Voci della Sanità 8 Giugno 2020 16:57

Tumore al seno e diagnosi precoce, anche la FNO TSRM e PSTRP aderisce ad appello per screening mammografico

L’emergenza Covid-19 ha di fatto congelato ogni esame preventivo. Ad oggi è necessario riprendere i necessari controlli a tutela della salute delle donne. Anche il maxi Ordine delle professioni sanitarie aderisce all’appello congiunto delle associazioni delle donne e delle società scientifiche

In Italia 53.500 donne ogni anno si ammalano di tumore al seno e la prima strategia per ottenere le maggiori probabilità di guarigione è la prevenzione diagnostica.

Anche se il Covid-19 ha catalizzato l’attenzione di tutti negli ultimi mesi, non bisogna dimenticare che esistono altre patologie non meno pericolose per la vita.

È necessario riprendere al più presto le attività di screening mammografico organizzato e di diagnostica senologica. Il blocco di tre mesi dovuto all’emergenza da SARS-CoV-2 fa allarmare e la prevenzione deve tornare ad essere una priorità. Ci si rende conto che è una situazione non facile, ma tra liste d’attesa che si sono allungate e le differenze tra la qualità di cura sul territorio italiano le conseguenze della sospensione e delle mancate diagnosi possono diventare preoccupanti. È necessario riprendere la normale programmazione al più presto e a pieno regime su tutto il territorio nazionale.

LEGGI APPELLO CONGIUNTO PER LA DIAGNOSI PRECOCE

La FNO TSRM e PSTRP fa eco ad Europa Donna Italia, Incontra Donna onlus, Associazione Nazionale Donne Operate al Seno, Federazione delle Associazioni di Volontariato in Oncologia, Gruppo Italiano Screening Mammografico, Società Italiana di Radiologia Medica ed Interventistica–Sezione di Senologia, Associazione Italiana di Oncologia Medica, Associazione Italiana Tecnici di Radiologia Senologica e  Senonetwork Italia, che insieme hanno lanciato l’allarme sui ritardi nella ripresa delle attività di screening per la diagnosi precoce del tumore al seno e rivolto un duplice appello, alle Istituzioni e alle donne, affinché non si perda ulteriore tempo prezioso, in quanto un intervallo prolungato tra la mammografia di screening, la conferma diagnostica e l’inizio delle terapie rischia di peggiorare la prognosi.

Articoli correlati
“Padel for the Cure”, l’Ordine TSRM PSTRP di Roma patrocina il torneo di Komen Italia
L’evento di domenica 17 ottobre, un torneo di padel maschile e femminile, si svolgerà alle ore 9 presso il Glad Padel Aurelio in Via Giambattista Soria 19
Bra Day 2021, D’Andrea (SICPRE): «Ricostruzione del seno tappa fondamentale per guarigione»
Nella giornata del 20 ottobre si terranno visite gratuite in tutte le Breast Unit d’Italia rivolte alle donne con tumore alla mammella che devono sottoporsi all’intervento o che lo hanno già eseguito
Tumore al seno e volontariato, nel 2020 oltre 3.900 operatori hanno aiutato 29mila pazienti e 69mila donne
Presentata l’analisi di Europa Donna Italia condotta su 121 associazioni. Il 38% è impegnato sia all’interno delle Breast Unit sia sul territorio. Raccolti più di 13 milioni di euro. La presidente Rosanna D’Antona: «Nonostante la pandemia e il lockdown continua il supporto a pazienti, caregiver e cittadini nel pieno rispetto delle norme stabilite dalle autorità»
Ricerca, il tumore al seno oggi si combatte con nanosfere d’oro intelligenti
Un team di scienziate dell’Università di Pavia, guidato dalla professoressa Livia Visai, ha messo a punto una piattaforma di nanosfere d’oro in grado di colpire solo le cellule tumorali e ridurre in questo modo gli effetti collaterali delle cure chemioterapiche
di Federica Bosco
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 7 dicembre, sono 266.517.100 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 5.263.777 i decessi. Ad oggi, oltre 8,22 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla&nb...
Ecm

Proroga ECM in scadenza, De Pascale (Co.Ge.A.P.S.): «Inviate agli Ordini posizioni formative degli iscritti»

Il presidente del Consorzio Gestione Anagrafica Professioni Sanitarie a Sanità Informazione: «Pronti ad affrontare fine proroga, poi Ordini valuteranno che azioni intraprendere con inadem...