Voci della Sanità 19 Novembre 2021 12:54

Tumori, M5S al fianco di “Una stanza per un sorriso”: «Lavoro associazioni è fondamentale»

Restituire un sorriso alle donne che affrontano, con la chemioterapia, tutti i disagi della cura e della malattia. Con questo scopo le volontarie dell’associazione “Una stanza per un sorriso” portano avanti la loro attività. Ne hanno parlato, al Senato, la presidente e la vicepresidente dell’associazione “Una stanza per un sorriso” Rosanna Galantucci e Amelia Sgobba […]

Restituire un sorriso alle donne che affrontano, con la chemioterapia, tutti i disagi della cura e della malattia. Con questo scopo le volontarie dell’associazione “Una stanza per un sorriso” portano avanti la loro attività.

Ne hanno parlato, al Senato, la presidente e la vicepresidente dell’associazione “Una stanza per un sorriso” Rosanna Galantucci e Amelia Sgobba con le senatrici del Movimento 5 Stelle Bruna Piarulli, presidente della Commissione Forteto, ed Elisa Pirro, capogruppo in Commissione Igiene e Sanità.

«Le nostre volontarie sono parrucchiere, estetiste, psicologhe e nutrizioniste – ha spiegato Galantucci – e lavorano per aiutare tutte quelle donne che, durante la malattia, si trovano ad affrontare i cambiamenti del loro aspetto fisico, insomma le aiutano a ‘vedersi bene per sentirsi meglio’. Oggi iniziamo un dialogo con la politica perché il nostro capitale umano e la vostra capacità possa combattere la frammentarietà della divulgazione anche in termini di screening e prevenzione e di disparità di cure da un territorio all’altro. Ma non solo. Ci sono molti aspetti legati alla malattia, come la perdita dei capelli, l’utilizzo delle parrucche, che spesso vengono del tutto sottovalutati».

Quando arriva una diagnosi di tumore, le ha fatto eco la vicepresidente Sgobba, «non riguarda solo chi ne è affetto, deve riguardare tutti. Nessun malato si deve sentire solo».

La malattia oncologica, ha dunque spiegato Bruna Piarulli, «non è personale, ma familiare, sociale. Questa associazione di volontariato ha lo scopo nobile di sostenere le donne affette da patologie oncologiche in un modo molto funzionale e se vogliamo anche originale, perché hanno pensato a dare importanza e far emergere disagi che se non si è malati difficilmente si notano».

Durante la conferenza è stato proiettato il cortometraggio “Sansone” dedicato proprio alla perdita dei capelli durante le cure. «Nessuno ci pensa – ha spiegato la regista Chiara Centioni – ma le parrucche fatte con i capelli naturali hanno dei costi esorbitanti. In Italia non è diffusa la pratica di donazione dei capelli come avviene all’estero. Sono piccole cose che possono fare una grande differenza»

Anche perché, ha evidenziato Elisa Pirro, «la psiche riveste un ruolo importante anche nel percorso di cura. Oggi la sanità è di competenza regionale e la cosa più importante è fare rete, anche tra le associazioni. Affinché i pazienti sappiano che ci sono realtà a cui rivolgersi per cose che sembrano minori ma non lo sono: sentirsi bene, riuscire a guardarsi allo specchio è importante a maggior ragione quando si combatte con una malattia. Adesso abbiamo una grande opportunità: i fondi del Piano nazionale di ripresa e resilienza, ci auguriamo che tutte le proposte fatte diventino realtà, a partire dall’omogeneità delle cure. Per fare in modo che nessuno debba più fare una valigia per curarsi»

Articoli correlati
Piano oncologico nazionale, dal Senato ok bipartisan a Odg
Il Senato ha approvato un ordine de giorno unitario sul Piano Oncologico Nazionale con 187 voti a favore e 2 astenuti. Il Sottosegretario di Stato per la salute Pierpaolo Sileri ha comunicato che il Governo ha trasmesso il piano oncologico nazionale alla Conferenza Stato-Regioni e che una riunione tecnica è prevista il prossimo 8 luglio
Tumori, presto nuovo reparto di radioterapia all’Asl Roma 4
Fra 2-3 anni verrà aperto nell'Asl Roma 4 un nuovo servizio di radioterapia per i pazienti oncologici
di Redazione
Tumori “fuori misura”, è l’effetto della mancata prevenzione durante la pandemia
Al Cardarelli di Napoli due interventi record in pochi giorni per rimuovere enormi masse ovariche di 40 e 70 centimetri
CNAO: dopo i tumori inoperabili curerà anche le lesioni del cuore
Il centro di adroterapia oncologica di Pavia, unico in Italia per il trattamento di tumori radioresistenti, nei prossimi tre anni raddoppierà le macchine, mentre ha avviato nuove sperimentazioni su pancreas, esofago, melanomi e per utilizzare i protoni nel trattare le aritmie refrattarie ai farmaci
Sanità, M5S: «Prevenzione e sistema di sorveglianza integrato, le nostre proposte per potenziare la lotta all’Aids»
«La lotta al Covid non deve farci dimenticare altre emergenze della nostra sanità, come la piaga dell’AIDS. Un fronte su cui non bisogna abbassare la guardia dato l’aumento della quota di persone a cui viene diagnosticata tardivamente l’infezione da HIV. Per questo come MoVimento 5 stelle abbiamo preparato un pacchetto di emendamenti, a prima firma […]
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 12 agosto, sono 588.479.576 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 6.430.693 i decessi. Ad oggi, oltre 12 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla&...
Salute

Troppi malori improvvisi tra i giovani, uno studio rivela la causa

Alessandro Capucci, professore ordinario di malattie dell’apparato cardiovascolare, spiega come un eccesso di catecolamine circolanti possa determinare un danno cardiaco a volte fatale
Covid-19, che fare se...?

Per quanto tempo si rimane contagiosi?

È la domanda da un milione di dollari, la cui risposta può determinare le scelte sulla futura gestione della pandemia. Tuttavia, non c'è una riposta univoca...