Voci della Sanità 11 Novembre 2021 18:07

Sanità, Binetti (Udc): «Osservatorio professioni sanitarie ignorato da anni»

«Ho già rivolto tre interrogazioni ai ministri competenti senza avere risposta, mentre un gruppo di professionisti altamente competenti in tutti gli ambiti della Sanità, strutturati in un unico Osservatorio, potrebbero offrire una consulenza fondamentale all’esecutivo, nel pieno rispetto elle competenze di tutti» spiega la senatrice Udc

«L’ Osservatorio delle professioni sanitarie previsto per legge e recentemente aggiornato con i rappresentanti di tutte le professioni viene sistematicamente ignorato ormai da alcuni anni. Come se si trattasse di uno di quegli enti inutili buoni solo sulla carta, ma nei fatti del tutto ininfluenti. In questa legislatura non c’è dubbio che il tema salute sia al centro dell’attività parlamentare e resti il principale criterio orientatore delle scelte e delle decisioni del Governo. Il Decreto approvato ieri per l’estensione dell’ambito applicativo del Green Pass e per il rafforzamento del sistema di screening confermano al di là di ogni ragionevole dubbio come il monitoraggio sistematico dell’andamento della pandemia, con i suoi alti-bassi, con i nuovi picchi emergenti, stia facendo emergere la prospettiva di un allungamento del tempo di emergenza fino a marzo e probabilmente fino a giugno. In altri termini il governo con i suoi decreti e il parlamento con la loro relativa approvazione sono fortemente concentrati nella valutazione di ciò che sta accadendo per individuare le migliori soluzioni possibili per il nostro Paese. Ma ciò che sorprende in questo lavoro di prevenzione e cura è l’esclusione dal dibattito dell’Osservatorio delle professioni sanitarie» Lo afferma Paola Binetti, senatrice dell’Udc.

«Eppure- continua Binetti- compete proprio all’Osservatorio nazionale delle professioni sanitarie, istituito 25 anni fa, formulare proposte e pareri in ordine alla definizione delle linee di indirizzo per l’elaborazione di requisiti di idoneità organizzativi, strutturali e tecnologici; per l’accreditamento delle strutture didattiche universitarie e ospedaliere; per la stipula dei protocolli d’intesa tra le Regioni e le università; e così via. Ho già rivolto tre interrogazioni ai ministri competenti senza avere risposta, mentre un gruppo di professionisti altamente competenti in tutti gli ambiti della Sanità, strutturati in un unico Osservatorio, potrebbero offrire una consulenza fondamentale all’esecutivo, nel pieno rispetto elle competenze di tutti. La situazione attuale, con la pandemia ancora in atto e il Recovery Plan in via di attuazione ne richiederebbe l’urgente attivazione per far fronte alle decisioni da prendere nella prospettiva dei prossimi cambiamenti strutturali in sanità. Contare sulla loro esperienza e competenza è certamente un valore aggiunto in questa fase di transizione verso una medicina territoriale di ampio respiro e di reale prossimità ai bisogni dei pazienti e delle loro famiglie».

Articoli correlati
Porpora trombotica trombocitopenica, Binetti: «Ora richieste di tipo sociale sullo stesso piano di quelle sanitarie»
Le istanze dei pazienti con porpora trombotica trombocitopenica passano dalla presenza del test Adamts13 nei LEA fino alle richieste sociali facilitate. La senatrice spiega come la Legge sulla disabilità e il Testo unico sulle malattie rare cambieranno questo quadro
Miastenia gravis, Binetti: «Impegno politico per approccio flessibile per malati sul lavoro»
Lavorare su Legge di bilancio e modifica della 104 è tra gli obbiettivi della senatrice, presidente dell'intergruppo "Malattie rare". Importante anche accrescere la conoscenza dei medici del territorio sulle patologie rare, per assicurare una presa in carico ancora più rapida del paziente
Medici e scuole di specializzazione, Binetti: «Una sinergia tra tre numeri per evitare cervelli in fuga»
La senatrice dell'Udc spiega quale dovrebbe essere, dal suo punto di vista, uno dei perni del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza per quanto riguarda l’ambito della salute
Huntington, 6.500 persone affette in Italia. Binetti: «Investire nella ricerca e far conoscere la malattia»
Pochissime persone affette che rischiano di perdersi perché nessuno li conosce. I malati di Huntington non posso essere dimenticati, per la mole delle loro necessità e per l'urgenze delle richieste. Ne parliamo con la senatrice Binetti (pres. Intergruppo Malattie Rare)
Nuovo piano oncologico, Senato approva Odg unitario. Sileri: «Spero entro giugno in Conferenza delle Regioni»
Due mozioni presentate da Boldrini (Pd) e Binetti (Udc) sono poi confluite in un Odg che impegna l’esecutivo ad “adottare iniziative per provvedere con urgenza all'approvazione di un nuovo piano oncologico nazionale coordinato con il piano oncologico europeo”
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 27 settembre 2022, sono 615.555.422 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 6.538.312 i decessi. Ad oggi, oltre 12.25 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata ...
Covid-19, che fare se...?

Se risulto negativo al test ma ho ancora i sintomi posso contagiare gli altri?

Sintomi come febbre e tosse possono durare più della positività al test antigenico rapido. Gli scienziati si stanno interrogando quindi sulla durata della contagiosità. L'ipotesi ...
Covid-19, che fare se...?

Quanto durano i sintomi del Long Covid?

La durata dei sintomi collegati al Long Covid può essere molto variabile: si va da qualche settimana fino anche a 24 mesi