Politica 15 Gennaio 2021 11:39

Crisi di governo, Boldi (Lega): «Serve governo legittimato per affrontare pandemia. Ora allargare la platea dei vaccinatori»

La Vice Presidente della Commissione Affari Sociali Rossana Boldi spiega: «Crisi crea delle difficoltà, non è il massimo in piena pandemia». Sul piano vaccinale: «Bisogna coinvolgere le farmacie in modo che siano pronte quando arriveranno dei vaccini più gestibili e conservabili in frigorifero»

Crisi di governo, Boldi (Lega): «Serve governo legittimato per affrontare pandemia. Ora allargare la platea dei vaccinatori»

La crisi di governo innescata dal ritiro della compagine governativa di Italia Viva piomba come un macigno sull’attività parlamentare, di fatto paralizzata fino al giorno della verità fissato per martedì prossimo, quando il premier Giuseppe Conte andrà in Senato per verificare se ha ancora una maggioranza. L’opposizione per ora sta a guardare ma segue con preoccupazione la resa dei conti.

«Una crisi di governo in una situazione come questa non è il massimo che ci si potesse aspettare e crea delle difficoltà», spiega Rossana Boldi, deputata della Lega e Vice Presidente della XII Commissione Affari Sociali che illustra a Sanità Informazione la linea di pensiero delle opposizioni: «La crisi pandemica impone di prendere delle decisioni che, come abbiamo visto fino ad ora, incidono fortissimamente sulla vita delle persone e spesso sono sul filo del rasoio in relazione al rispetto dei diritti costituzionali. Queste decisioni devono essere prese da un governo perfettamente legittimato».

«Integrare il piano vaccinale»

Boldi, che non risparmia critiche al governo, si augura che tutto ciò non abbia impatto sul piano vaccinale che, tuttavia, ritiene carente. «È un piano che andrebbe completamente rivisto per quello che riguarda i tempi e la platea di vaccinatori, ammesso che arrivino le dosi».

Secondo Boldi la platea di vaccinatori deve essere molto più ampia di quella prevista dal bando del Commissario Arcuri. «Non mi riferisco solo ai medici di base ma, quando arriveranno finalmente vaccini che sono più gestibili e che possono essere conservati normalmente in frigo, dobbiamo coinvolgere le farmacie che sono un presidio fondamentale sul territorio e ci permetteranno di arrivare anche nei paesi di montagna».

«Allargare la platea dei vaccinatori»

Poi lancia l’idea di coinvolgere altre categorie di professionisti tra i vaccinatori: «Si potrebbero coinvolgere gli odontoiatri, ma anche i biologi che lavorano all’interno dei laboratori anche privati, mantenendo l’assoluta gratuità del vaccino per i pazienti. Io immagino un coinvolgimento a 360 gradi dei professionisti in maniera tale da avere una potenza di fuoco enorme di vaccinatori. Questa necessità l’ha riconosciuta anche il ministro perché nella risoluzione che è passata c’è l’allargamento della platea dei vaccinatori».

Infine, sull’approvvigionamento delle dosi di vaccino, qualche appunto al governo: «Noi siamo stati molto corretti, non abbiamo cercato di avere delle dosi in più andando a una contrattazione separata, mi pare di aver capito che abbiamo ottenuto delle condizioni di prezzo favorevoli facendo la contrattazione a livello europeo – conclude Boldi -. Però ho anche l’impressione che a livello europeo ad una prima offerta di vaccini della Pfizer-Biontech che era molto superiore in realtà abbiamo detto che ne prendevamo un po’ di meno».

Iscriviti alla Newsletter di Sanità Informazione per rimanere sempre aggiornato

Articoli correlati
Disabilità, Falabella (FISH): «Ora vaccini a disabili e caregiver. Con l’emergenza famiglie abbandonate»
La Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap ha incontrato il neo Ministro alla Disabilità Erika Stefani. Sul piano vaccinale la proposta di dare priorità ai disabili attraverso la legge 104 che delinea lo stato di gravità. Il Presidente Falabella: «Occorre passare da un sistema di protezione a un sistema di riconoscimento dei diritti e di inclusione»
Sars-CoV-2, l’esperto: «Italia in ritardo con vaccini, sul fronte cure farmaco da Israele da studiare»
Antonio Cassone, ex direttore del dipartimento di malattie infettive dell’ISS nell’ambito del corso organizzato dalla scuola di specializzazione in Microbiologia e Virologia, ha spiegato i vaccini e cercato di immaginare lo scenario pandemico dei prossimi mesi mettendo in evidenza i percorsi da seguire per vincere il Covid
di Federica Bosco
Se l’operatore sanitario non è vaccinato può essere licenziato? E in caso di contagio sul lavoro, l’INAIL paga? Le risposte dell’esperto
La campagna vaccinale contro il Covid-19 continua tra mille difficoltà. Cosa succede al lavoratore che rifiuta di vaccinarsi? L’azienda può prendere provvedimenti? Parla l’avvocato Andrea Marziale (specialista in diritto del lavoro e sanitario)
Covid-19, Regimenti (Lega): «Sanitari non vaccinati svolgano altri servizi per evitare rischio contagio»
L'europarlamentare della Lega Luisa Regimenti condivide sul tema la posizione espressa dalla Presidente Aiop Barbara Cittadini
Vaccinazioni anti-Covid, quando sarà il mio turno?
Online un calcolatore per l’attesa per il vaccino contro il Covid-19. Basta compilare un form per sapere quando toccherà anche a noi
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

La diffusione del coronavirus in tempo reale nel mondo e in Italia

Al 1 marzo, sono 114.078.673 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 2.531.004 i decessi. Ad oggi, oltre 239,60 milioni di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla...
Cause

Dermatologa condannata a pagare 90mila euro, l’assicurazione le nega la copertura: «Colleghi, attenzione alla clausola claims made»

In Italia succede che un medico possa pagare per anni un’assicurazione che poi, nel momento in cui riceve una richiesta risarcitoria, non vale più. Una stortura che potrebbe essere risolta con un d...
Diritto

Se l’operatore sanitario non è vaccinato può essere licenziato? E in caso di contagio sul lavoro, l’INAIL paga? Le risposte dell’esperto

La campagna vaccinale contro il Covid-19 continua tra mille difficoltà. Cosa succede al lavoratore che rifiuta di vaccinarsi? L’azienda può prendere provvedimenti? Parla l’avvocato Andrea Marzia...