Politica 15 Gennaio 2021 11:39

Crisi di governo, Boldi (Lega): «Serve governo legittimato per affrontare pandemia. Ora allargare la platea dei vaccinatori»

La Vice Presidente della Commissione Affari Sociali Rossana Boldi spiega: «Crisi crea delle difficoltà, non è il massimo in piena pandemia». Sul piano vaccinale: «Bisogna coinvolgere le farmacie in modo che siano pronte quando arriveranno dei vaccini più gestibili e conservabili in frigorifero»

Crisi di governo, Boldi (Lega): «Serve governo legittimato per affrontare pandemia. Ora allargare la platea dei vaccinatori»

La crisi di governo innescata dal ritiro della compagine governativa di Italia Viva piomba come un macigno sull’attività parlamentare, di fatto paralizzata fino al giorno della verità fissato per martedì prossimo, quando il premier Giuseppe Conte andrà in Senato per verificare se ha ancora una maggioranza. L’opposizione per ora sta a guardare ma segue con preoccupazione la resa dei conti.

«Una crisi di governo in una situazione come questa non è il massimo che ci si potesse aspettare e crea delle difficoltà», spiega Rossana Boldi, deputata della Lega e Vice Presidente della XII Commissione Affari Sociali che illustra a Sanità Informazione la linea di pensiero delle opposizioni: «La crisi pandemica impone di prendere delle decisioni che, come abbiamo visto fino ad ora, incidono fortissimamente sulla vita delle persone e spesso sono sul filo del rasoio in relazione al rispetto dei diritti costituzionali. Queste decisioni devono essere prese da un governo perfettamente legittimato».

«Integrare il piano vaccinale»

Boldi, che non risparmia critiche al governo, si augura che tutto ciò non abbia impatto sul piano vaccinale che, tuttavia, ritiene carente. «È un piano che andrebbe completamente rivisto per quello che riguarda i tempi e la platea di vaccinatori, ammesso che arrivino le dosi».

Secondo Boldi la platea di vaccinatori deve essere molto più ampia di quella prevista dal bando del Commissario Arcuri. «Non mi riferisco solo ai medici di base ma, quando arriveranno finalmente vaccini che sono più gestibili e che possono essere conservati normalmente in frigo, dobbiamo coinvolgere le farmacie che sono un presidio fondamentale sul territorio e ci permetteranno di arrivare anche nei paesi di montagna».

«Allargare la platea dei vaccinatori»

Poi lancia l’idea di coinvolgere altre categorie di professionisti tra i vaccinatori: «Si potrebbero coinvolgere gli odontoiatri, ma anche i biologi che lavorano all’interno dei laboratori anche privati, mantenendo l’assoluta gratuità del vaccino per i pazienti. Io immagino un coinvolgimento a 360 gradi dei professionisti in maniera tale da avere una potenza di fuoco enorme di vaccinatori. Questa necessità l’ha riconosciuta anche il ministro perché nella risoluzione che è passata c’è l’allargamento della platea dei vaccinatori».

Infine, sull’approvvigionamento delle dosi di vaccino, qualche appunto al governo: «Noi siamo stati molto corretti, non abbiamo cercato di avere delle dosi in più andando a una contrattazione separata, mi pare di aver capito che abbiamo ottenuto delle condizioni di prezzo favorevoli facendo la contrattazione a livello europeo – conclude Boldi -. Però ho anche l’impressione che a livello europeo ad una prima offerta di vaccini della Pfizer-Biontech che era molto superiore in realtà abbiamo detto che ne prendevamo un po’ di meno».

Iscriviti alla Newsletter di Sanità Informazione per rimanere sempre aggiornato

Articoli correlati
Omicron 4 e 5, impennata contagi. Ricciardi: «Contagiosissime, un rischio aver tolto obbligo mascherina al chiuso»
I dati del monitoraggio Gimbe: +58,9% in una settimana. Aumentano ricoveri ordinari (+14,4%) e terapie intensive (+12,6%). Ricciardi: «Bisogna stare all’erta, con un virus così contagioso negli ambienti chiusi ci si contagia. Tanti i fragili a rischio»
Farmacie: dal 5 luglio attivo il servizio per scegliere medico di famiglia e pediatra di libera scelta
Letizia Moratti (Vicepresidente di Regione Lombardia) «Grazie a questo servizio si potranno abbattere i tempi di attesa». Annarosa Racca (Federfarma Lombardia) «Un servizio che i cittadini ci chiedevano da tempo»
Sanità e territorio, la rivoluzione passa dalle farmacie (e dal PNRR)
Presentata in conferenza stampa l’edizione annuale del congresso FarmacistaPiù. «La formazione è la chiave per gestire il cambiamento»
Covid, quale futuro? Centemeri (farmacologo): «Ecco i tre scenari possibili, dal migliore al peggiore»
Il professore invita a prestare massima attenzione alle sottovarianti di Omicron e annuncia: «Abbiamo costituito gruppi di esperti e tavoli virtuali mirati a dare risposte concrete e piani di azione per i possibili scenari futuri. Tutto sarà a disposizione del Governo e del ministro per il miglior uso possibile. Ottobre arriva e dobbiamo essere preparati»
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 6 luglio, sono 551.283.678 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 6.342.322 i decessi. Ad oggi, oltre 11,77 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla&nbs...
Covid-19, che fare se...?

Quali sono i sintomi della variante Omicron BA.5 e quanto durano?

La variante Omicron BA.5 tende a colpire le vie aeree superiori, causando sintomi lievi, come naso che cola e febbre. I primi dati indicano che i sintomi durano in media 4 giorni
Covid-19, che fare se...?

Negativo con i sintomi, quando posso ripetere il test?

Capita sempre più spesso che una persona con i sintomi del Covid-19 risulti negativa al primo test. Con Omicron sono stati segnalati più casi di positività ritardata. Meglio ripet...