tecnologica in costante movimento e aggiornamento, deve rappresentare uno stimolo per il medico».

Da questo punto di vista anche il profilo assicurativo può essere rafforzato da un medico con le sue certificazioni?

«Certamente, forse potrebbe essere un’idea per le assicurazioni, cioè far pagare un premio in qualche modo più contenuto a quel medico che dimostra di avere una particolare attenzione agli aspetti formativi, alla sua formazione personale. Senz’altro un medico aggiornato è un medico che ha meno probabilità che accada un avvento avverso nella sua relazione con il paziente».

Articoli correlati
Nutrizione grande assente nei percorsi formativi dei medici europei. L’allarme di Espen
Muscaritoli: «L'apprendimento della nutrizione è obbligatorio per i futuri medici»
La frequenza di un evento all’estero, non accreditato in Italia, dà crediti validi nel sistema nazionale?
Per gli eventi non accreditati in Italia è possibile fare richiesta di riconoscimento dei crediti secondo quanto stabilito al paragrafo 3.4 (Formazione individuale all’estero) del Manuale sulla formazione continua del professionista sanitario.
Proroga Ecm: da Consulcesi il vademecum per evitare sanzioni
Dopo la decisione della Commissione Nazionale per l’Educazione Continua in Medicina di concedere un altro anno per assolvere all’obbligo formativo ecco tutto quello che c’è da sapere ed i principali rischi che corre chi non sarà in regola entro il 31 dicembre 2020
Da Ippocrate ad oggi, la formazione cambia ma resta fondamentale. Almini (CAO Bergamo): «Ecco perché conviene adempiere all’obbligo ECM»
Il Presidente del Coordinamento Albi Odontoiatri di Bergamo sarà relatore unico di un seminario dal titolo “ECM: Come, dove, quando, perché!”. A Sanità Informazione spiega come e perché si sta evolvendo il sistema e i motivi per cui fare formazione continua è una parte fondamentale della professione
Aggressioni e Consulta, al Ministero le prime riunioni. Speranza: «Da febbraio Ddl antiviolenza alla Camera»
Il Ministro ha convocato a Lungotevere Ripa i rappresentanti degli Ordini delle professioni sanitarie: cronicità e riforma della Formazione continua in primo piano. Sul Ddl aggressioni sottolinea: «Se tempi in Parlamento andranno per le lunghe non escludo decreto d’urgenza»
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Ecm

Ecm, Commissione nazionale proroga triennio 2017-2019. Un anno per recuperare i crediti mancanti

FNOMCeO: «Fino al 31 dicembre 2020 si possono acquisire crediti anche per il triennio 2014-2016». Confermato l’obbligo di 150 crediti per il periodo formativo 2020-2022. Roberto Stella: «Dopo pro...
Lavoro

«Il contratto sia applicato subito con incrementi e arretrati da gennaio 2020». I sindacati della dirigenza sollecitano le aziende

I sindacati che lo scorso 19 dicembre hanno firmato il nuovo contratto hanno sottoscritto una lettera aperta indirizzata agli enti del Servizio sanitario nazionale per chiedere l’immediata applicazi...
Lavoro

Spese sanitarie in contanti e sgravi fiscali, cosa cambia per i professionisti della sanità

I pareri del fiscalista esperto in materia sanitaria Francesco Paolo Cirillo e del Tesoriere Sumai Napoli Luigi Sodano