Politica 19 Ottobre 2018

Formazione ECM, parla Carpani: «Fondamentale aggiornamento costante e conoscenza linee guida»

Il nuovo braccio destro del Ministro Grillo, grande esperto di tematiche sanitarie, tratteggia in una recente intervista rilasciata a Sanità Informazione in occasione delle giornate formative organizzate dalla FNOMCeO a Bari, la sua idea di professionista sanitario ‘modello’. Un medico sempre aggiornato e attento alla cura nel rapporto con il paziente

Immagine articolo

Già Capo di Gabinetto con il ministro della Salute Renato Balduzzi, Guido Carpani torna, dopo 5 anni e con la stessa veste, alla sede ministeriale di Lungotevere Ripa guidata ora dal Ministro Giulia Grillo. Laureato in giurisprudenza all’università di Bologna, Carpani, consigliere dei ruoli della Presidenza del Consiglio dei Ministri dal 1998, subentra ad Alfonso Celotto che ha lasciato l’incarico circa un mese fa.

Il nuovo braccio destro del Ministro, grande esperto di tematiche sanitarie e Direttore affari istituzionali ENPAM, ha tratteggiato, in una recente intervista rilasciata a Sanità Informazione, in occasione delle giornate formative organizzate dalla FNOMCeO a Bari, la sua idea di professionista sanitario ‘modello’. Un medico sempre aggiornato e attento alla cura nel rapporto con il paziente.

Il percorso formativo post laurea del medico ha un’importanza decisiva sia per l’aspetto professionale che sull’approccio con il paziente. Lei cosa ne pensa?

«Ritengo che un buon professionista sanitario debba essere prima di tutto informato, conoscere le linee guida e poterle applicare nella relazione con il paziente. Questo bagaglio di conoscenze del professionista sanitario favorisce un rapporto equilibrato tra medico e paziente anche per quel che riguarda la responsabilità professionale».

LEGGI ANCHE: RESPONSABILITÀ PROFESSIONALE, MAGI (OMCEO ROMA): «LA LEGGE HA VULNUS, MA L’UNIONE FA LA FORZA, COLMIAMO MANCANZE CON CONFRONTO»

Cosa intende esattamente?

«Un medico aggiornato non solo riesce a garantire una prestazione ottimale al suo paziente, ma riesce anche più facilmente a difendersi qualora un avvento avverso portasse ad incrinare il rapporto con il paziente se questo reputasse necessario chiamarlo in un’aula del tribunale. Dunque un buona formazione rappresenta un’utilità per il medico ma anche per il paziente stesso. Quindi avere un’attenzione a quelli che sono i ritrovati della scienza, all’innovazione tecnologica in costante movimento e aggiornamento, deve rappresentare uno stimolo per il medico».

Da questo punto di vista anche il profilo assicurativo può essere rafforzato da un medico con le sue certificazioni?

«Certamente, forse potrebbe essere un’idea per le assicurazioni, cioè far pagare un premio in qualche modo più contenuto a quel medico che dimostra di avere una particolare attenzione agli aspetti formativi, alla sua formazione personale. Senz’altro un medico aggiornato è un medico che ha meno probabilità che accada un avvento avverso nella sua relazione con il paziente».

Articoli correlati
L’Italia esporta salute, formazione ai medici albanesi
A Tirana Consulcesi lancia la FAD a prova di "furbetti". Presente il Premier Edi Rama: "Con questa piattaforma assicurata la trasparenza"
ECM, anche gli infermieri in azione per chiudere al meglio il triennio
Attraverso la Rete nazionale dei referenti degli Ordini provinciali degli infermieri per l’Ecm, gli infermieri puntano a terminare il triennio con i crediti formativi in regola. L'intervista a Pierpaolo Pateri, presidente OPI Cagliari e componenti della Commissione Nazionale per la Formazione continua
Oncologia, Beretta (Aiom): «Screening organizzati fondamentali. Grandi potenzialità per la medicina di precisione»
«La formazione dei medici è fondamentale: da quando mi sono laureato ad oggi sono cambiate tantissime cose. È necessario ridefinire un sistema di welfare per evitare costi aggiuntivi della malattia sui pazienti», così il presidente eletto Aiom a margine del convegno al Senato
Elezioni europee, ecco gli impegni dei candidati per i medici
Dal presidente del Parlamento europeo Antonio Tajani ai suoi vice David Sassoli e Fabio Massimo Castaldo, fino al nuovo volto della Lega, l’economista Antonio Maria Rinaldi: le ricette in campo sui principali temi del mondo medico emerse nel confronto promosso da Consulcesi. Diverse le proposte ma i candidati sembrano uniti nella battaglia sui diritti negati ai medici ex specializzandi
Psicologia, nasce la Consulta degli studenti: «Eliminare il 3+2 e regolamentare la retribuzione dei tirocini»
Leopoldo Pizzetti, studente promotore della Consulta: «È un organo consultivo e non vincolante dell’Ordine degli Psicologi che favorirà la sinergia tra il mondo della formazione e quello professionale
di Isabella Faggiano
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Lavoro

ECM, finisce a Striscia la Notizia il caso dei medici non in regola. FNOMCeO: «Dal 2020 sanzioni per chi non sarà in regola»

Anche la popolare trasmissione di Canale 5 punta i riflettori sul caso dei tanti medici che non rispettano l’obbligo di legge sull’aggiornamento continuo in medicina. Gerry Scotti: “Pazienti pre...
Formazione

Obbligo ECM, Rosset (OMCeO Aosta): «La formazione tutela la salute pubblica. Con sentenza si esce dall’ambiguità»

«Il rispetto della formazione, la tutela della salute e l’obbligo di rispondere a quanto viene dettato dal legislatore, quindi a osservare la legge, sono cose assolutamente imprescindibili e che re...
di Giovanni Cedrone e Diana Romersi
Salute

Guarire dalla balbuzie si può: Chiara Comastri, psicologa ed ex balbuziente, ci spiega come agisce il metodo Psicodizione

Da balbuziente ad esperta di linguaggio: la psicologa Chiara Comastri si racconta a Sanità Informazione e rivela: «Con un approccio di tipo cognitivo comportamentale e un percorso preciso si possono...