Voci della Sanità 30 Luglio 2020

Proroga stato di emergenza, Zampa: «Nulla cambierà per la riapertura delle scuole»

Dopo il passaggio parlamentare con l’approvazione della risoluzione di maggioranza, il Governo ha varato la proroga allo stato di emergenza del rischio sanitario connesso all’infezione da coronavirus al 15 ottobre. Ma nulla cambierà sulla data d’inizio delle attività scolastiche confermata al 14 settembre, come dichiara la Sottosegretaria al Ministero della Salute On. Sandra Zampa, che […]

Dopo il passaggio parlamentare con l’approvazione della risoluzione di maggioranza, il Governo ha varato la proroga allo stato di emergenza del rischio sanitario connesso all’infezione da coronavirus al 15 ottobre. Ma nulla cambierà sulla data d’inizio delle attività scolastiche confermata al 14 settembre, come dichiara la Sottosegretaria al Ministero della Salute On. Sandra Zampa, che Time4Child avrebbe l’onore di ospitare nel corso dell’evento Time4Child 2.0 che si terrà su piattaforma digitale dal 9 al 22 novembre e a cui parteciperanno tutte le scuole italiane di ogni ordine e grado.

«A fine giugno sono state approvate le linee guida ufficiali per il rientro a scuola. L’intesa tra Governo ed Enti locali è stata raggiunta nel corso della Conferenza Stato-Regioni. Voglio personalmente ringraziare la Ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina che si è spesa per garantire una scuola migliore. Lo ha ricordato la stessa Ministra, secondo la quale avremo bisogno di più spazi – nei parchi, nei cinema e nelle biblioteche – e quindi anche di più organico, fino a 50mila docenti in più a tempo determinato. E, di pari passo, aumenteranno anche gli stipendi dagli 80 ai 100 euro».

«Faccio mie le parole del Presidente del Consiglio Giuseppe Conte – prosegue l’On. Zampa – che ha tenuto a ribadire la scuola quale centro delle politiche di questo Governo e dei nostri pensieri. E lo dimostra il fatto che ci siamo impegnati a stanziare altri 300 milioni. Prima 1,6 miliardi, ora 1,3: quasi 3 miliardi solo per settembre e con le risorse messe da inizio anno arriviamo a 6, oltre alla previsione di nuove assunzioni di cui ho parlato prima. Si tratta indubbiamente di un Piano scuola che risponde il più possibile alle differenti esigenze di tutti coloro che rientrano nel comparto e che vogliono una riapertura delle aule in piena sicurezza».

«Vogliamo che i nostri studenti possano contare su una scuola più moderna, più sicura e maggiormente inclusiva – continua la Sottosegretaria Zampa -. Allo stesso tempo, nell’ottica di contrasto al Covid-19, siamo determinati a garantire strutture più pulite, nelle quali sia rispettato il distanziamento sociale di almeno un metro e dove gli accessi avvengano in maniera scaglionata per evitare assembramenti. Il nostro obiettivo è quello di contrastare in maniera concreta la povertà educativa e la dispersione scolastica. Senza dimenticare una cosa importantissima: non siamo a favore delle classi pollaio e dunque è probabile che non assisteremo più a classi formate da trenta studenti».

«Sono d’accordo con il Ministro Roberto Speranza – conclude l’Onorevole – quando afferma che ci saranno test sierologici al personale prima della riapertura e tamponi molecolari a campione sulla popolazione scolastica, oltre ad un monitoraggio costante, riprendendo il modello della ‘medicina scolastica’. La riapertura delle scuole è fondamentale ed è la priorità assoluta ma deve avvenire in piena sicurezza a tutela di tutte le famiglie italiane».

 

Iscriviti alla Newsletter di Sanità Informazione per rimanere sempre aggiornato

Articoli correlati
Test salivari per Covid-19, Andreoni (Tor Vergata): «Rapidi, semplici e meno invasivi, sono ideali per le scuole»
«Ad oggi non esistono test efficaci al 100% - ha spiegato a Sanità Informazione -. I test salivari hanno sensibilità ridotta rispetto al tampone, ma se funzionano al 90-95% possiamo ritenerci soddisfatti. Validi soprattutto in campagne di screening in aeroporto e nelle scuole»
Scuole specializzazione, i posti disponibili per il 2020 sono 14.455
Il Mur ha pubblicato il decreto tanto atteso: rispetto allo scorso anno oltre 5mila borse in più. Epifani (Smi): «Aumentate le borse ma anche i candidati al test d'ammissione per le scuole di specializzazione. Non è stato risolto il problema dell’imbuto formativo»
«Ricomincia la scuola, ricominciamo tutti»
Laura Parolin Presidente dell’Ordine degli Psicologi della Lombardia
Scuole e Covid-19, all’Asl Roma 2 supporto psicologico telefonico per studenti, genitori e personale
Cozza (Direttore Salute Mentale): «Il rientro a scuola con una pandemia ancora in atto può determinare sentimenti di incertezza e di insicurezza»
Ritorno a scuola, a Milano test sierologici per 6000 studenti dai 3 ai 18 anni
Test pungidito analizzati al Buzzi per fotografare la situazione epidemiologica nelle scuole. In caso di esito positivo, immediato il tampone. Presto camper per esaminare anche studenti con sintomi influenzali. Il progetto pilota dell’ASST Fatebenefratelli Sacco con la collaborazione del Provveditorato agli studi e dell’Università Statale
di Federica Bosco
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

La diffusione del coronavirus in tempo reale nel mondo e in Italia

Al 24 settembre, sono 31.870.904 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 976.311 i decessi. Mappa elaborata dalla Johns Hopkins CSSE.   I CASI IN ITALIA Bollettino del 23 settembre: Ad oggi in...
Formazione

Test di Medicina 2020, ecco come è andata: la cronaca dalle università di Roma, Firenze, Milano, Napoli e Bari

Oltre 66 mila candidati per 13.072 posti disponibili. Tra speranze, sogni, proteste e irregolarità, anche quest’anno il Test di medicina ha fatto parlare di sé. Pubblicate le risposte corrette al ...
Salute

Covid, Cavanna: «Casi severi in aumento, riabilitare l’idrossiclorochina. Pazienti vaccinati sembrano avere prognosi migliore»

L’oncologo famoso in tutto il mondo per le sue cure anti Covid a domicilio spiega: «Estate tranquilla ma ora qualcosa è cambiato». Presto sarà pubblicato uno studio sulla sua metodologia di cura...