Voci della Sanità 15 Gennaio 2021 11:41

Rischio clinico, oltre 300mila download per il manuale promosso da Fondazione Italia in Salute

Pubblicato da Springer, fornisce le basi metodologiche della gestione del rischio. Il presidente Gelli: «Tema sempre più attuale»

Ha raggiunto i 300.000 download in appena due settimane il volume Textbook of Patient Safety and Clinical Risk Management, pubblicato da Springer con il supporto della Fondazione Italia In Salute.

«Il testo – spiega la Fondazione in una nota – fornisce le basi metodologiche della gestione del rischio, affronta per le specialità più importanti le principali cause di eventi avversi e propone le buone pratiche per la loro prevenzione e modelli organizzativi e innovazioni tecnologiche per controllare e contenere il rischio. Editor dell’opera Liam Donaldson, padre della Clinical Governance e riferimento internazionale del OMS sulla sicurezza delle cure, Susan Sheridan, leader storica dei movimenti per la sicurezza del paziente e due italiani, Walter Ricciardi, ordinario di Igiene presso il Policlinico Gemelli e Riccardo Tartaglia, professore straordinario di risk management presso l’Università G. Marconi Roma».

«Alcune questioni emergono in modo forte: l’applicazione delle buone pratiche per la sicurezza del paziente salva vite umane e migliora la qualità dell’assistenza; la cultura della sicurezza nell’ambiente assistenziale e dei fattori umani dovrebbe essere sviluppata sin dall’inizio degli studi medici e nei primi anni di pratica professionale; gli errori medici – prosegue – sono di diverso tipo in base alla competenza ed esperienza. In tutto questo i fattori umani assumono un’importanza decisiva nelle organizzazioni resilienti e la comprensione del controllo e del contenimento del rischio è fondamentale per tutte le specialità mediche e chirurgiche».

«Il tema della sicurezza, a tre anni dalla Legge Gelli e con una pandemia in corso, continua a essere una questione fondamentale per la sanità pubblica. Il supporto della Fondazione Italia in Salute – spiega il presidente della Fondazione Italia in Salute, Federico Gelli – ha consentito a questo testo di essere ‘open access’ in modo da renderlo disponibile al maggior numero di operatori sanitari. Il libro è dedicato a ricordare tutti quei pazienti e famiglie che hanno sofferto o sono morti a causa di danni evitabili nelle loro cure» conclude.

 

Iscriviti alla Newsletter di Sanità Informazione per rimanere sempre aggiornato

Articoli correlati
Ritardi o omissione delle cure a causa della pandemia, chi ne risponderà legalmente?
L’analisi del professore Antonio Oliva, associato di Medicina Legale all’università Cattolica: «Le aziende ospedaliere potrebbero essere chiamate in causa per il risarcimento del danno per colpa organizzativa»
di Isabella Faggiano
Recovery, Fondazione Italia in Salute: «Fondi siano usati per digitalizzare la sanità pubblica»
L'analisi della professoressa Cascini: «Grazie alla tecnologia, la gestione della pandemia ha cambiato gli equilibri mondiali a favore della Cina»
Responsabilità professionale e Covid-19, Frittelli: «Proporremo al Parlamento modifiche a Legge Gelli»
Dal Forum Risk Management in sanità arriva la richiesta di adattare la legge Gelli al contesto straordinario dettato dalla pandemia. L'avvocato Hazan: «In questi giorni passi avanti sui decreti attuativi»
Sanità, nasce un nuovo servizio per l’elaborazione di Linee guida per la pratica clinica
E' destinato alle società scientifiche, alle associazioni tecnico-scientifiche, alle associazioni di pazienti, ai manager della Sanità, alle Istituzioni pubbliche, alle organizzazioni private
Tamponi Covid, cosa rischia il medico che ne prescrive troppi (o troppo pochi)? Intervista all’Avv. Hazan
«La Legge Gelli è poco applicabile a questi casi perché si fonda sul rispetto delle linee guida. Ma nel caso del Covid non c’è una comprensione esatta di cosa si debba fare»
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

La diffusione del coronavirus in tempo reale nel mondo e in Italia

Al 1 marzo, sono 114.078.673 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 2.531.004 i decessi. Ad oggi, oltre 239,60 milioni di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla...
Cause

Dermatologa condannata a pagare 90mila euro, l’assicurazione le nega la copertura: «Colleghi, attenzione alla clausola claims made»

In Italia succede che un medico possa pagare per anni un’assicurazione che poi, nel momento in cui riceve una richiesta risarcitoria, non vale più. Una stortura che potrebbe essere risolta con un d...
Diritto

Se l’operatore sanitario non è vaccinato può essere licenziato? E in caso di contagio sul lavoro, l’INAIL paga? Le risposte dell’esperto

La campagna vaccinale contro il Covid-19 continua tra mille difficoltà. Cosa succede al lavoratore che rifiuta di vaccinarsi? L’azienda può prendere provvedimenti? Parla l’avvocato Andrea Marzia...