Politica 6 Ottobre 2019 11:06

Congresso SIC, Sileri: «Priorità contenzioso medici-pazienti. Introdurre ‘fellowship’ dopo specializzazione»

VIDEO INTERVISTA | L’importanza della formazione come chiave di volta per evitare la fuga all’estero dei medici italiani migliori e per dare ulteriori garanzie al cittadino che si confronta con il suo medico. Questa una delle proposte fatte dal neo Viceministro alla Salute, Pierpaolo Sileri, nell’intervista a Sanità Informazione in occasione della edizione 121 del congresso della Società Italiana di Chirurgia

Congresso SIC, Sileri: «Priorità contenzioso medici-pazienti. Introdurre ‘fellowship’ dopo specializzazione»

L’importanza della formazione come chiave di volta per evitare la fuga all’estero dei medici italiani migliori e per dare ulteriori garanzie al cittadino che si confronta con il suo medico. Un periodo di alta specializzazione e settorializzazione sul modello delle “fellowship” anglosassoni da introdurre e mettere a sistema nel modello formativo dei medici italiani. Insieme alla formazione ECM, da rendere sempre più efficiente e seguita, è questa una delle carte da giocare per riconquistare quel rapporto di fiducia tra medici e pazienti.

Questa una delle proposte fatte dal neo Viceministro alla Salute, Pierpaolo Sileri, nell’intervista a Sanità Informazione in occasione della edizione 121 del congresso della Società Italiana di Chirurgia. Gli altri temi dell’esponente M5S, “chirurgo prestato alla politica” come si è definito Sileri, affrontano la difficile situazione dei medici, e dei chirurghi in particolare, alle prese con valanghe di denunce, il più delle volte pretestuose, da parte dei pazienti che non fanno che rendere difficile l’attività dei camici bianchi. Su questo tema, già da presidente della Commissione Sanità del Senato, Sileri si era fatto promotore di una iniziativa legislativa per creare un “arbitrato della salute” che potesse sciogliere la mole di contenzioso attualmente esistente.

 

 

Articoli correlati
Long Covid: sintomi cardiaci per 10-30% guariti. È una nuova malattia e prende il nome di PASC
«È stata oggi definita una nuova malattia che prima del Covid non esisteva e prende il nome di PASC (sequele post-acute del Covid 19)». Vediamo di cosa si tratta con il Presidente della Società Italiana di Cardiologia Ciro Indolfi
L’allarme della SIC: «La pandemia ci lascia in eredità un’assistenza cardiologica in ginocchio»
Ricoveri ed esami ridotti in due ospedali su tre e rischio cardiaco più alto per i guariti. Allerta massima su mortalità infarti e ictus: «Rischiamo di tornare indietro di 20 anni»
Sileri risponde all’appello dei chirurghi: «Stiamo lavorando per recupero degli interventi chirurgici saltati»
«La riduzione degli interventi chirurgici in Italia è drammatica - spiega Francesco Basile, presidente della Società italiana di chirurgia -. Posti letto di chirurgia dimezzati, blocco dei ricoveri, infermieri e anestesisti trasferiti ai reparti Covid. Spesso non è possibile operare neanche i pazienti con tumore»
Covid-19, la denuncia di Acoi: «Reparti di nuovo riconvertiti. Chirurghi costretti a turni massacranti»
Questa la denuncia di Marco Scatizzi, presidente dell’Associazione Chirurghi Ospedalieri Italiani: «Due anni passati invano»
Dalla “sindrome dell’impostore” ai falsi miti sui danni da vaccino, ecco per cosa combatte (e combatterà) la Cardiologia italiana
Rischio di miocardite nei giovani a seguito del vaccino anti-Covid a mRNA messaggero? Indolfi (SIC): «I dati in nostro possesso sono più che rassicuranti»
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 17 maggio, sono 522.071.859 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 6.267.246 i decessi. Ad oggi, oltre 11,41 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla&nb...
Covid-19, che fare se...?

Se la linea del tampone rapido appare sbiadita significa che la carica virale è più bassa?

Il tampone rapido, oltre a verificare l'eventuale positività, è anche in grado di definirla in termini quantitativi?
di Valentina Arcovio
Salute

Epatite acuta pediatrica misteriosa. Caso del bimbo di Prato, Basso (Bambino Gesù): «Migliora spontaneamente»

Si sta facendo strada l’ipotesi che possa trattarsi non dei classici virus che danno vita alle epatiti A, B e C, ma di un adenovirus, spesso causa solo di banali raffreddori, che nei bambini pu&...