Politica 15 Ottobre 2019

Carenza medici, Speranza: «Sì a valutare assunzioni ambulatoriali». Edilizia sanitaria: «Fare protocollo su sicurezza»

Il Ministro della Salute Roberto Speranza, che ha partecipato alla VI edizione delle ‘Giornate del lavoro’ della Cgil, ha commentato la proposta del sindacato Sumai di reperire personale tra gli specialisti ambulatoriali

Immagine articolo

«Arriva dalle Regioni, in maniera ormai diffusa senza neanche differenze tra nord e sud, un grido di dolore enorme legato alla carenza del personale in ambito sanitario». Risponde così il ministro della Salute, Roberto Speranza, interpellato da Sanità Informazione riguardo la carenza del personale medico e della proposta lanciata dal sindacato Sumai di reperire personale tra gli specialisti ambulatoriali e gli specializzandi al quinto anno. «Credo che sia uno dei grandi temi su cui dobbiamo lavorare – continua il ministro, ospite della VI edizione delle ‘Giornate del lavoro’ della Cgil -. Il mio obiettivo è dentro il Patto per la salute: costruire una convergenza con le Regioni e offrire risposte possibili. Tutti i temi, anche questo, sono all’ordine del giorno».

Il ministro Speranza torna a parlare della riforma del superticket. «Il mio impegno è provare ad abolire definitivamente il superticket entro il 2020, rendendo l’abolizione permanente. Questo è il nostro obiettivo. Ragioneremo ancora in queste ore – ha proseguito Speranza – ma penso che sia un segnale molto forte. Il superticket in questi anni ha rappresentato un elemento di diseguaglianza e discriminazione, ha negato a tante persone l’accesso alla salute. Quindi abolirlo definitivamente, in modo permanente già dal 2020, è un risultato importante che noi vogliamo conseguire».

Quanto alla Manovra, il ministro ha commentato: «Puntiamo a una manovra espansiva, che aiuti il Paese a ricrescere dopo una fase di crisi e che ci aiuti a superare le troppe disuguaglianze. E proprio su questo terreno, abolire il superticket è la risposta giusta – ha concluso- per questo ci impegneremo ancora nelle prossime ore».

Dal palco della CGIL, Speranza ha invece parlato del rimpinguamento dei fondi per l’edilizia sanitaria e ha lanciato la proposta di un protocollo per la sicurezza dei lavoratori che verranno impiegati nel settore. «Abbiamo 2 miliardi in più sull’edilizia sanitaria. I soldi già ci sono – ha spiegato il Ministro – e io penso che dobbiamo insieme costruire un protocollo con le forze sociali, perché sui soldi che investiamo come Stato sull’edilizia sanitaria, il livello di sicurezza del lavoro deve essere altissimo».

Articoli correlati
Aggressioni e Consulta, al Ministero le prime riunioni. Speranza: «Da febbraio Ddl antiviolenza alla Camera»
Il Ministro ha convocato a Lungotevere Ripa i rappresentanti degli Ordini delle professioni sanitarie: cronicità e riforma della Formazione continua in primo piano. Sul Ddl aggressioni sottolinea: «Se tempi in Parlamento andranno per le lunghe non escludo decreto d’urgenza»
Meno Day Hospital e lungodegenze, nel 2018 gli ospedali italiani alleggeriti dalle cronicità. I dati del Rapporto SDO
Migliora l'appropriatezza e l'efficienza nell'uso delle risorse ospedaliere. Diminuita anche la remunerazione teorica delle prestazioni di ricovero ospedaliero a carico del SSN negli anni 2010-2018
Elezioni Emilia-Romagna, Bonaccini punta sulla sanità: «Riapriremo i punti nascita in montagna»
Lo scontro elettorale si sposta sui servizi sanitari regionali. Il governatore uscente annuncia una nuova politica sui punti nascita e maggiori stanziamenti per i caregiver. Critiche sono arrivate dalla candidata della Lega, Lucia Borgonzoni
Aggressioni, De Luca: «Videosorveglianza sulle ambulanze». La FIMMG torna a chiedere lo status di pubblico ufficiale
Intanto il ministro della Salute, Roberto Speranza, ha convocato per giovedì 16 gennaio l'Osservatorio permanente, mentre la FNOMCeO progetta un docufilm per sensibilizzare l'utenza
«Il nostro SSN è il migliore, ma non lo sarà per sempre». Un libro spiega il perché
Scritto dal direttore generale della Programmazione sanitaria del ministero della Salute, Andrea Urbani, il libro si propone di fare chiarezza sui limiti dell'attuale governance e sulle sfide future
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Ecm

Ecm, Commissione nazionale proroga triennio 2017-2019. Un anno per recuperare i crediti mancanti

FNOMCeO: «Fino al 31 dicembre 2020 si possono acquisire crediti anche per il triennio 2014-2016». Confermato l’obbligo di 150 crediti per il periodo formativo 2020-2022. Roberto Stella: «Dopo pro...
Lavoro

«Il contratto sia applicato subito con incrementi e arretrati da gennaio 2020». I sindacati della dirigenza sollecitano le aziende

I sindacati che lo scorso 19 dicembre hanno firmato il nuovo contratto hanno sottoscritto una lettera aperta indirizzata agli enti del Servizio sanitario nazionale per chiedere l’immediata applicazi...
Lavoro

Spese sanitarie in contanti e sgravi fiscali, cosa cambia per i professionisti della sanità

I pareri del fiscalista esperto in materia sanitaria Francesco Paolo Cirillo e del Tesoriere Sumai Napoli Luigi Sodano