Voci della Sanità 21 Novembre 2020

Tecnici di Laboratorio, Casalino (CdA Roma): «Noi al lavoro su turni h24 e con grandi difficoltà. Ma la Legge di Bilancio non ci valorizza»

«Un considerevole numero Tecnici di laboratorio hanno contratto il COVID 19 e alcuni sono deceduti» ricorda il Presidente della Commissione d’Albo dei TSLB di Roma Paolo Casalino che aggiunge: «Esistono anche altri attori del SSN, che sicuramente non sono meno importanti, ma meritano riconoscimento e valorizzazione»

«Noi siamo i TSLB. È notizia corrente che il governo abbia mantenuto la sua promessa di riconoscere le giuste istanze presentate dai colleghi infermieri. Ebbene quel momento è arrivato: l’Art. 66 della legge di bilancio riconosce oggi “un’indennità di specificità infermieristica con decorrenza dal 1° gennaio 2021”. Purtroppo questo non è stato riconosciuto per le altre figure professionali coinvolte nella gestione dell’emergenza COVID 19, appartenenti al maxi Ordine FNO TSRM PSTRP». Lo scrive in una nota il Presidente della Commissione d’Albo di Roma e Provincia dei Tecnici di Laboratorio Biomedico, Paolo Casalino.

«Vorrei segnalare alle istituzioni  – prosegue – che noi siamo coloro che effettuano i test molecolari, antigenici, salivari e anticorpali, lavorando su turni H24 nel pieno silenzio e con grandissime difficoltà senza mai averle esternate alle istituzioni, perché siamo professionisti che credono nel proprio operato a tutela del cittadino. Dietro un tampone o un prelievo c’è un paziente con una patologia, una storia e sofferenza, che vengono considerate nel nostro operato. L’esecuzione del tampone non è una banalità e richiede personale altamente qualificato e preparato affinchè i risultati prodotti possano essere attendibili:

1. Il tampone eseguito dai Tecnici di Laboratorio Biomedico, permette di avere un risultato in tempo utile e affidabile ai fini diagnostici terapeutici. Il clinico necessita del risultato altrimenti non può procedere alla diagnosi;

2. Il Il tampone eseguito dai Tecnici di Laboratorio Biomedico, viene eseguito in tempo reale, producendo un risultato in tempo utile, permettendo le preospedalizzazioni di pazienti che necessitano di interventi chirurgici di elezione;

3. Il tampone eseguito dai Tecnici di Laboratorio Biomedico, viene eseguito in tempo reale, utile per permettere la dimissione dei pazienti, liberando i posti letti, preziosi in questo momento di pandemia;

4. Il tampone eseguito dai Tecnici di Laboratorio permette di avere un risultato in tempo utile per l’identificazione dei cluster/focolai epidemiologici. Abbiamo un ruolo nel processo di prevenzione;

5. Molti Tecnici di Laboratorio Biomedico operano nel settore della ricerca, dove hanno dato un contributo nello sviluppo dei kit diagnostici finalizzati all’identificazione del SARS COV 2;

6. Molti Tecnici di Laboratorio Biomedico, oltre ad operare nei laboratori, operano anche nel territorio attraverso l’esecuzione dei test presso i DRIVE IN;

7. Un considerevole numero Tecnici di laboratorio hanno contratto il COVID 19 e alcuni sono deceduti.

«Inoltre – conclude Casalino – vorrei anche far presente che il Tecnico di Laboratorio Biomedico svolge analisi biomediche e biotecnologiche ed in particolare di biochimica, di microbiologia e virologia, di farmaco tossicologia,
di immunologia, di patologia clinica, di ematologia, di citologia, di istopatologia e nelle aree ultraspecialistiche di Genetica Medica, Oncoematologia, Biologia Molecolare, Virologia Molecolare, Batteriologia Molecolare, Parassitologia Molecolare, Proteomica , tutte di fondamentale importanza per il clinico nella diagnosi e per il follow up terapeutico. Nella visione multidisciplinare o dei famosi PDTA, è bene menzionare anche altri professionisti, sia
dell’area tecnica diagnostica/assistenziale, della riabilitazione e della prevenzione. Mi auspico che queste poche
righe fossero divulgate alla collettività per far conoscere che esistono anche altri attori del SSN, che sicuramente non sono meno importanti, ma meritano riconoscimento e valorizzazione. Gli obiettivi si raggiungono non per compartimentalizzazione, bensì per processi in cui tutti gli attori sono parte integrante nel corretto raggiungimento del bene comune, la salute dei cittadini».

Articoli correlati
Una giornata in un Covid hotel di Milano, dove i posti stanno per terminare
All'hotel Baviera del gruppo Mokinba forze dell’ordine, operatori sanitari e senza tetto aspettano in isolamento la negatività al virus
di Federica Bosco
Tamponi rapidi in farmacia con supporto biologi, D’Anna (OnB): «Intesa con Federfarma»
Intesa tra Federfarma e ordine dei Biologi sui tamponi in farmacia. D'Anna (presidente OnB): « Entrambi i "fronti" dello screening Covid vedranno l’ingresso in campo dei biologi»
MMG e tamponi, Regimenti (Lega): «Accordo non doveva essere obbligatorio. Ora medici rischiano salute e ricorsi»
L’europarlamentare del Carroccio è critica verso l’ACN che ha imposto ai medici di famiglia l’esecuzione dei tamponi rapidi. «Andava data loro la possibilità di effettuarli in tutta sicurezza, in locali idonei messi a disposizione in modo capillare sul territorio»
Medici di base sotto accusa, Caudo (Fimmg): «Attacchi strumentali e facilmente contestabili. Siamo il primo riferimento dei cittadini»
Giacomo Caudo, presidente nazionale della Fimmg, pone l’accento sui mancati investimenti per la medicina di famiglia e ricorda: «Mezzo milione di positivi chiamano i medici di base per motivi di salute, psicologici, sociali e anche burocratico-amministrativi»
Test sierologici e tamponi antigenici nelle farmacie del Lazio
Lo ha annunciato l'assessore alla Sanità e Integrazione socio sanitaria Alessio D'Amato nel bollettino quotidiano sull'andamento dell'epidemia a Roma e province. La soddisfazione di Federfarma Roma
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

La diffusione del coronavirus in tempo reale nel mondo e in Italia

Al 27 novembre, sono 60.997.052 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 1.432.299 i decessi. Mappa elaborata dalla Johns Hopkins CSSE.   I CASI IN ITALIA Bollettino del 27 novembre...
Voci della Sanità

Manovra 2021, prevista indennità per gli infermieri. Beux (FNO TSRM e PSTRP): «Offesa alle altre professioni sanitarie, si premi il merito»

L’articolo 66 della bozza della Legge di Bilancio prevede una indennità di “specificità infermieristica” in vigore a partire dal primo gennaio 2021. Ma il Presidente del maxi Ordine delle prof...
Salute

Covid-19, Stefano Vella: «Dall’HIV abbiamo imparato che i virus vanno affamati»

Intervista a Stefano Vella dell'Università Cattolica di Roma: «Pandemia dichiarata colpevolmente in ritardo, ci siamo fidati della SARS. Testare tutti è impossibile, dobbiamo raggiungere una copert...
di Tommaso Caldarelli