Voci della Sanità 23 Giugno 2020

Radiologia, nuovo mammografo digitale allo IOV

«Immagini ad alta risoluzione in 3D che permettono una ricostruzione stratificata della mammella, ma con meno radiazioni per garantire più sicurezza per le pazienti. È arrivato all’Istituto Oncologico Veneto – IRCCS di Padova il nuovo mammografo digitale dotato di tomosintesi e modulo per la mammografia con mezzo di contrasto, acquistato tramite gara regionale gestita da […]

«Immagini ad alta risoluzione in 3D che permettono una ricostruzione stratificata della mammella, ma con meno radiazioni per garantire più sicurezza per le pazienti. È arrivato all’Istituto Oncologico Veneto – IRCCS di Padova il nuovo mammografo digitale dotato di tomosintesi e modulo per la mammografia con mezzo di contrasto, acquistato tramite gara regionale gestita da Azienda Zero». Lo comunica in una nota l’Istituto.

«Con un investimento di 583 mila euro in due anni – prosegue – si conclude così l’ammodernamento tecnologico della Radiologia Senologica diretta dalla dottoressa Francesca Caumo. Proprio nelle scorse ore le prime pazienti sono state sottoposte all’esame di ultima generazione, indispensabile per un preciso studio del seno da qualunque angolazione».

LEGGI ANCHE: TUMORE AL SENO E DIAGNOSI PRECOCE, ANCHE LA FNO TSRM E PSTRP ADERISCE AD APPELLO PER SCREENING MAMMOGRAFICO

Lo scorso anno allo IOV sono stati diagnosticati 712 nuovi carcinomi mammari, oltre 1.200 quelli trattati. «Il tumore al seno è il cancro più comune e la seconda causa di morte per cancro tra le donne nei paesi occidentali – dichiara il direttore generale Giorgio Roberti -. La prognosi dipende dalla biologia del tumore e dalle dimensioni dello stesso al momento della diagnosi. Per questo è importante la prevenzione. La nuova dotazione tecnologica consentirà di accrescere le capacità di diagnosi e cura della Breast Unit. Lo IOV è nella Top Ten italiana nel trattamento del tumore alla mammella, in relazione al numero di interventi al seno. Il volume di attività, secondo quanto dimostrano le evidenze scientifiche, ha un impatto significativo sull’efficacia degli interventi e sull’esito delle cure».

«Negli ultimi due anni – continua – l’Istituto si è dotato di: tre mammografi digitali con tomosintesi, software per eseguire la mammografia con mezzo di contrasto, software per il calcolo della densità e monitoraggio della dose, apparecchiature per biopsia sotto guida di tomosintesi e risonanza magnetica. La nuova dotazione tecnologica, unita alla professionalità del personale medico e sanitario, permetterà di migliorare la presa in carico delle pazienti con dubbio diagnostico o lesione neoplastica della mammella, ma anche di rafforzare i percorsi di diagnosi precoce e follow-up attraverso percorsi personalizzati».

LEGGI ANCHE: TUMORE AL SENO: ECCO I CONTROLLI DA FARE PER OGNI FASCIA D’ETÀ

«La mammografia con tomosintesi permette, attraverso l’eliminazione della sovrapposizione dei tessuti, una migliore visualizzazione delle lesioni – spiega la dottoressa Francesca Caumo, responsabile della Radiologia Senologica -. La mammografia con mezzo di contrasto unisce alle informazioni morfologiche della mammografia di base, le informazioni derivanti dalla vascolarizzazione delle lesioni ed è concorrenziale con la risonanza magnetica. Le nuove apparecchiature per accertamenti bioptici permettono di eseguire prelievi più accurati, con miglior comfort per la paziente, per arrivare ad una migliore definizione delle lesioni maligne ma anche di rassicurare le pazienti con un sospetto. Inoltre, il software per il calcolo della densità e dose permette di personalizzare i percorsi preventivi» conclude.

 

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SANITÀ INFORMAZIONE PER RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO

Articoli correlati
«L’obesità si stabilisce dallo stato di salute, non dal peso». Le nuove linee guida dal Canada
Le diete da sole non funzionano. Ximena Ramos-Salas dell'Obesity Canada invita i medici a non ridurre l'obesità a una questione di peso, favorendo invece l'approccio olistico
Recovery Fund, Fnopo: «Evento storico. Implementare ostetrica di famiglia e di comunità»
«D’ora in poi non sarà più possibile, né credibile, rimandare la realizzazione di progetti di riforma della rete assistenziale portando a motivazione la mancanza di fondi adeguati» precisa la Federazione Nazionale degli Ordini della Professione Ostetrica (FNOPO)
Emofilia: che cos’è, i sintomi, le terapie e tutti i numeri. Intervista all’esperta
La responsabile del Centro Emofilia di Cesena: «Non abbiamo ancora una cura definitiva. Le novità più interessanti arrivano dalle terapie che determinano un equilibrio coagulativo e possono essere somministrate a livello sottocutaneo»
Tumore al seno: EMA concede valutazione accelerata per Trastuzumab Deruxtecan
Il Comitato per i Medicinali per Uso Umano (CHMP) dell’Agenzia Europea del Farmaco (EMA) ha concesso la valutazione accelerata per Trastuzumab deruxtecan, l’anticorpo monoclonale coniugato (ADC) anti-HER2 per il trattamento di pazienti adulti con carcinoma mammario HER2 positivo non resecabile o metastatico che hanno ricevuto due o più precedenti regimi terapeutici anti-HER2. Lo riferisce l’azienda […]
Insonnia post-lockdown, Plazzi (neurologo): «La vita sociale è un sincronizzatore fondamentale del sonno, ma la pandemia lo ha compromesso»
«Per poter parlare di insonnia è necessario che il soggetto che ne soffre lamenti dei problemi anche durante il giorno: disturbi dell’attenzione, della memoria, irritabilità e, in casi più rari, anche sonnolenza diurna»
di Isabella Faggiano
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

La diffusione del coronavirus in tempo reale nel mondo e in Italia

Al 5 agosto, sono 18.543.662 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 700.714 i decessi. Mappa elaborata dalla Johns Hopkins CSSE.   I CASI IN ITALIA Bollettino del 5 agosto: nell’ambito del ...
Contributi e Opinioni

«Contro il Covid non fate come noi. Non sta funzionando». La lettera di 25 scienziati e medici svedesi

Un gruppo di 25 scienziati e medici dalla Svezia scrive una lettera su Usa Today al resto del mondo: «La strategia "soft" non funziona, abbiamo perso troppe vite»
di 25 dottori e scienziati svedesi
Lavoro

SIMG, appello ai Ministri Azzolina e Speranza: «Utilizziamo i medici in pensione nelle scuole»

«Una eccezionale risorsa professionale totalmente inutilizzata, professionisti esperti e perfettamente formati con esperienza ultratrentennale, ben aggiornati e spesso in prima linea su Covid-19», s...