Mondo 20 Novembre 2017 19:26

EMA, beffata Milano: Amsterdam vince al sorteggio

L’agenzia europea per il farmaco sara’ trasferita da Londra ad Amsterdam. La decisione e’ stata presa a sorteggio, con il lancio della monetina, dopo il risultato di parita’ all’ultimo turno di votazione

EMA, beffata Milano: Amsterdam vince al sorteggio

L’agenzia europea per il farmaco sara’ trasferita da Londra ad Amsterdam. La decisione e’ stata presa a sorteggio, con il lancio della monetina, dopo il risultato di parita’ all’ultimo turno di votazione. Milano e Amsterdam avevano ricevuto infatti lo stesso numero di voti.

COS’ È L’EMA

Con il suo staff di 775 persone, ma con altre 5mila che ‘gravitano’ attorno all’agenzia e un budget di 325 milioni di euro che genera un volume d’affari stimato di 1,5 miliardi di euro, l’Agenzia europea del farmaco Ema e’ responsabile della valutazione scientifica, della supervisione e della vigilanza su tutti i farmaci, umani o veterinari, commercializzati all’interno dell’Unione Europea. “L’Ema protegge la salute delle persone e degli animali nei 28 stati membri e nei paesi dell’Area Economica Europea – si legge sul sito dell’agenzia – garantendo che tutti i farmaci disponibili sul mercato europeo siano sicuri, efficaci e di alta qualita’”.

* COME E’ COMPOSTA – La fondazione dell’Ema risale al 1995. Le sue commissioni scientifiche sono sette, ognuna su un settore specifico dell’attivita’. La supervisione e’ affidata a un ‘management board’ di 35 persone indipendente da governi, aziende o altre istituzioni. A capo dell’agenzia c’e’ un direttore generale, che al momento e’ l’italiano Guido Rasi.

* APPROVAZIONE DEI FARMACI – I vari comitati dell’Ema valutano i dossier di richiesta di autorizzazione dei farmaci da parte delle aziende, anche coordinando ispezioni nei siti di produzione. Il loro parere e’ poi accolto dalla Commissione Europea, che materialmente concede l’autorizzazione, che e’ valida per tutti gli Stati membri. E’ possibile comunque chiedere l’autorizzazione anche ai singoli stati, anche se quella centralizzata e’ obbligatoria per una serie di patologie, per i farmaci orfani e per quelli biotech.

* FARMACOVIGILANZA – L’Ema coordina la farmacovigilanza sul territorio europeo, ed e’ responsabile di diversi progetti di monitoraggio degli effetti avversi, come EudraVigilance. Su questo argomento e’ responsabile anche della produzione di linee guida e regolamenti, oltre che della comunicazione con il pubblico e della collaborazione con i pazienti.

* ALTRE ATTIVITA’ – Fra le altre missioni dell’Ema c’e’ lo sviluppo di procedure per l’accesso rapido ai farmaci, soprattutto per malattie che non hanno terapia; la supervisione dello sviluppo dei farmaci pediatrici; l’attribuzione dello status di ‘orfani’ ai farmaci; lo sviluppo di linee guida sulla qualita’, sicurezza ed efficacia dei farmaci, la cui osservanza da parte delle aziende deve essere riportata nei dossier che vengono sottoposti all’approvazione

Articoli correlati
«Coinvolgeteci nei processi decisionali sui farmaci come fa EMA». La richiesta di 43 associazioni dei pazienti ad AIFA
Per Annamaria Mancuso, Coordinatrice del Gruppo “La salute: un bene da difendere, un diritto da promuovere”, «occorre trasparenza, vogliamo capire come vengono assunte alcune decisioni che incidono sulle nostre vite». L’EMA ha istituzionalizzato il coinvolgimento già dal 2005
di Francesco Torre
Tobia (Federfarma): «Garantire ai cittadini europei equo accesso a farmaci»
Si è tenuto oggi a Roma il simposio annuale PGEU, nell'ambito del quale si è discusso della nuova regolamentazione sui farmaci dell'Unione Europea
Aderenza alla terapia, FederAnziani: «4 anziani su 10 non assumono regolarmente i farmaci prescritti»
1 anziano su 3 ammette di dimenticarne spesso l’assunzione. I dati diffusi alla vigilia della Giornata Nazionale per l’Aderenza alle Terapie. Selvi: «Aderenza è battaglia che non si può perdere: promuovere strumenti e interventi per migliorarla»
AME Diabetes Update, Settembrini: «Pandemia in crescita. Spazio a farmaci moderni e innovativi»
«Una terapia mirata e precoce con farmaci innovativi permette di ridurre i costi dei ricoveri, bloccare l'evoluzione, le complicanze e la mortalità». Focus sul diabete mellito, la tre giorni in programma a Napoli dal 17 al 19 marzo sarà ricca di spunti, approfondimenti e discussioni
AME: la lunga ‘pandemia’ di diabete, presto svolta grazie a nuovi farmaci
Al via l’edizione numero 6 dell’AME Diabetes Update. Si esplora il diabete mellito a 360 gradi, con approfondimenti e discussioni non stop. Una tre giorni ricca di spunti, novità e conferme
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 6 luglio, sono 551.283.678 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 6.342.322 i decessi. Ad oggi, oltre 11,77 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla&nbs...
Covid-19, che fare se...?

Quali sono i sintomi della variante Omicron BA.5 e quanto durano?

La variante Omicron BA.5 tende a colpire le vie aeree superiori, causando sintomi lievi, come naso che cola e febbre. I primi dati indicano che i sintomi durano in media 4 giorni
Covid-19, che fare se...?

Negativo con i sintomi, quando posso ripetere il test?

Capita sempre più spesso che una persona con i sintomi del Covid-19 risulti negativa al primo test. Con Omicron sono stati segnalati più casi di positività ritardata. Meglio ripet...