Politica 12 Novembre 2018

Contratto medici, mercoledì l’assemblea pubblica. Filippi (Cgil): «Con 100 milioni in più si salva SSN. Così può solo galleggiare»

Il segretario nazionale di Fp Cgil Medici risponde alle dichiarazioni della presidente della Commissione Affari Sociali Lorefice: «Ddl Concretezza aumenta fondo accessorio per medici stabilizzati, non c’entra con il nostro contratto»

Immagine articolo

Mercoledì 14 novembre medici e dirigenti sanitari incontrano esponenti della politica nazionale e regionale, e lo fanno in un’assemblea pubblica a Roma. Poco prima dell’apertura delle porte del Cinema Nuovo Olimpia che ospiterà il dibattito, inoltre, è previsto l’incontro tra una delegazione dell’intersindacale e la Commissione Affari Sociali della Camera dei Deputati. «Sarà l’occasione – commenta a Sanità Informazione Andrea Filippi, segretario nazionale di Fp Cgil Medici – per discutere le nostre proposte, anche se difficilmente sarà un incontro produttivo».

I temi al centro dell’assemblea pubblica sono riassunti nel manifesto preparato per l’occasione dai sindacati: lo smantellamento del Servizio Sanitario Nazionale, il peggioramento delle condizioni di lavoro di medici e dirigenti sanitari, l’assenza da 10 anni del contratto, la mancanza delle assunzioni, la perdita di valore economico e professionale del lavoro, l’incertezza del futuro dei giovani lasciati fuori dalla formazione post laurea. Tra gli invitati del mondo delle istituzioni, i ministri della Salute e della Pubblica Amministrazione, i sottosegretari alla Salute e all’Economia, il coordinatore delle Regioni e il presidente del Comitato di settore, i presidenti delle Commissioni sanità di Camera e Senato, i parlamentari medici, veterinari e dirigenti sanitari e i responsabili sanità dei partiti. Conferme dei partecipanti ancora non si hanno.

LEGGI ANCHE: CONTRATTO MEDICI, QUICI (CIMO): «MANCATO RINNOVO ACCENTUERÀ FUGA CAMICI BIANCHI. DA POLITICA DISINTERESSE TOTALE»

Due i punti sui quali si è particolarmente soffermato Andrea Filippi nel presentare la giornata di mercoledì e nel commentare le ultime novità intervenute a livello normativo: lo sblocco del fondo accessorio previsto dal Ddl “Concretezza” e l’aumento del finanziamento per le borse di specializzazione contenuto nella manovra.

«La deroga alla Legge Madia prevista nel Ddl “Concretezza” – commenta Filippi, rispondendo alle dichiarazioni rilasciate ai nostri microfoni dalla presidente della Commissione Affari Sociali della Camera Marialucia Lorefice – consente di sbloccare quella parte del fondo accessorio per i dirigenti precari che vengono stabilizzati, aumentando le loro quote di competenza. È un’operazione sana ma non sufficiente. E non c’entra nulla col contratto. Noi invece chiediamo di recuperare la Retribuzione Individuale di Anzianità, la voce preminente che costituisce i fondi della dirigenza medica e sanitaria e che risulta ancora bloccata».

L’aumento dei contratti di specializzazione di 800 unità, poi, è «un’operazione sibillina», a detta di Filippi: «Sono stati previsti 22 milioni di euro, che aumenteranno fino al 2023. Ma le borse in più ogni anno saranno sempre e solo 800: i finanziamenti serviranno per portarle a regime per i prossimi 5 anni. Ma le Regioni da tempo chiedono 3mila borse in più. Quest’aumento non è un buon segnale, perché parliamo di un finanziamento di 20 milioni quando, con 120 milioni, coprivano il vero fabbisogno di 3mila borse. Un Governo che fa una finanziaria da 20 miliardi ma che non trova 100 milioni per salvare il SSN vuole continuare a far galleggiare il SSN».

«È meno del minimo necessario – conclude Filippi -. E questo sarebbe il segnale di rinnovamento di un Governo che intende fare la rivoluzione? Non mi sembra niente di diverso rispetto a quello che ha fatto il Governo Renzi. Anzi, forse è anche peggio. Almeno Renzi ha stabilizzato tutti i precari».

Articoli correlati
Sanità privata, il 24 agosto presidi in tutta Italia per il rinnovo del contratto
Cgil, Cisl e Uil: «Non escludiamo sciopero nazionale se la sigla definitiva del contratto continuerà a mancare»
Medici fiscali, Fp Cgil: «Grave errore firmare intesa che non tutela lavoratori»
«Nessuna tutela, tanti vincoli, stipendi ridotti, ma soprattutto più precarietà». Così Andrea Filippi, Segretario nazionale della Fp Cgil Medici e Dirigenti Ssn sui medici fiscali
Sanità, Fp Cgil Medici: «Riaprire attività medicina controllo per malattia»
Dal sindacato richiesta a Governo e Inps: medici fiscali da 5 mesi senza stipendio
«Rischioso aderire al Mes senza un progetto per il futuro della sanità». Intervista al presidente Cimo-Fesmed Guido Quici
«Questa è una vera opportunità per riformare il SSN. Servono ospedali flessibili, continuità con il territorio e centralità della professione. Ora la politica ci strumentalizza, poi finirà tutto nel dimenticatoio. Se sono sinceri, ci convochino per il nuovo contratto»
Quest’estate gli ospedalieri potrebbero non riuscire ad andare in ferie. Leoni (CIMO Veneto) spiega perché
Nuovo contratto, carenza di personale e recupero delle prestazioni rimandate per il Covid: la tempesta perfetta che rende le vacanze estive di chi lavora in ospedale un miraggio
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

La diffusione del coronavirus in tempo reale nel mondo e in Italia

Al 23 ottobre, sono 41.705.699 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 1.137.333 i decessi. Mappa elaborata dalla Johns Hopkins CSSE.   I CASI IN ITALIA Bollettino del 23 ottobre: Ad oggi in I...
Contributi e Opinioni

«Tamponi Covid sui bambini: troppe prescrizioni che non tengono conto dei rischi intra-procedurali»

di prof. Filippo Festini, Professore Associato di Scienze Infermieristiche generali, cliniche e pediatriche all’Università degli Studi di Firenze
di Filippo Festini, Professore Associato di Scienze Infermieristiche generali, cliniche e pediatriche, Università di Firenze
Ecm

ECM, De Pascale (Co.Ge.APS): «Entro fine anno azzereremo posizioni arretrate e Ordini potranno certificare formazione»

Il presidente del Co.Ge.APS racconta a Sanità Informazione i mesi appena trascorsi e anticipa il cambiamento di forma giuridica che il Consorzio avrà dal prossimo anno. E sulla riforma del sistema E...