Politica 6 Settembre 2019 10:54

«Basta tagli alla sanità». Il ministro Speranza punta sul sistema pubblico: «Salute è diritto universale»

Intervistato a Radio Capital, parla per la prima volta da ministro della Salute, Roberto Speranza: «Chiederò già dalla prossima manovra finanziaria più risorse»

«Basta tagli alla sanità». Il ministro Speranza punta sul sistema pubblico: «Salute è diritto universale»

«Il governo durerà fino a fine legislatura. La nostra è un’alleanza naturale, rivendico di averci creduto sempre», parla per la prima volta da ministro della Salute, Roberto Speranza, ospite del programma Circo Massimo a Radio Capital.

Il ministro Speranza, prima di anticipare quali saranno i suoi primi provvedimenti, chiarisce: «Io non dico solo basta ai tagli alla sanità. Io chiedo già dalla prossima manovra finanziaria più risorse per la sanità». Parole in linea con il suo primo progetto di legge presentato a inizio legislatura, che prevedeva proprio un rimpinguamento dei finanziamenti destinati al Servizio sanitario nazionale.

LEGGI: ROBERTO SPERANZA: ABOLIZIONE SUPERTICKET E ASSUNZIONI. ECCO CHI È IL NUOVO MINISTRO DELLA SALUTE

Proprio la natura pubblica e universalistica è ciò che sta più a cuore all’esponente di Liberi e Uguali. «Non importa quanti soldi hai, – continua il neo ministro – da dove vieni, il colore della pelle devi comunque avere il diritto universale ad essere curato. Ed altro punto importante è superare le distanze territoriali, le differenze e consentire l`accesso alla qualità sanitaria in tutte le aree del paese».

Un governo che si appresta a discutere le regole in Europa, a partire dal deficit: «Serve un piano straordinario di investimenti e superare regole che non hanno funzionato, una maggiore capacità di capire che c`è bisogno di investire in un nuovo grande piano. Bisogna battersi in Europa con intelligenza».

«Abbiamo creduto in questo dialogo prima degli altri, saremo noi il collante tra M5s e Partito Democratico – continua Speranza -. La nostra azione di governo sarà caratterizzata dalla lotta alle disuguaglianze. E il nostro faro sarà l’universalità del sistema sanitario nazionale. La sanità è uno degli aspetti centrali nella vita delle persone. Occorrono nuovi investimenti per migliorarne l’efficacia».

 

Articoli correlati
Congresso CIMO, Quici confermato presidente: «Ora rilanciare SSN ascoltando le proposte dei medici»
I risultati raggiunti nel primo mandato, i progetti futuri ed il botta e risposta con il ministro Speranza
Odontotecnici scrivono a Speranza: «Inquadramento normativo datato, chiediamo incontro»
Gli odontotecnici prendono carta e penna e scrivono al Ministro della Salute Roberto Speranza per denunciare quella che secondo loro è una vera e propria ingiustizia, cioè il fatto che tale categoria professionale sia rimasta “arte sanitaria ausiliaria” mentre le altre arti sanitarie ausiliarie analoghe, per esempio il tecnico ortopedico o l’audioprotesista, siano riuscite ad […]
Scadenza proroga triennio ECM, Speranza: «Ora riprendere normale percorso. La formazione del personale sanitario è fondamentale»
A poche settimane dalla scadenza della proroga dei trienni formativi 2014-2016 e 2017-2019 il ministro della Salute evidenzia l’importanza dell’aggiornamento continuo: «Abbiamo bisogno di personale sanitario sempre formato adeguatamente»
Congresso Fimmg, l’intervento di Speranza: «Gli studi dei medici di famiglia sono irrinunciabili»
Il ministro della Salute ha illustrato la sua idea di riforma della medicina territoriale: «Gli ambulatori siano spoke delle Case di comunità, multidisciplinari e inseriti nella rete del Ssn. Il problema non è dipendenza o convenzione»
Speranza: «Italia in ripartenza, ben oltre 80% vaccinati con prima dose»
Il numero delle vaccinazioni e la ripresa economica del Paese legati a filo doppio secondo il Ministro Speranza, che ora invita all'ultimo sforzo nel superare l'80% anche per le seconde dosi: «Una delle scoperte più straordinarie della storia dell'umanità»
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 18 ottobre, sono 240.692.909 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 4.898.901 i decessi. Ad oggi, oltre 6,61 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla&nb...
Ecm

Formazione ECM, Sileri: «Tre mesi per recuperare trienni passati, poi controlli e sanzioni a irregolari»

Il sottosegretario alla Salute Pierpaolo Sileri ricorda la scadenza della proroga dei trienni formativi 2014-2016 e 2017-2019 prevista per il 31 dicembre 2021, e chiarisce: «Non ci saranno altre...
Lavoro

Esonero contributivo Enpam, c’è tempo fino al 31 ottobre. Come funziona

Chi può accedere all'esonero contributivo per gli iscritti Enpam che arriva fino a 3mila euro?