Politica 9 Aprile 2020 12:00

Agenas commissariata, la decisione del governo fino alla fine dell’emergenza Covid-19

Decisione contenuta nel Dl Imprese, al nuovo commissario i poteri di ordinaria e straordinaria amministrazione

È stata commissariata l’Agenzia nazionale per i servizi sanitari regionali (Agenas). A prevederlo è il Decreto legge “Imprese”, in cui si legge: «È nominato un commissario straordinario che assume tutti i poteri di ordinaria e straordinaria amministrazione». La decisione è stata adottata per il contenimento e il contrasto dell’emergenza epidemiologica di Covid-19.

LEGGI ANCHE: SANITÀ, MINISTRO SPERANZA RIMUOVE DG AGENAS FRANCESCO BEVERE

Il nuovo commissario, si legge ancora nel decreto legge, «è scelto tra esperti di riconosciuta competenza» e il suo mandato non cesserà prima della conclusione dello stato di emergenza. L’Agenas tornerà dunque operativa nonostante la vacanza di presidente e direttore generale. L’ex Dg, Francesco Bevere, era stato rimosso a dicembre dal ministro della Salute Roberto Speranza per applicazione dello spoil system. Ovvero la pratica di cambiare gli Alti dirigenti della Pubblica Amministrazione con il cambio di governo. Una nuova nomina era di fatto bloccata a causa del ricorso di Bevere al Tar dopo la rimozione.

Al commissario entrante spetterà «verificare l’andamento dei piani adottati con circolare del Ministero della Salute del 1 marzo, che prevedono l’incremento della dotazione di posti letto in terapia intensiva e nelle unità di pneumologia e malattie infettive». A cui si aggiungerà la verifica dell’attuazione tempestiva delle direttive arrivate dal Ministero.

 

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SANITÀ INFORMAZIONE PER RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO

Articoli correlati
Assistenza domiciliare integrata, Enrichens (Agenas): «Pon Gov Cronicità 2018-2023 precursore di Pnrr e Dm77»
Il Project Manager del Pon Gov Cronicità, Francesco Enrichens di Agenas: «Fulcro della riorganizzazione dei servizi territoriali, ADI compresa, sono le nuove tecnologie e in particolare l’implementazione delle l’ICT (tecnologie dell'informazione e della comunicazione) delle centrali operative territoriali»
Insediato CTS dell’Osservatorio buone pratice di integrazione socio sanitaria
Si è insediato ieri in Anci, presso la Sala della Presidenza, il Comitato tecnico scientifico dell’Osservatorio delle buone pratiche di integrazione socio sanitaria (OISS) promosso da Federsanità Anci in convenzione con Agenas
Il rapporto sulla qualità degli outcome clinici di Agenas e Aiop, prevale l’eterogeneità
L’area gravidanza e parto è la sola nella quale sono le strutture di diritto pubblico ad ottenere una valutazione migliore
Agenas: in Italia infermieri e medici di base insufficienti
Nel rapporto di Agenas emergono le difficoltà del sistema tra i tagli imposti dal 2007 fino all'aumento delle risorse degli ultimi anni. L’Italia è al quart’ultimo posto tra i paesi OCSE per il numero di posti a disposizione negli atenei per la laurea in Infermieristica. Hanno un numero di posti più basso solo Messico, Colombia e Lussemburgo
Corruzione in Sanità, sottoscritto protocollo di intesa fra AGENAS e ANAC
Il protocollo ha l’obiettivo di rafforzare la cultura della trasparenza e della legalità nel settore sanitario e di garantire la corretta attuazione e applicazione della normativa in materia di contratti pubblici
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Advocacy e Associazioni

Mieloma multiplo. Aspettativa di vita in aumento e cure sul territorio, il paradigma di un modello da applicare per la prossimità delle cure

Il mieloma multiplo rappresenta, tra le patologie onco-ematologiche, un caso studio per l’arrivo delle future terapie innovative, dato anche che i centri ospedalieri di riferimento iniziano a no...
Salute

Parkinson, la neurologa Brotini: “Grazie alla ricerca, siamo di fronte a una nuova alba”

“Molte molecole sono in fase di studio e vorrei che tutti i pazienti e i loro caregiver guardassero la malattia di Parkinson come fossero di fronte all’alba e non di fronte ad un tramonto&...
di V.A.
Advocacy e Associazioni

Oncologia, Iannelli (FAVO): “Anche i malati di cancro finiscono in lista di attesa”

Il Segretario Generale Favo: “Da qualche anno le attese per i malati oncologici sono sempre più lunghe. E la colpa non è della pandemia: quelli con cui i pazienti oncologici si sco...