Voci della Sanità 20 Aprile 2020

Solidarietà, da Sofar 40.000 mascherine protettive FFP2 al Comune di Bergamo

«In quello che rimarrà nella storia come uno dei periodi più difficili per il nostro Paese, fare la propria parte per essere vicini a chi ha più bisogno è un dovere di tutti. Aziende comprese. E Sofar – si legge nel comunicato stampa dell’azienda – realtà italiana impegnata in ricerca e innovazione di farmaci, integratori alimentari e dispositivi medici di alta qualità, ha deciso di dare una mano ai pazienti che combattono la loro lotta in ospedale contro il Covid-19».

«Sofar infatti – comunica l’azienda – ha iniziato a fornire, e continuerà a farlo fino a quando non terminerà l’emergenza, il suo Probiotico che contribuisce a ripristinare la flora intestinale e un dispositivo medico per la prevenzione e il trattamento delle lesioni cutanee che possono interessare i pazienti più fragili ricoverati a causa del Covid-19. La donazione interessa diversi ospedali non solo nelle aree maggiormente colpite della Lombardia, ma anche di Veneto, Piemonte ed Emilia Romagna, tra cui l’ Ospedale Maggiore di Parma».

LEGGI ANCHE: L’EX DIRETTORE SANITARIO DELL’ASL DI BERGAMO SPIEGA PERCHÉ IL VIRUS É DILAGATO IN LOMBARDIA: «COMMESSI DUE ERRORI»

«Ma la partecipazione dell’azienda non finisce qui. Sofar sa bene quanto sia importante tutelare tutti, cittadini e lavoratori tra cui  il personale sanitario, proteggendoli con i dovuti dispositivi, mascherine in primis. Ed è per questo -continua – che l’azienda ha deciso di fornire 40.000 mascherine protettive FFP2 al Comune di Bergamo, territorio particolarmente colpito da questa terribile pandemia,  affinché possa continuare la battaglia contro il virus con un’arma in più».

«La Vostra donazione di 40.000 mascherine giunge a noi come un respiro di speranza – è il commento del Sindaco di Bergamo, Giorgio Gori – ogni gesto di solidarietà rappresenta un’iniezione di energia e di fiducia nell’affrontare questo momento così complicato per la nostra Città e il nostro Paese. Le mascherine donate da Sofar – aggiunge Gori – sono già in fase di distribuzione gratuita ai nostri concittadini che ne sono sprovvisti attraverso la rete dei negozi di vicinato e dei volontari, che ci hanno dato e continuano a darci una grande mano in queste settimane. Sono oltre 250mila le mascherine che il Comune di Bergamo ha immesso in città nelle scorse settimane».

«Sofar – conclude l’azienda – nell’esprimere la propria vicinanza a coloro che hanno perso i propri cari, ai pazienti e a tutti gli operatori sanitari, sottolinea la necessità di una sempre più forte cooperazione tra il settore pubblico e quello privato al fine di riuscire a dare risposte veloci e concrete ai pazienti».

LEGGI ANCHE: CORONAVIRUS A BERGAMO, IL GRIDO DI ALLARME DEL PRESIDENTE OMCEO: «MEDICI SENZA PROTEZIONI VETTORI DELL’INFEZIONE. ATTIVARE UNITA’ SPECIALI»

«Sono certo che se ciascuno di noi farà la propria parte, riusciremo a sconfiggere questa terribile pandemia – sottolinea Andrea Biffi, Amministratore Delegato di Sofar S.p.A. – ed è questo pensiero che mi ha spinto, come rappresentante di una Azienda impegnata a migliorare la salute e la qualità della vita delle persone, a essere di aiuto a partire dalle Regioni del Nord, duramente colpite da questo tsunami, continuando poi anche nel resto del Paese. Stiamo lavorando infatti per raggiungere anche i cittadini di altre Regioni, tra cui le Marche e il Lazio».

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SANITÀ INFORMAZIONE PER RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO

Articoli correlati
Congresso SIDeMaST, i dermatologi: «Nessuna controindicazione per le mascherine, attenzione alle mani»
«Chi soffre di acne, rosacea o altre malattie della cute può indossare la mascherina protettiva senza rischiare fastidi o peggioramenti» spiega il prof. Giuseppe Monfrecola del’Università Federico II di Napoli. Sulle mani: «Meglio con acqua e sapone anziché il gel sanificante» precisa la Prof.ssa Bianca Maria Piraccini dell’Università degli studi di Bologna
Guida pratica all’uso delle mascherine: quali indossare, come conservarle, ogni quanto cambiarle e come lavarle
Botta e risposta con Paolo D’Ancona, epidemiologo delle malattie infettive dell'Istituto Superiore di Sanità
di Peter D'Angelo
Aumento casi Covid, Anelli (FNOMCeO): «Siamo preoccupati. Tamponi rapidi possono essere svolta»
Intervenuto al Congresso della Fimmg, il presidente della Federazione degli Ordini dei Medici: «Mai più carenza mascherine per medici. Superato il modello del medico di medicina generale che lavora da solo»
Coronavirus, nuovo report GIMBE: «Obbligo mascherine scelta coerente con impennata contagi»
Il progressivo aumento dei casi attualmente positivi ha prima innescato l’incremento di pazienti ospedalizzati con sintomi e in terapia intensiva, e adesso inizia a riflettersi anche sui decessi
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

La diffusione del coronavirus in tempo reale nel mondo e in Italia

Al 4 dicembre, sono 65.277.100 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 1.507.323 i decessi. Mappa elaborata dalla Johns Hopkins CSSE.   I CASI IN ITALIA Bollettino del 4 dicembre: ...
Voci della Sanità

Manovra 2021, prevista indennità per gli infermieri. Beux (FNO TSRM e PSTRP): «Offesa alle altre professioni sanitarie, si premi il merito»

L’articolo 66 della bozza della Legge di Bilancio prevede una indennità di “specificità infermieristica” in vigore a partire dal primo gennaio 2021. Ma il Presidente del maxi Ordine delle prof...
Salute

Covid-19, Stefano Vella: «Dall’HIV abbiamo imparato che i virus vanno affamati»

Intervista a Stefano Vella dell'Università Cattolica di Roma: «Pandemia dichiarata colpevolmente in ritardo, ci siamo fidati della SARS. Testare tutti è impossibile, dobbiamo raggiungere una copert...
di Tommaso Caldarelli