Voci della Sanità 21 Novembre 2020 10:45

Tecnici di Laboratorio, Casalino (CdA Roma): «Noi al lavoro su turni h24 e con grandi difficoltà. Ma la Legge di Bilancio non ci valorizza»

«Un considerevole numero Tecnici di laboratorio hanno contratto il COVID 19 e alcuni sono deceduti» ricorda il Presidente della Commissione d’Albo dei TSLB di Roma Paolo Casalino che aggiunge: «Esistono anche altri attori del SSN, che sicuramente non sono meno importanti, ma meritano riconoscimento e valorizzazione»

«Noi siamo i TSLB. È notizia corrente che il governo abbia mantenuto la sua promessa di riconoscere le giuste istanze presentate dai colleghi infermieri. Ebbene quel momento è arrivato: l’Art. 66 della legge di bilancio riconosce oggi “un’indennità di specificità infermieristica con decorrenza dal 1° gennaio 2021”. Purtroppo questo non è stato riconosciuto per le altre figure professionali coinvolte nella gestione dell’emergenza COVID 19, appartenenti al maxi Ordine FNO TSRM PSTRP». Lo scrive in una nota il Presidente della Commissione d’Albo di Roma e Provincia dei Tecnici di Laboratorio Biomedico, Paolo Casalino.

«Vorrei segnalare alle istituzioni  – prosegue – che noi siamo coloro che effettuano i test molecolari, antigenici, salivari e anticorpali, lavorando su turni H24 nel pieno silenzio e con grandissime difficoltà senza mai averle esternate alle istituzioni, perché siamo professionisti che credono nel proprio operato a tutela del cittadino. Dietro un tampone o un prelievo c’è un paziente con una patologia, una storia e sofferenza, che vengono considerate nel nostro operato. L’esecuzione del tampone non è una banalità e richiede personale altamente qualificato e preparato affinchè i risultati prodotti possano essere attendibili:

1. Il tampone eseguito dai Tecnici di Laboratorio Biomedico, permette di avere un risultato in tempo utile e affidabile ai fini diagnostici terapeutici. Il clinico necessita del risultato altrimenti non può procedere alla diagnosi;

2. Il Il tampone eseguito dai Tecnici di Laboratorio Biomedico, viene eseguito in tempo reale, producendo un risultato in tempo utile, permettendo le preospedalizzazioni di pazienti che necessitano di interventi chirurgici di elezione;

3. Il tampone eseguito dai Tecnici di Laboratorio Biomedico, viene eseguito in tempo reale, utile per permettere la dimissione dei pazienti, liberando i posti letti, preziosi in questo momento di pandemia;

4. Il tampone eseguito dai Tecnici di Laboratorio permette di avere un risultato in tempo utile per l’identificazione dei cluster/focolai epidemiologici. Abbiamo un ruolo nel processo di prevenzione;

5. Molti Tecnici di Laboratorio Biomedico operano nel settore della ricerca, dove hanno dato un contributo nello sviluppo dei kit diagnostici finalizzati all’identificazione del SARS COV 2;

6. Molti Tecnici di Laboratorio Biomedico, oltre ad operare nei laboratori, operano anche nel territorio attraverso l’esecuzione dei test presso i DRIVE IN;

7. Un considerevole numero Tecnici di laboratorio hanno contratto il COVID 19 e alcuni sono deceduti.

«Inoltre – conclude Casalino – vorrei anche far presente che il Tecnico di Laboratorio Biomedico svolge analisi biomediche e biotecnologiche ed in particolare di biochimica, di microbiologia e virologia, di farmaco tossicologia,
di immunologia, di patologia clinica, di ematologia, di citologia, di istopatologia e nelle aree ultraspecialistiche di Genetica Medica, Oncoematologia, Biologia Molecolare, Virologia Molecolare, Batteriologia Molecolare, Parassitologia Molecolare, Proteomica , tutte di fondamentale importanza per il clinico nella diagnosi e per il follow up terapeutico. Nella visione multidisciplinare o dei famosi PDTA, è bene menzionare anche altri professionisti, sia
dell’area tecnica diagnostica/assistenziale, della riabilitazione e della prevenzione. Mi auspico che queste poche
righe fossero divulgate alla collettività per far conoscere che esistono anche altri attori del SSN, che sicuramente non sono meno importanti, ma meritano riconoscimento e valorizzazione. Gli obiettivi si raggiungono non per compartimentalizzazione, bensì per processi in cui tutti gli attori sono parte integrante nel corretto raggiungimento del bene comune, la salute dei cittadini».

Articoli correlati
Castel Romano, Sanità di Frontiera: «Situazione sotto controllo, noi impegnati sul campo»
«Le notizie diffuse in questi giorni sul Campo di Castel Romano, così come evidenziato dalla Asl Rm2, sono del tutto infondate. Sanità di Frontiera opera in quel campo da molto tempo, insieme alla Comunità di Sant’Egidio, per garantire l’assistenza socio-sanitaria alle persone Rom. Su 300 tamponi effettuati, soltanto 12 hanno dato esito positivo. La situazione […]
Tamponi rapidi nelle farmacie del Lazio: «Esperienza positiva, perché non farci fare anche i vaccini?». Il reportage
Sanità Informazione ha fatto un giro tra le farmacie di Roma e provincia per raccogliere le testimonianze dei diretti interessati. E il Presidente di Federfarma Roma, Andrea Cicconetti, chiede che ai farmacisti venga data anche la possibilità di somministrare i vaccini
Covid-19, nuovo report cabina di regia. Brusaferro (ISS): «Crescita contagi lieve, frutto degli sforzi di Natale»
Rezza: «Italia al top in Europa per quanto riguarda le vaccinazioni». La novità: «Da oggi conteggiati in bollettino quotidiano anche test sierologici di ultima generazione»
Conoscere i test per Covid-19, un dovere del medico. La biologa: «Serve informazione univoca»
Marina Baldi è responsabile del corso ECM "Covid-19: un test per tutti. Test di screening e diagnostici e loro funzionamento" del provider Sanità in Formazione. Ogni esame ha proprie caratteristiche e può fornire anche risultati imprecisi, ma non significa che non funzionano
Influenza e Covid-19, come distinguerli?
Influenza e Covid-19 si presentano in maniera abbastanza simile. Quali sono i sintomi e come comportarsi?
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 9 aprile, sono 133.963.482 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 2.902.328 i decessi. Ad oggi, oltre 710,84 milioni di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata d...
Salute

Vaccini, mai più dosi avanzate: come funzionano le “liste di sostituti” in Lombardia, Lazio e Campania

Le chiamano "panchine", sono le liste straordinarie che le Regioni utilizzano per ottimizzare le dosi dopo l'ordinanza di Figliuolo. Ma chi rientra tra coloro che verranno contattati?
di Federica Bosco e Gloria Frezza
Salute

Terapia domiciliare anti-Covid, guida all’uso dei farmaci

Antivirali, antitrombotici, antibiotici e cortisone: facciamo chiarezza con gli esperti della SIMG (Società Italiana di Medicina Generale) ed il dirigente medico in Medicina Interna presso l&rs...