Voci della Sanità 3 Giugno 2020

Ospedale Israelitico: disponibile il Test sierologico per Coronavirus

«L’Ospedale Israelitico, da sempre all’avanguardia nell’adeguare all’evoluzione delle conoscenze e delle tecnologie mediche la propria offerta di servizi alla cittadinanza, e attento a soddisfarne aspettative e necessità, ha chiesto alla Regione Lazio ed ha da questa ottenuto, con determinazione n° G05717 del 13 maggio 2020, che il suo Laboratorio di Analisi Cliniche venisse inserito nella […]

«L’Ospedale Israelitico, da sempre all’avanguardia nell’adeguare all’evoluzione delle conoscenze e delle tecnologie mediche la propria offerta di servizi alla cittadinanza, e attento a soddisfarne aspettative e necessità, ha chiesto alla Regione Lazio ed ha da questa ottenuto, con determinazione n° G05717 del 13 maggio 2020, che il suo Laboratorio di Analisi Cliniche venisse inserito nella rete dei laboratori autorizzati all’effettuazione dei test sierologici per la ricerca delle immunoglobuline G (IgG) Anti-SARS-CoV-2, dalla stessa Regione individuate quale riferimento di avvenuta esposizione al virus». E’ quanto si legge in una nota dell’ospedale romano.

LEGGI ANCHE: TEST SIEROLOGICI, LE AUDIZIONI IN SENATO. PARISI (LINCEI): «MANCA NORMA CHE RENDA DATI DISPONIBILI A TUTTA LA COMUNITÀ SCIENTIFICA»

«La metodica CLIA (CHEMILUMINESCENCE IMMUNOASSAYS) da noi utilizzata, effettuata su prelievo venoso, insieme all’altra metodica ELISA (ENZYME LINKED IMMUNOSORBENT ASSAY), è stata identificata dalla Regione Lazio come in grado di offrire le maggiori garanzie di attendibilità in termini di sensibilità, specificità, e standardizzazione. Il test sierologico – prosegue – si effettua secondo le seguenti modalità: l’utente deve presentarsi in ospedale munito di tessera sanitaria e prescrizione su ricetta bianca del Medico Curante (Medico di Medicina Generale, Pediatra di Libera Scelta, Specialista, Medico Competente…); l’esame è a totale carico dell’utente ed il costo è pari a € 40,00. Ai nuclei familiari verrà applicato uno sconto del 10%. Il prelievo di sangue venoso per il test viene effettuato dal lunedì al venerdì, dalle ore 10:30 alle ore 12:00, senza appuntamento, presso la sala prelievi, situata al piano terra dell’Ospedale Israelitico, in Via Fulda 14 a Roma».

«Ai fini dell’esecuzione dell’esame, l’utente dovrà preventivamente sottoscrivere il consenso informato previsto dalla Regione Lazio. Il referto sarà disponibile entro 48 ore dal prelievo ed inviato per via telematica e all’utente saranno fornite le credenziali di accesso per il ritiro online».

«La presenza di IgG (positività del test) attesta l’avvenuto contatto col virus. In questo caso – conclude – l’utente avrà l’obbligo di informare tempestivamente il proprio Medico di Medicina Generale, per l’effettuazione del tampone naso-oro-faringeo a carico del SSN. Nel referto saranno comunque fornite tutte le informazioni riguardanti le azioni ed i comportamenti che il paziente dovrà adottare».

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SANITÀ INFORMAZIONE PER RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO

Articoli correlati
In Italia il contact tracing non funziona. Le Asl in difficoltà da nord a sud
Solo 9 mila tracciatori nel nostro paese e oltre il 33% dei nuovi casi senza un link epidemiologico, ovvero fuori dal contact tracing. Nelle Asl emergono le criticità su tamponi e gestione posti letto, a Napoli non c'è più posto
Napoli, Zuccarelli (Omceo): «La città è malata, serve responsabilità o presto ci saranno centinaia di morti»
Lancia un forte appello alla responsabilità collettiva Bruno Zuccarelli, vice presidente dell’Ordine dei Medici di Napoli. «Non rendiamo vana la sofferenza dei mesi scorsi, altrimenti molto presto saremo costretti a vedere sfilate di carri militari impegnati a trasportare altrove le bare dei nostri cari. Il Covid non lascia seconde occasioni, i nostri medici lo sanno bene»
Emergenza Covid-19, Mattarella consegna onorificenze al merito ai cittadini che si sono distinti
«Tutti siamo chiamati a contribuire a sconfiggere la pandemia e la diffusione del contagio e del virus». Così il Presidente Mattarella in occasione della consegna al Quirinale delle onorificenze di Cavaliere dell'OMRI ai cittadini che si sono distinti durante la pandemia
Pronto soccorso, Manca: «File più lunghe di prima. Siamo la risposta alle inefficienze del territorio e dei reparti Covid»
Il presidente della Società italiana della medicina di emergenza-urgenza: «Da noi anche pazienti per tamponi o test sierologici e casi sospetti Covid che non trovano posto nei reparti dedicati. Ma in alcune aree d’Italia è stato dismesso il percorso differenziato, quindi in presenza di un solo positivo rischiamo di chiudere tutto il pronto soccorso»
di Isabella Faggiano
Covid-19, Senior Italia: «Anziani terrorizzati. Dilagano ansia e depressione. E il 55,7% ha problemi di accesso alle cure»
Anziani in auto lockdown. Le più grandi paure? Contagiare o essere contagiati dai propri cari e morire da soli. Ma il 72,4% ripone fiducia nelle scelte delle Istituzioni. TV e carta stampata le principali fonti per i comportamenti da adottare rispetto al Covid, e il 7,9% va a caccia di informazioni online
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

La diffusione del coronavirus in tempo reale nel mondo e in Italia

Al 20 ottobre, sono 40.403.537 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 1.118.293 i decessi. Mappa elaborata dalla Johns Hopkins CSSE.   I CASI IN ITALIA Bollettino del 20 ottobre: Ad oggi in I...
Contributi e Opinioni

«Tamponi Covid sui bambini: troppe prescrizioni che non tengono conto dei rischi intra-procedurali»

di prof. Filippo Festini, Professore Associato di Scienze Infermieristiche generali, cliniche e pediatriche all’Università degli Studi di Firenze
di Filippo Festini, Professore Associato di Scienze Infermieristiche generali, cliniche e pediatriche, Università di Firenze
Salute

Covid, Cavanna: «Casi severi in aumento, riabilitare l’idrossiclorochina. Pazienti vaccinati sembrano avere prognosi migliore»

L’oncologo famoso in tutto il mondo per le sue cure anti Covid a domicilio spiega: «Estate tranquilla ma ora qualcosa è cambiato». Presto sarà pubblicato uno studio sulla sua metodologia di cura...