Voci della Sanità 12 Giugno 2020

UGL Sanità ricevuta al Ministero della Salute: «Detassare al 10% emolumenti 2020 degli operatori sanitari in prima linea contro Covid»

Tra le richieste della delegazione UGL Sanità anche quella di puntare sullo sblocco del turn over, contrastare le privatizzazioni, bloccare il costante ricorso alle esternalizzazioni

Una delegazione della UGL Sanità, composta dal Segretario Nazionale Gianluca Giuliano e dai Dirigenti Nazionali Rosetta Roccatani e Valerio Franceschini, è stata ricevuta al Ministero della Salute dal Dottor Stefano Lorusso, Capo della Segreteria Tecnica del Ministro Speranza.

«Abbiamo confermato al Dottor Lorusso, insediatosi recentemente, quanto da tempo andiamo rivendicando per rilanciare la sanità italiana», hanno dichiarato al termine dell’incontro. «È necessario – hanno proseguito i sindacalisti – puntare sullo sblocco del turn over, contrastare le privatizzazioni, bloccare il costante ricorso alle esternalizzazioni. L’emergenza legata alla diffusione del Covid-19 ha creato l’urgente necessità di un brusco cambio di rotta per rafforzare le fondamenta del SSN e ripartire con maggiori risorse e nuova forza lavoro. Per questo abbiamo anche richiesto che venga presa in considerazione la nostra proposta, formulata da tempo, di detassare al 10% gli emolumenti relativi all’anno 2020 degli operatori sanitari impegnati in prima linea nella battaglia al virus e che si dia il via libera a assunzioni a tempo indeterminato del personale attraverso lo scorrimento delle graduatorie in essere. L’incontro è stato anche l’occasione per sottolineare la soddisfazione della UGL Sanità nel raggiungimento, grazie anche alla mediazione del Ministero, della pre-intesa sul rinnovo del contratto nazionale della Sanità Privata che migliaia di lavoratori attendevano da 14 lunghissimi anni. Abbiamo chiesto al Dottor Lorusso di convocare al più presto un tavolo di concertazione tra le parti che serva a monitorare l’applicazione nelle 21 regioni di quanto sottoscritto, sempre nel rispetto delle singole autonomie».

Articoli correlati
«Covid-19, rispettiamo le regole e godiamoci l’estate insieme ai bambini»
È questo il messaggio del video del Ministero della Salute, realizzato grazie alla collaborazione gratuita con il pediatra e artista Andrea Satta e visibile sul sito e sui canali social
Sanità privata, Paolo Capone (Segretario UGL): «Inaccettabile mancata ratifica del contratto che tutela gli operatori del settore»
«Non è accettabile che dopo 14 anni di trattative resti ancora in bilico la definizione del rinnovo contrattuale CCNL sanità privata Aiop–Aris. È un comportamento inaccettabile che coinvolge oltre 100mila lavoratori che, al pari dei loro colleghi del settore sanitario pubblico, sono stati preziosi per affrontare l’emergenza Covid-19. Nonostante tutto, viene loro negato il diritto […]
Proroga stato di emergenza, Zampa: «Nulla cambierà per la riapertura delle scuole»
Dopo il passaggio parlamentare con l’approvazione della risoluzione di maggioranza, il Governo ha varato la proroga allo stato di emergenza del rischio sanitario connesso all’infezione da coronavirus al 15 ottobre. Ma nulla cambierà sulla data d’inizio delle attività scolastiche confermata al 14 settembre, come dichiara la Sottosegretaria al Ministero della Salute On. Sandra Zampa, che […]
Salute mentale in Italia: i numeri di pazienti, strutture, personale e farmaci nel Rapporto del Ministero
Il numero di donne colpite da depressione è doppio rispetto agli uomini: nel 2018 spesi oltre 373 milioni di euro in Antidepressivi. Gli infermieri i più presenti nelle unità operative psichiatriche
Sanità privata, UGL: «Non disperdere gli accordi della pre-intesa. Ora responsabilità»
In base alla pre-intesa siglata il 10 giugno il contratto doveva essere stipulato entro il 30 luglio. «Noi come sindacato saremo garanti dei diritti degli operatori coinvolti, che attendono questa firma da 14 lunghissimi anni. Per tale ragione ci riserviamo, qualora in tempi brevi non si arrivi all’auspicata soluzione, di intraprendere qualunque iniziativa a tutela dei lavoratori» spiega il Segretario UGL Sanità Gianluca Giuliano
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

La diffusione del coronavirus in tempo reale nel mondo e in Italia

Al 5 agosto, sono 18.543.662 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 700.714 i decessi. Mappa elaborata dalla Johns Hopkins CSSE.   I CASI IN ITALIA Bollettino del 5 agosto: nell’ambito del ...
Contributi e Opinioni

«Contro il Covid non fate come noi. Non sta funzionando». La lettera di 25 scienziati e medici svedesi

Un gruppo di 25 scienziati e medici dalla Svezia scrive una lettera su Usa Today al resto del mondo: «La strategia "soft" non funziona, abbiamo perso troppe vite»
di 25 dottori e scienziati svedesi
Lavoro

SIMG, appello ai Ministri Azzolina e Speranza: «Utilizziamo i medici in pensione nelle scuole»

«Una eccezionale risorsa professionale totalmente inutilizzata, professionisti esperti e perfettamente formati con esperienza ultratrentennale, ben aggiornati e spesso in prima linea su Covid-19», s...