Politica 14 Luglio 2021 17:52

Assunzioni, tamponi gratis, sostegno alla ricerca e sequenziamento Covid: le novità in sanità del Dl Sostegni bis

La Camera ha approvato il Decreto che stanzia 40 miliardi per contenere impatto sociale ed economico della pandemia. Tra le novità l’esenzione ticket per i guariti da malattia severa da Covid e il potenziamento dei servizi di neuropsichiatria infantile. Ridotta l’IVA per gli acquisiti nella ricerca. Liste d’attesa, prorogate misure per prestazioni aggiuntive

Assunzioni, tamponi gratis, sostegno alla ricerca e sequenziamento Covid: le novità in sanità del Dl Sostegni bis

Dall’esenzione dei ticket per le visite specialistiche per le persone colpite in maniera severa dal Covid al potenziamento delle attività di sequenziamento fino ai tamponi gratis per le persone fragili che non possono effettuare il vaccino anti-Covid. Sono tanti i provvedimenti di sanità contenuti nel Dl Sostegni Bis approvato oggi alla Camera dei deputati e ora atteso all’esame del Senato.

L’ok al provvedimento è arrivato con un po’ di ritardo perché la Commissione Bilancio di Montecitorio ha dovuto recepire alcune indicazioni della Ragioneria dello Stato sull’esonero contributivo delle Partite Iva. Solo dopo il Governo ha potuto porre la questione di fiducia. Il decreto interviene con uno stanziamento di circa 40 miliardi di euro l’obiettivo di potenziare ed estendere gli strumenti di contrasto alla diffusione del contagio e contenere l’impatto sociale ed economico delle misure di prevenzione che sono state adottate.

Le principali novità in Sanità

Farmaci innovativi. Con un emendamento a prima firma Beatrice Lorenzin è stata approvata una modifica che unifica i due fondi per i farmaci innovativi oncologici e non. Il fondo avrà un valore di 1 miliardo di euro.

Liste di attesa. L’articolo 26 dispone il nuovo termine di applicazione (fino al 31 dicembre 2021) della deroga, introdotta dal D.l. Agosto (Dl. 104/2020), al regime tariffario delle prestazioni aggiuntive necessarie per il recupero delle liste d’attesa, con riferimento a prestazioni di ricovero ospedaliero programmabile e di specialistica ambulatoriale non erogate nel 2020 a causa dell’emergenza da Covid-19.

Esenzione ticket pazienti Covid. Sarà assicurata la presa in carico, omogenea su tutto il territorio nazionale e mediante un programma di monitoraggio dedicato, delle persone che hanno avuto un quadro clinico Covid-19 correlato. La presa in carico assicura un’attività clinico-diagnostica assistenziale modulata in base alla severità della sintomatologia presentata, anche mediante la diagnosi precoce delle possibili sequele della malattia.

Beni pubblici globali. Si istituisce un Fondo nello stato di previsione del Ministero dell’economia e delle finanze con una dotazione di 500 milioni di euro per l’anno 2021 finalizzato a consentire la partecipazione dell’Italia alle iniziative multilaterali per il finanziamento dei beni pubblici globali in materia di salute e clima.

Rete cure palliative. Approvato un emendamento con cui viene implementata la rete delle cure palliative in ambito domiciliare, residenziale-hospice e ospedaliero: per garantire un’uniforme erogazione dei livelli di assistenza ed evitare disparità territoriali, le Regioni dovranno attuare gli obiettivi di un apposito programma triennale elaborato dal Ministero della Salute.

Fondo tamponi gratuiti. Sul fronte delle aperture post lockdown e della libertà di circolazione, è stato istituito un Fondo con una dotazione di 10 milioni di euro per l’anno 2021 per garantire i tamponi gratuiti ai cittadini con disabilità o in condizioni di fragilità che non possono effettuare la vaccinazione Covid-19 a causa di patologie ostative certificate. Inoltre, per favorire la libertà di spostamento delle famiglie, i bambini al di sotto dei sei anni potranno viaggiare o partecipare a eventi e cerimonie senza essere sottoposti ai test diagnostici per l’infezione da Covid-19.

IVA su acquisti ricerca. Ridotta al 5% l’IVA sui reagenti e sulle apparecchiature diagnostiche, destinati a progetti di ricerca scientifici nel campo delle biotecnologie e della biomedicina integralmente finanziati dall’Unione europea e acquistati da Università, Enti pubblici di ricerca, Istituti di ricovero e cura a carattere scientifico e dagli enti di ricerca privati senza finalità di lucro.

Riorganizzazione strutture pubbliche e private. Si prevede la possibilità del riconoscimento da parte delle regioni di un incentivo in favore delle strutture pubbliche e di quelle private, accreditate e convenzionate, eroganti prestazioni specialistiche e di diagnostica di laboratorio, nell’ambito di uno stanziamento pari complessivamente a 46 milioni di euro per il 2021 ed a 23 milioni per il 2022.

Sanità militare. Vengono autorizzate spese per il servizio sanitario militare e per quello della Guardia di Finanza. In particolare, autorizza la spesa di 63.249.247 euro per il 2021, per il potenziamento della Sanità militare e 10 milioni di euro per procedere alla dematerializzazione degli archivi della Sanità Militare, 1,5 milioni di euro per procedere alla dematerializzazione degli archivi e alla digitalizzazione dei processi di lavoro del Servizio sanitario della Guardia di Finanza; la spesa di 16.500.000 euro, per la realizzazione di un reparto di infialamento dei farmaci, da costituirsi all’interno dello stabilimento chimico farmaceutico militare di Firenze e la spesa di 2 milioni di euro per il 2021 per il Servizio sanitario della Guardia di finanza.

Credito d’imposta per farmaci innovativi e ricerca biomedica. Previsto un credito d’imposta spettante alle imprese che effettuano attività di ricerca e sviluppo per farmaci nuovi, inclusi i vaccini, nella misura del 20 per cento dei costi sostenuti dal 1° giugno 2021 al 31 dicembre 2030, entro l’importo massimo annuale per ciascun beneficiario di 20 milioni di euro. Viene concesso in via sperimentale per il 2021 un credito d’imposta pari al 17 per cento delle spese sostenute per reagenti e apparecchiature destinate alla ricerca scientifica, in favore di Enti di ricerca privati senza finalità di lucro. L’agevolazione spetta entro il limite di spesa complessivo di 11 milioni di euro, è utilizzabile esclusivamente in compensazione e per essa non valgono i limiti di compensabilità previsti ordinariamente a legislazione vigente.

Neuropsichiatria infantile e Reclutamento straordinario psicologi. La prima linea di intervento, indirizzata all’area territoriale ed ospedaliera della Neuropsichiatria infantile e dell’adolescenza, ne prevede il potenziamento mediante l’utilizzo, fino al 31 dicembre 2021, di forme di lavoro autonomo, anche di collaborazione coordinata e continuativa, per il reclutamento di professionisti sanitari e di assistenti sociali. A tal fine è autorizzata la spesa di 8 milioni di euro. Al fine di tutelare la salute e il benessere psicologico individuale e collettivo, tenendo conto, in particolare, delle forme di disagio psicologico dei bambini e degli adolescenti conseguenti alla pandemia da Covid-19, il secondo intervento, indirizzato al reclutamento straordinario di psicologi, consente, alle regioni e alle province autonome, di autorizzare le aziende e gli enti del Ssn a conferire, fino al 31 dicembre 2021, incarichi di lavoro autonomo, anche di collaborazione coordinata e continuativa, a psicologi, regolarmente iscritti al relativo albo professionale, allo scopo di assicurare le prestazioni psicologiche, anche domiciliari, a cittadini, minori ed operatori sanitari, nonché di garantire le attività previste dai livelli essenziali di assistenza. A tal fine è autorizzata, per il 2021, la spesa complessiva di 19,932 milioni di euro. Si istituisce un Fondo nello stato di previsione del Ministero della salute con una dotazione di 10 milioni di euro per il 2021 destinato alla promozione del benessere della persona facilitando l’accesso ai servizi psicologici delle fasce più deboli della popolazione, con priorità per i pazienti affetti da patologie oncologiche ed i ragazzi in età scolare.

Ospedale Gaslini e altri Irccs pediatrici. Si attribuisce all’Ospedale pediatrico Istituto Giannina Gaslini un contributo pari a 5 milioni di euro per l’anno 2021, quale riconoscimento dei maggiori costi operativi sostenuti per la gestione dell’emergenza da Covid-19 e per l’incremento delle prestazioni ad alta complessità in conseguenza della stessa nell’anno 2020. Il medesimo contributo è riconosciuto a favore degli Istituti pediatrici di ricovero e cura a carattere scientifico.

Interventi di competenza del Commissario straordinario per l’emergenza Covid-19.
Per l’anno 2021 è autorizzata la spesa di 1.650 milioni di euro per gli interventi di competenza del Commissario straordinario per l’emergenza Covid-19, da trasferire sull’apposita contabilità speciale ad esso intestata, condizionata alla sua previa richiesta motivata.

Sorveglianza epidemiologica del SARS-CoV-2. Al fine di assicurare la sorveglianza epidemiologica della circolazione del SARS-CoV-2 e delle relative varianti genetiche, dispone che l’Istituto superiore di sanità (Iss) si avvalga della rete dei laboratori di microbiologia e dei centri di sequenziamento genomico individuati da ciascuna regione e provincia autonoma tramite un laboratorio pubblico di riferimento regionale. Quest’ultimo, in collaborazione con l’Iss, ai fini dell’accreditamento, verifica il possesso, da parte della rete di laboratori di microbiologia e dei centri di sequenziamento, dei requisiti tecnici indicati dal Ministero della salute. Si assegna all’Iss il compito di coordinare, in collaborazione con laboratori e centri appositamente identificati sul territorio nazionale, e anche mediante bandi pubblici, le attività di monitoraggio delle risposte immunologiche all’infezione da SARS-CoV-2 e ai vaccini per la prevenzione dell’infezione medesima, nonché le attività di ricerca e formazione, inclusi gli studi sui meccanismi patogeni dell’infezione e sull’individuazione di nuove strategie diagnostiche, preventive e terapeutiche.

Fabbisogni sanitari standard regionali 2021 e spesa sanitaria.
Sono modificati per il 2021 alcuni criteri per la determinazione dei fabbisogni standard regionali nel settore sanitario in relazione alla scelta delle regioni benchmark e del riparto regionale delle risorse per la sanità relative ad un 15% del totale in base alla popolazione residente.

Fondo per le non autosufficienze. Al fine di potenziare l’assistenza ed i servizi relativi ai progetti di vita indipendente per le persone con disabilità e non autosufficienti, incrementa di 40 milioni di euro per l’anno 2022 il Fondo per le non autosufficienze allo scopo di finanziare specificamente programmi di assistenza domiciliare ed assistenza domiciliare integrata.

Assunzioni di Tecnici della Prevenzione e Assistenti Sanitari. Si prevede che le regioni autorizzino gli enti e le aziende del Servizio sanitario nazionale a procedere al reclutamento straordinario oltre che di dirigenti medici e di tecnici della prevenzione nell’ambiente e nei luoghi di lavoro anche di assistenti sanitari. Tali assunzioni, con contratti di lavoro a tempo indeterminato, sono da destinare ai dipartimenti di prevenzione.

Iscriviti alla Newsletter di Sanità Informazione per rimanere sempre aggiornato

Articoli correlati
IV ondata Covid e influenza stagionale, Cricelli (SIMG): «Il picco dei due virus coinciderà per la prima volta dall’inizio della pandemia»
Tra Covid, influenza, vaccini e malati cronici il lavoro dei medici di famiglia quintuplica. Il presidente SIMG: «L’influenza ha superato il livello epidemico stagionale. Il picco è previsto, in anticipo, per la fine dell’anno»
di Isabella Faggiano
Cosa si può fare (o non fare) in zona gialla?
Ora che, dopo mesi di un’Italia interamente bianca, abbiamo di nuovo una Regione in zona gialla (il Friuli Venezia Giulia), è bene rinfrescarsi la memoria su quali limitazioni vengono di nuovo imposte per limitare il contagio da Covid-19. In particolare ora che al green pass si è aggiunto il super green pass. Ma cosa si […]
Variante Omicron, Speranza al G7: «Ora supportare concretamente vaccinazione nei Paesi più fragili»
Le parole del Ministro della Salute nell’incontro convocato per discutere della nuova variante proveniente dal Sudafrica. Intanto sono 33 i casi confermati ma nessun morto o caso grave
Il primo ospedale Covid d’Italia si tinge di rosa. A Castel San Giovanni nasce l’ospedale delle donne
Cattadori (U.O. Qualità e Ricerca): «Abbiamo trasformato una grande difficoltà, come quella della gestione dell’emergenza Covid, in un’opportunità. Durante la pandemia era necessario continuare a garantire cura e assistenza in sicurezza e ci siamo attrezzati per farlo»
di Isabella Faggiano
Nuova variante sudafricana, Ricciardi: «Allarmarsi no, preoccuparsi sì»
L’Italia ha vietato l’ingresso da 8 Paesi. Il consulente del ministro Speranza: «Le esperienze del passato c’insegnano che queste misure, spesso, risultano tardive. La sudafricana potrebbe anche essersi già diffusa. Non sappiamo se questa variante provocherà danni alla copertura vaccinale, ma pare essere ancora più contagiosa della Delta»
di Isabella Faggiano
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al primo dicembre, sono 262.857.019 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 5.216.780 i decessi. Ad oggi, oltre 7,99 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dall...
Ecm

Proroga ECM in scadenza, De Pascale (Co.Ge.A.P.S.): «Inviate agli Ordini posizioni formative degli iscritti»

Il presidente del Consorzio Gestione Anagrafica Professioni Sanitarie a Sanità Informazione: «Pronti ad affrontare fine proroga, poi Ordini valuteranno che azioni intraprendere con inadem...
Salute

Covid-19, tre categorie per 10 potenziali terapie contro il virus

La Commissione Europea sta definendo una rosa di 10 potenziali terapie per il Covid-19. Come agiscono questi farmaci? Quando è possibile somministrali? A chi? Risponde, a Sanità Informaz...
di Isabella Faggiano